Colomba

cof
…in questo caso ho farcito la colomba con una crema delicata allo yogurt e formaggio spalmabile in ugual misura resa più dolce da qualche cucchiaio di zucchero…
cof
…in superficie dopo la cottura ho aggiunto altra crema al formaggio, fragole fresche, meringhe e mandorle…

…mancano pochissimi giorni a Pasqua: ecco una ricetta facile per preparare una colomba fatta in casa, soffice e buonissima, che non nulla da invidiare a quelle di pasticceria e con un sapore molto simile a quella tradizionale…

cof

cof

Ingredienti:

…per la colomba…

  • 500 g farina manitoba
  • 100 g zucchero semolato
  • 150 ml acqua
  • 100 g burro
  • 15 g lievito di birra
  • 5 g sale
  • 3 uova
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • estratto di vaniglia qb

…per la glassa…

  • 40 g farina di mandorle
  • 10 g amido di mais
  • 100 g zucchero semolato
  • 1 uovo (solo albume)
  • zucchero a velo qb
  • mandorle qb

cof

Preparazione:

In planetaria, con il gancio a foglia, versate la farina, il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero, il burro a pezzetti (ancora freddo di frigorifero), 2 uova intere a temperatura ambiente e 1 tuorlo a temperatura ambiente, la scorza grattugiata di 1 arancia e 1 limone, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia e circa metà dell’ acqua. Azionate la planetaria e impastate per qualche minuto. A questo punto aggiungete la restante acqua ed il sale. Riprendete ad impastare e continuare per 15 minuti, utilizzando ora però il gancio ad uncino, fino ad ottenere un impasto elastico ed incordato. Per dare maggiore forza alla pasta staccate per un paio di volte l’ impasto dal gancio e capovolgetelo.

Fate lievitare in una ciotola, ben coperta con pellicola trasparente l’ impasto, almeno per 2 ore, fino a quando non triplica di volume. Per aiutare la lievitazione potete riporre la ciotola in forno spento ma con la luce accesa, preriscaldato a 50 gradi.

Trascorso il tempo necessario alla prima lievitazione, riprendete l’ impasto con le mani, sgonfiatelo e spostatelo su un piano di lavoro. Arrotolate l’ impasto su se stesso, prima da una parte e poi arrotolatelo nuovamente su se stesso, ma verso l’ altro senso.  Dividetelo in 2 parti uguali e poi arrotolate nuovamente i 2 pezzi ottenuti, che formeranno le ali ed il corpo della colomba. Allungate un pò un pezzo e posizionatelo all’ interno dello stampo, nella parte più larga e più stretta, a mò di ferro di cavallo. Prendete l’ altro pezzo, quello che servirà per il corpo, allungatelo un pò e sistematelo sopra all’ impasto già posizionato nello stampo, nella parte dello stampo più stretta e lunga, che appunto è quella che rappresenta il corpo della colomba.

Fate lievitare fino a quando l’ impasto non raggiungerà il bordo dello stampo, possono essere necessarie anche 3 ore, dipende dalla temperatura. Anche in questo caso per favorire il processo potete riporre lo stampo all’ interno del forno spento, con la luce accesa.

Durante il tempo della seconda lievitazione, dedicatevi alla preparazione della glassa mandorlata: in una ciotola versate 1 albume, la farina di mandorle, l’ amido di mais e lo zucchero. Con una frusta mescolate bene il tutto.

Trascorso il tempo necessario alla seconda lievitazione, con un pennello cospargete delicatamente la glassa mandorlata la superficie della colomba. Aggiungete anche qualche mandorla intera e cospargete infine con abbondante zucchero in granella. Infornate e cuocete in modalità statica a 185 gradi, in forno preriscaldato per 40 minuti. Per evitare che la superficie si faccia troppo scura, sistemate la colomba nella parte più bassa del forno, se comunque vedete che diventa marrone scuro, coprite la colomba con un foglio di alluminio. Prima di sfornare fate la prova con lo stecchino. Sfornate e fate raffreddare. Servite spolverizzata anche con dello zucchero a velo.

