Pennette ricotta e limone

pennette7

pennette8

pennette9

Un primo dai sapori e dalle fragranze fresche, spicca fra tutti il limone profumatissimo, presente come ingrediente della pasta secca ma anche nel condimento assieme alla ricotta. Una pasta servita in pratici ed originali vasetti in vetro, su una base di fresella e pomodorini gialli gourmet La Fiammante. Un pizzico di rosmarino ed aglio per aromatizzare et voilà…

pennette1
Pennette lisce al limone de La Fabbrica della Pasta di Gragnano

pennette2

pennette4

Ingredienti:

  • 200 g di Pennette lisce al limone de La Fabbrica della Pasta di Gragnano
  • 150 g ricotta fresca
  • 1 limone
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb
  • 1 fresella
  • 200 g Pomodorini gialli Gourmet La Fiammante
  • rosmarino qb
  • 1 spicchio di aglio

pennette12

Preparazione:

Prendete la fresella e mettetele in ammollo qualche minuto in acqua fredda, intanto nel mixer versate i pomodorini gialli, 1 spicchio di aglio e qualche foglia di rosmarino,un filo d’olio d’oliva, poi aggiungete anche la fresella ormai ammorbidita, frullate. Aggiustate di sale e pepe e versate il composto sul fondo del vasetto di vetro che userete come contenitore monopersona per servire le pennette. Ora dedicatevi al condimento a base di ricotta e limone, mentre aspettate che bolla l’acqua per la pasta. In una ciotola iniziate a lavorare la ricotta fresca, aggiungete la scorza di mezzo limone, sale e un pizzico di pepe, un filo di olio. Continuate a lavorare fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo, se necessario aggiungete un pò di acqua di cottura della pasta per allungare la crema di ricotta in caso vi rimanga troppo densa. Cucinate le pennette e scolatele un poco al dente. Conditele con la crema di ricotta al limone e trasferitele nei vasetti di vetro sopra alla base di fresella e pomodorini. Decorate con qualche pomodorino e rosmarino. Un filo d’olio a crudo e un pizzico di sale e pepe.

pennette3

pennette5
nel mixer la fresella “spugnata” & i pomodorini gialli….

pennette10

pennette11

Con questa ricetta partecipo al Contest “Pomorosso d’Autore” ricette di pasta      realizzato da MySocialRecipe in collaborazione con La Fiammante e la Fabbrica della Pasta di Gragnano

http://www.mysocialrecipe.com/contest/pomorosso-dautore/ricette-di-pasta-2017/

https://www.lafiammante.it/

http://www.lafabbricadellapastadigragnano.it/

Ricette di Pasta 2017

Sole di Capri in terra di Romagna

solecapri5

…un piatto che nasce dalla contaminazione fra due terre di sole e di mare, la Campania con i suoi colori e aromi che sanno appunto di sole caldo, di mare, di vacanze e la Romagna anch’essa rappresentata da gusti decisi, con ingredienti semplici e genuini…Fagioli & cozze: un’accostamento tipico della cucina napoletana, un condimento ricco e gustoso che esalta ed avvolge la pasta e che unisce sapori di mare e di terra…Squacquerone & rucola: un connubio vincente in romagna, utilizzato soprattutto per farcire la piadina, un formaggio fresco dal gusto acidulo che si sposa a perfezione con il sapore amarognolo della rucola…L’unione di questi due abbinamenti in un primo di pasta, dal formato meraviglioso, racchiude in un solo piatto due culture culinarie ricche di storia e tradizioni….

solecapri2
il Sole di Capri, un bellissimo formato monoporzione della Fabbrica della Pasta di Gragnano

solecapri3

 

solecapri4

Ingredienti: (per 2 persone)

  • 2 sole di Capri
  • 100 g fagioli cannellini
  • 100 g cozze
  • 250 g squacquerone
  • 200 g rucola
  • 50 g di pomodorini il Corbarino La Fiammante
  • aglio e prezzemolo qb
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb

solecapri8

solecapri1

Preparazione:

Lavate bene le cozze e fatele aprire con uno spicchio di aglio, prezzemolo e olio, in un tegame con coperchio a fuoco vivace. Preparate un trito con altro prezzemolo ed uno spicchio di aglio e fatelo soffriggere con un filo di olio, aggiungete i fagioli e fateli rosolare per una decina di minuti, incorporate anche i pomodorini, infine aggiungete anche qualche cucchiaio del liquido di cottura delle cozze, ma solo dopo averlo filtrato per eliminare eventuali residui di sabbia. Al termine frullate il tutto nel mixer fino ad ottener un composto cremoso a cui poi aggiungere anche le cozze già pulite. Aggiustate di sale & pepe. Prendete la rucola, lavatela accuratamente e mettetela nel mixer con unpò di olio d’oliva, sale & pepe, frullate fino ad ottenere un pesto dalla texture abbastanza liscia. In una ciotola lavorate con una frusta lo squacquerone per ottenere anche in questo caso un composto cremoso ed omogeneo, se necessario aggiungete un filo di olio. A questo punto cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Predisponete sul piatto di portata prima la crema di scquacquerone, poi uno strato di pesto di rucola. Scolate la pasta e posizionatela sopra al pesto, poi condite con la crema di fagioli e cozze. Servite con un filo di olio a crudo.