Se preferite potete arricchire la vostra colomba con dei canditi oppure per i più golosi con delle gocce di cioccolato. Altrimenti una volta raffreddata, potete farcire la colomba con mascarpone oppure, se preferite una opzione più leggera potete preparare una crema con yogurt e formaggio spalmabile in parti uguali dolcificata con qualche cucchiaio di zucchero semolato ed aggiungere come ho fatto io anche delle fragole fresche.

cof

cof

Pesto di cicoria & mandorle

cof
buonissimo anche spalmato sul pane…

…e con l’ arrivo della primavera e delle giornate di sole viene mi viene voglia di portare anche in tavola qualcosa di verde, oggi per esempio ho preparato un pesto davvero buonissimo: utilizzando cicoria e mandorle. Un pesto gustoso e saporito, facile e veloce da preparare, da utilizzare in tanti modi: per condire la pasta, spalmato sul pane. Lo potrete gustare assieme ai formaggi, sul pollo alla piastra, con i pomodori…

cof

cof

cof

Ingredienti:

  • 100 g cicoria fresca
  • 60 g mandorle
  • 80 g parmigiano
  • 1 spicchio di aglio
  • olio d’ oliva qb
  • sale e pepe qb

cof

cof

Preparazione:

Se comprate della cicoria freschissima potete anche utilizzarla, naturalmente dopo averla lavata accuratamente, così, fresca senza cottura, avendo cura di scegliere le parti più tenere. Altrimenti, come ho fatto io oggi, dopo averla lavata l’ ho fatta sbollentare per pochi minuti in acqua bollente. In ogni modo nel mixer mettete la cicoria, fresca o appena sbollentata e scolata dall’ acqua in eccesso, le mandorle, uno spicchio di aglio, il parmigiano e un pò di olio. Frullate a bassa velocità e controllate la consistenza, se necessario aggiungete altro olio. Aggiustate di sale e pepe. Se utilizzate il pesto come condimento per la pasta potete diluirlo leggermente con l’ acqua di cottura della pasta per renderlo un poco più fluido. Se decidete di servirlo come salsa di accompagnamento per i formaggi, sulle bruschette, magari in occasione di un aperitivo, allora è preferibile una consistenza più densa. Lo potrete anche conservare per diversi giorni se riposto in vasetti di vetro chiusi in frigorifero.

cof

cof
un idea? provate a farcire un panino con formaggio fresco e pesto di cicoria & mandorle…

Poke Cake alla fragola

cof

cof
…impazza sui social, ultimamente, questa Poke Cake, che devo dire la verità, non conoscevo proprio, ma da ora in poi la riproporrò anche in altre versioni e con altra frutta. Si tratta di una torta bellissima da vedere ma non impegnativa in termini di tempo e difficoltà, quindi vi consiglio di provarla perchè ne rimarrete incantate anche voi. La Poke Cake risale agli anni 70 ed è originaria degli Stati Uniti, il verbo “to poke” significa letteralmente conficcare ed infatti la caratteristica di questa torta è il fatto di eseguire su tutta la superficie del dolce, dopo averlo sfornato, dei buchi, conficcando proprio il manico di un mestolo di legno e versare attraverso questi una salsa di fragole che conferirà alla torta una umidità interna ed un sapore meraviglioso. In America viene servita con l’ immancabile crema al burro, che io però trovo un pò troppo stucchevole, quindi ve la propongo con una farcia di crema dolce di formaggio & ricotta e tante fragole fresche. In verità anche la base della torta mi risultava un pò troppo dolce per i miei gusti ed ho optato per un impasto più leggero con lo yogurt…

dav

cof

Ingredienti:

per la base della torta…

  • 280 g farina 00
  • 120 g zucchero semolato
  • 250 g yogurt bianco
  • 120 g olio di semi
  • 2 uova
  • la scorza di 1 limone
  • 12 g lievito in polvere
  • un pizzico di sale

per la salsa di fragole

  • 250 g fragole
  • 50 g zucchero semolato
  • il succo di mezzo limone

…per la farcitura…

  • 200 g formaggio spalmabile
  • 200 g ricotta
  • 50 g di zucchero a velo
  • 250 g fragole
  • 25 g meringhe piccole

cof

cof

Preparazione:

Per prima cosa dedicatevi alla farcia dolce di formaggio: in una ciotola capiente mettete il formaggio spalmabile, la ricotta e lo zucchero a velo. Con una frusta amalgamate bene fra loro tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Riponete in frigorifero.

Ora dedicatevi alla torta: in un altra ciotola capiente montate con le fruste lo zucchero semolato con le uova e con la scorza grattugiata di un limone fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. A questo punto unite a filo l’ olio di semi sempre continuando a lavorare con le fruste. In ultimo incorporate lo yogurt. Continuate a lavorare per alcuni minuti. Ora non vi resta che incorporare al composto la farina , il lievito precedentementi setacciati ed un pizzico di sale. Fate attenzione a non smontare il tutto, utilizzate una spatola con movimenti delicati dal basso verso l’alto. Imburrate una teglia rotonda dal cerchio apribile del diametro di 20 cm. Versatevi all’interno tutto il composto ed infornate, in modalità statica a 170 gradi, in forno già caldo per 35/40 minuti. Prima di sfornare fate la prova dello stecchino. Una volta cotta, sfornate e lasciate raffreddare per qualche minuto.

Mentre la torta è in forno preparate la salsa di fragole: tagliatele a pezzi e mettetele in un pentolino sul fuoco con il succo di mezzo limone e lo zucchero. Non appena le fragole si saranno ammorbidite frullate il tutto con il mixer ad immersione e lasciate qualche altro minuto sul fuoco a fiamma bassa. Lasciate raffreddare.

Prendete la torta, circa 5 minuti dopo averla sfornata, con il manico di un mestolo di legno praticate dei fori sulla superficie, spingete fino ad arrivare quasi sul fondo. Versate nei fori la salsa di fragole, aiutatevi con un cucchiaio oppure utilizzate un piccolo imbuto. Quando la salsa sarà scesa, riempite nuovamente i buchi, in questo modo otterrete una farcitura che renderà la torta umida e gustosa. A questo punto fate raffreddare del tutto la torta. Dopo alcune ore potete decorarla: distribuitevi sopra aiutandovi con una spatola la crema dolce di ricotta e formaggio. Sopra alla crema sistemate le fragole, alcuneintere ed alcune tagliate a metà. Cospargete con una manciata di piccole meringhe. Ecco pronta, senza troppa difficoltà una bellissima e golosa torta!!!

cof
all’interno un bellissimo effetto “variegato” ed una consistenza umida conferita dalla salsa di fragole che viene assorbita dalla torta

cof

cof

 

Plumcake alle fragole

cof

cof

… finalmente primavera e finalmente sono arrivate le fragole, profumate, succose, rosse, saporite, non so voi ma io le adoro, mangiate a morsi, con la panna, con zucchero & limone, insomma in ogni versione, anche come ingrediente di un bel dolce. Allora oggi vi propongo un morbido plumcake, davvero facilissimo e veloce da preparare, semplice perchè non serve nemmeno la bilancia, userete il vasetto dello yogurt come unità di misura per tutti gli altri ingredienti…

cof

cof

cof

Ingredienti: (come unità di misura, un vasetto di yogurt da 125 g)

  • 1 vasetto di yogurt bianco da 125 g
  • 3 vasetti di farina
  • 2 vasetti di zucchero semolato
  • 1/2 vasetto di olio di semi
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • 1 limone
  • 4 vasetti di fragole

cof

cof

Preparazione:

In una ciotola capiente versate tutti gli ingredienti liquidi: lo yogurt, l’ olio e le 2 uova intere, mescolate con una frusta fino ad ottenere un composto omogeneo. Poi aggiungete la scorza di 1 limone grattugiata, lo zucchero, la farina ed il lievito setacciati, continuate a mescolare con la frusta fino ad incorporare perfettamente tutti gli ingredienti fra loro, facendo attenzione ad eliminare tutti i grumi. Imburrate uno stampo rettangolare da plumcake e versatevi i 2/3 del composto. A questo punto stendete sopra uno strato di fragole, che avrete già lavato e tagliato in 2 o 4 parti a seconda della grandezza. Infine versate sopra il composto che vi era avanzato. Infornate e cuocete in modalità statica, in forno già caldo, a 170 gradi, per circa 45 minuti. Prima di sfornare fate la prova dello stecchino. Lasciate raffreddare il plumcake e poi estraetelo dallo stampo. Servitelo spolverizzato di zucchero a velo. Morbido e umido, lo potrete conservare per alcuni giorni, ma sicuramente finirà subito!!!

cof
il segreto per evitare che le fragole non si depositino tutte verso il basso? inserirle direttamente dal frigo, quindi fredde e solo dopo aver versato almeno i 2/3 del composto

cof

cof

Frappe al forno

cof
croccanti & golose come quelle fritte

cof

…a Carnevale ogni scherzo vale e i dolcetti fritti sono un obbligo come da tradizione, oggi invece voglio proporvi  una versione un poco più leggera delle solite frappe fritte, ma altrettanto golosa, se cosparsa con abbondante zucchero a velo, un ottima alternativa: le frappe al forno. Quindi se non avete voglia di mettervi alle prese con padella, olio di semi & schiumarola provate questa versione per non rinunciare ad un dolcetto tipico di questa ricorrenza…

cof

cof

Ingredienti:

  • 250 g farina 00
  • 30 g zucchero semolato
  • 30 g burro
  • 2 uova
  • 1/2 bustina di lievito in polvere per dolci
  • 1 limone
  • latte qb
  • sale qb
  • zucchero a velo qb
cof
in alternativa alla scorza di limone potete utilizzare anche quella di arancia…
cof
in alternativa al latte potete utilizzare anche il marsala…

Preparazione:

In una ciotola capiente versate le uova, la farina, lo zucchero, il burro ammorbidito, il lievito, la scorza di un limone e 2/3 cucchiai di latte (in alternativa potete utilizzare la stessa quantità di marsala). Iniziate a impastare tutti gli ingredienti e lavorateli fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Coprite l’ impasto con della pellicola trasparente e lasciatelo riposare per circa mezz’ ora. Trascorso il tempo necessario, riprendete l’ impasto schiacciatelo con le mani e con il materello tirate una sfoglia dell’ altezza di pochi millimetri. Per praticità e risparmiare tempo potete anche dividere l’ impasto in 3/4 parti ed ottenere le sfoglie utilizzando la macchina per preparare la pasta. Con la rotella dentellata ricavate dalla sfoglia tanti rettangoli, sempre con la rotella fate un taglio al centro di ogni rettangolo. Disponete tutti i rettangoli su di una teglia rivestita di carta forno. Infornate e cuocete, in forno già caldo, modalità statica, a 180 gradi per circa 12/15 minuti.  Quando le frappe avranno assunto un bel colore dorato sfornatele. Servite cosparse di abbondante zucchero a velo.

cof

Un piccolo trucco per far risultare le frappe ancora più ariose? Invece  di far riposare l’ impasto subito dopo la preparazione, procedete subito a stenderlo e ricavarne i rettangoli. Riponete poi la teglia su cui li avrete disposti per mezz’ ora in frigorifero prima di infornare.

cof
cospargete le frappe con abbondante zucchero a velo…

cof

Tagliatelle dolci fritte

cof

cof

…le tagliatelle dolci fritte sono un dolce tipico del periodo di Carnevale, qui in Emilia Romagna, sono facili e divertenti da preparare, magari in compagnia dei più piccoli che sicuramente le apprezzeranno moltissimo! Sostanzialmente sia nella preparazione che nell’ impasto, che differisce solo per l’ aggiunta dello zucchero e della scorza di agrumi, sono simili alle tagliatelle classiche. E’ proprio l’ aggiunta della nota agrumata, del limone o dell’ arancia che le rende davvero deliziose e irresistibili…

cof

cof

Ingredienti:

  • 250 g farina
  • 50 g zucchero
  • 2 uova
  • 2 limoni oppure 2 arance
  • olio di semi per friggere qb
  • zucchero a velo qb

cof

cof

Preparazione:

Come per la preparazione delle tagliatelle classiche, su una spianatoia versate la farina e create una fontana, al centro ponete le 2 uova, lo zucchero e la scorza di un limone oppure se preferite di un’ arancia. Iniziate ad impastare dal centro, lavorando l’ impasto con le mani fino ad ottenere un composto compatto, liscio ed omogeneo. Formate un panetto e lasciate riposare l’ impasto per circa una mezz’ ora. Trascorso il tempo necessario, riprendete l’ impasto e tirate una sfoglia con il mattarello fino ad ottenere uno spessore abbastanza sottile, di qualche millimetro. Una soluzione più pratica e veloce può consistere nell’ utilizzare la macchina per tirare la pasta, per ottenere appunto delle sfoglie sottili ed uniformi. A questo punto cospargete la superficie delle sfoglie con poco zucchero semolato e la scorza grattugiata del secondo limone o arancia che avete scelto per la preparazione delle tagliatelle. Arrotolate la sfoglia, come per preparare le tagliatelle classiche, avendo cura di non stringere troppo con le dita per evitare che l’ impasto si appiccichi troppo e per favorire poi una cottura più uniforme. Tagliate il rotolo ottenuto in tante fette della larghezza di circa 1 cm, 1,5 cm. In una padella scaldate abbondante olio di semi, quando ben caldo, ma non bollente, friggete le tagliatelle. Lasciatele cuocere finchè non avranno assunto un bel colore dorato da entrambe le parti e saranno diventate croccanti. Scolatele con la schiumarola e trasferitele su della carta assorbente per far assorbire l’ olio in eccesso. Servitele spolverizzate con abbondante zucchero a velo. Da leccarsi le dita…. una tira l’ altra….

cof
in origine, nella ricetta tradizionale, le tagliatelle venivano preparate in versione classica, lo zucchero e la scorza di agrumi venivano cosparsi sulla sfoglia solo prima di arrotolarla…

cof

Castagnole allo yogurt

cof

cof

…senza dubbio le castagnole sono i miei dolcetti di Carnevale preferiti, forse perchè sono quelli che più amavo fin da bambina, quelli che più mi divertivo a preparare assieme alla nonna. Oggi ve ne propongo una versione con lo yogurt, facili & veloci da preparare: delle castagnole morbidissime e profumate all’ arancia…

cof

cof

cof

Ingredienti:

  • 250 g farina
  • 120 g zucchero
  • 1 uovo
  • 50 g yogurt bianco
  • 5 g lievito in polvere per dolci
  • 1 arancia
  • 30 g olio di semi + olio di semi per friggere

cof

cof

Preparazione:

In una ciotola capiente versate la farina ed il lievito, al centro ponete lo zucchero, 1 uovo, l’ olio, lo yogurt e la scorza grattugiata di 1 arancia. Amalgamate tutti gli ingredienti e lavorateli fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, abbastanza compatto al tatto. Formate un panetto e lasciatelo riposare una decina di minuti sul piano di lavoro. Trascorso il tempo necessario, riprendete l’ impasto e dividetelo in tante parti più piccole. Con le dita lavorate ogni parte di impasto per ottenere dei filoncini che poi taglierete in piccoli pezzettini, grandi quanto una nocciola. Arrotondate ogni pezzettino in modo che ogni castagnola risulti poi di forma rotonda. Mettete sul fuoco una padella con abbondante olio di semi. Quando l’ olio sarà caldo versate le castagnole, poche per volta, avendo cura di rigirarle spesso con la schiumarola per favorire una cottura uniforme. Quando avranno assunto un bel colore dorato scolatele e trasferitele su della carta assorbente. Cospargetele con dello zucchero semolato e fatemi sapere come vi sono venute!!!

cof

Mousse di mele

cof
una crema dolce & vellutata

cof

…una dolce e vellutata crema di mele, facile e veloce da preparare, senza conservanti, perfetta per una merenda fresca e sana, per accompagnare una torta o dei biscotti secchi, ideale anche come merendina da portare a scuola…

cof

cof

cof

Ingredienti:

  • 1 kg mele
  • 80 ml acqua
  • 50 g zucchero
  • 1 stecca di vaniglia
  • il succo di mezzo limone

cof

cof

Preparazione:

Sbucciate le mele e tagliatele a pezzetti eliminando il torsolo, aggiungete il succo di mezzo limone in modo da evitare che si anneriscano. In una casseruola versate l’ acqua, lo zucchero e la bacca di vaniglia che avrete inciso. Mettete sul fuoco a fiamma vivace, mescolate in continuazione per qualche minuto in modo da fare sciogliere lo zucchero. A questo punto aggiungete anche le mele fatte a pezzettini con il limone. Lasciate cuocere a  fiamma moderata per circa 20 minuti. Trascorso il tempo necessario eliminate la bacca di vaniglia e con il mixer ad immersione frullate il tutto in modo da ottenere un composto cremoso vellutato ed omogeneo. La vostra mousse di mele è pronta, la potrete gustare calda se preferite, magari accompagnata ad una fetta di torta, oppure lasciare che si raffreddi e mangiarla per un dolce spuntino. Se la riponete in piccoli vasetti di vetro (naturalmente sterilizzati in precedenza) è perfetta anche come una fresca e sana merenda da portare a scuola.

cof

cof

Torta al cioccolato fondente dal cuore morbido

cof
fuori una crosta croccante ed all’ interno un cuore morbido…
cof
a forma di cuore, perfetta anche a San Valentino…

…si tratta di una torta facilissima da fare, dal cuore tenero e morbido, con una leggera crosta croccante, golosissima. Io la trovo perfetta anche per finire una cenetta romantica di San Valentino: quale occasione migliore per gustare tutto questo cioccolato fondente!!! 5 soli ingredienti che solitamente abbiamo sempre nel frigorifero ed in dispensa: zucchero, burro, cioccolato fondente, uova e fecola di patate, quindi può anche diventare un dolce da preparare all’ ultimo momento, magari quando succede di dover organizzare un pranzo o una cena con poco preavviso…

cof
non vi preoccupate se la torta si spaccherà in superficie, succede sempre così, è la sua caratteristica…

cof

Ingredienti:

  • 4 uova
  • 100 g burro
  • 170 g zucchero a velo
  • 250 g cioccolato fondente
  • 20 g fecola di patate

cof

Preparazione:

Per prima cosa fate sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria oppure nel forno a microonde. Aggiungete anche il burro e fate ammorbidire anche quello fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo. Lasciate raffreddare. Intanto in una ciotola capiente montate le 4 uova con lo zucchero a velo fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Quando la crema di cioccolato fondente e burro si sarà raffreddata, incorporate anche la fecola di patate già setacciata avendo cura di amalgamare bene il tutto per ottenere un composto senza grumi. A questo punto versatelo nella ciotola con le uova e lo zucchero, facendo molta attenzione a mescolare con delicatezza, facendo movimenti lenti, con una spatola dal basso verso l’ alto per evitare di smontare le uova. Rivestite una teglia rotonda con della carta forno e versatevi dentro tutto il composto. Infornate e cuocete a 180 gradi, in forno già caldo, modalità statica per circa 25 minuti. Se preferite una torta con il cuore meno umido potete continuare la cottura per altri 5 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare prima di estrarre dalla tortiera. Servite spolverizzata di abbondante zucchero a velo.

cof
io ho utilizzato uno stampo in silicone a forma di cuore, ma le quantità sono perfette per una teglia rotonda con diametro di 20 cm

cof

Confettura di cipolle rosse & alloro

cof
confettura di cipolle rosse aromatizzata con le foglie di alloro

cof

…ve ne sarete accorti: io adoro queste confetture agrodolci dal sapore un pò particolare, questa volta ve ne propongo una perfetta da accompagnare con formaggi stagionati, soprattutto di pecora ma ottima anche con gli arrosti di maiale o anche di cacciagione. A me piace moltissimo anche semplicemente spalmata sul pane, provatela in occasione di un aperitivo: per preparare degli stuzzichini originali e gustosi!  Ho utilizzato delle cipolle rosse ed ho aggiunto delle foglie di alloro per conferire una nota di profumo in più…

cof

cof

Ingredienti:

  • 1 kg di cipolle rosse
  • 400 g di zucchero semolato
  • 6 foglie di alloro

cof

cof

cof

Preparazione:

Sbucciate le cipolle rosse ed eliminate il primo strato più esterno, tagliatele a fettine con un coltello o tritatele grossolanamente con una mezzaluna. Trasferitele in una casseruola con lo zucchero e le foglie di alloro che avrete già accuratamente lavato. Io ho utilizzato lo zucchero semolato, ma voi potete anche scegliere di utilizzare quello di canna, il risultato sarà di una confettura dal sapore più “grezzo” e sicuramente un poco meno dolce. Mescolate bene le cipolle con lo zucchero e mettete sul fuoco a fiamma moderata. Fate attenzione a mescolare di tanto in tanto per evitare che la confettura si attacchi sul fondo. Quando il composto arriverà al bollore abbassate un poco la fiamma e continuate a cuocere per almeno 30/45 minuti. Per ottenere una consistenza più omogenea e vellutata potete frullare la confettura con un mixer ad immersione, avendo cura prima di eliminare le foglie di alloro. Se invece preferite una consistenza con la cipolla in pezzi potete tritare più finemente la cipolla prima della cottura e non utilizzare poi il frullatore ad immersione. La confettura sarà pronta quando, versandone un cucchiaino bollente su di un piattino, inclinandolo, non scivolerà velocemente ma tenderà a rimanere adesa sulla superficie del piattino. A questo punto riempite i vasetti di vetro che avrete accuratamente sterilizzato prima, lasciando mezzo centimetro dal bordo. Chiudeteli e capovolgeteli immediatamente affinchè si realizzi il sottovuoto. Una volta raffreddati riponeteli in un luogo asciutto e fresco e potrete conservarli fino a 3 mesi.

cof
cipolle rosse, foglie di alloro & zucchero: solo 3 ingredienti per preparare questa confettura agrodolce…
cof
bella anche da regalare….

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40