solecapri6

Con questa ricetta partecipo al Contest “Pomorosso d’Autore” ricette di pasta      realizzato da MySocialRecipe in collaborazione con La Fiammante e la Fabbrica della Pasta di Gragnano

http://www.mysocialrecipe.com/contest/pomorosso-dautore/ricette-di-pasta-2017/

https://www.lafiammante.it/

http://www.lafabbricadellapastadigragnano.it/

Ricette di Pasta 2017

 

Caccavelle 4 stagioni

Le Caccavelle della Fabbrica della Pasta di Gragnano

Si tratta di un formato di pasta molto grande, la sua forma è quella di un pentolino: la “caccavella” in napoletano. Si presta appunto per la sua forma ad essere utilizzata con una abbondante farcitura, “imbottitura” per l’esattezza, sempre in napoletano. Si cucina sostanzialmente in 2 tempi: prima si fa scottare in acqua salata, poi si farcisce ed infine si termina la cottura in forno.

caccavella1

Ho ricevuto in omaggio una confezione da 4 caccavelle, davvero molto belle, la prima cosa a cui ho pensato guardandole sono state le stagioni, una associazione forse un pò scontata, ma questa idea di farcire ogni caccavella con prodotti ed ingredienti tipici di ogni stagione mi ha proprio folgorato e soprattutto la voglia di accostare colori & sapori legati ai diversi periodi dell’anno mi ha portato al supermercato di volata. Quindi ho cercato di realizzare un candido e bianco inverno con una farcia di finocchio e cavolfiore, una vellutata besciamella e delle mandorle a scaglie. Una primavera tutta verde: pisellini, fave, asparagi & carciofi freschi, qualche cipollina e tanta ricotta, una decorazione con fiori di malva, perchè che primavera è senza neanche un fiore?? Un’estate che sa di sapori e profumi del sud: melanzane, conserva di pomodoro, provola, con qualche pomodorino confit e tanto basilico fresco. Ed infine un autunno con tutti i colori delle foglie che cadono: gialle come i pomodorini, arancioni come la zucca e marroni come i funghi porcini, con una solverata di profumato curry.

caccavella13
…una nevicata di mandorle in scaglie per l’inverno
caccavella12
…fiori di malva in primavera
caccavella9
…basilico fresco sull’estate
caccavella10
…una spolverata di curry per l’autunno

Ingredienti:

  • 4 caccavelle della Fabbrica di Gragnano
  • olio d’oliva qb
  • sale qb

…per la caccavella d’inverno…

  • 125 g besciamella
  • 100 g finocchio
  • 100 g cavolfiore
  • cannella in polvere qb
  • 30 g mandorle a scaglie

…per la caccavella di primavera…

  • 100 g ricotta
  • mezzo carciofo
  • 2 asparagi
  • 50 g fave fresche
  • 50 g pisellini freschi
  • 1 cipollina fresca
  • prezzemolo tritato qb
  • fiori di malva qb

…per la caccavella d’estate…

  • 100 g passata pomodoro La Fiammante
  • 1 melanzana
  • 80 g provola
  • 4/5 pomodorini a grappolo freschi
  • basilico fresco qb
  • zucchero a velo qb

…per la caccavella d’autunno…

  • 100 g besciamella
  • 100 zucca
  • 80 g porcini freschi
  • qualche pomodorino giallo linea gourmet la Fiammante
  • curry in polvere qb
  • rosmarino qb

Per questa ricetta ho utilizzato prodotti di qualità, eccellenze del made in Italy: la storica produzione di conserve alimentari La Fiammante, prima filiera chiusa di pomodoro 100% italiano al sud e La Fabbrica della Pasta di Gragnano, il primo pastificio ad aver ottenuto il riconoscimento “Pasta di Gragnano I.G.P.”, grande tradizione che si affianca ad una lavorazione rigorosamente artigianale. Pasta e pomodoro sono da sempre gli ambasciatori del gusto italiano nel mondo, interpreti della grande tradizione artigianale e della straordinaria creatività in cucina di un intero popolo: una gioiosa celebrazione di bellezza e salute che va avanti da 200 anni, tra memoria ed innovazione.

caccavella7

Preparazione:

Per prima cosa sbollentate le caccavelle: mettete a bollire in una pentola di grandi dimensioni acqua e sale. Quando l’acqua bolle calate le caccavelle e fate cuocere pre circa 10 minuti, durante la cottura giratele di tanto in tanto, delicatamente per evitare di romperle. Trascorso il tempo necessario togliete le caccavelle dall’acqua con la schiumarola e fatele scolare capovolte su di un canovaccio. A questo punto iniziate con la preparazione delle farciture. Per quanto riguarda l’inverno: lessate in acqua il cavolfiore ed il finocchio, scolteli ancora croccanti e tagliateli a piccoli pezzi. Amalgamate il cavolfiore ed il finocchio con la besciamella, condite con un filo d’olio, un pizzico di cannella in polvere ed aggiustate di sale. Farcite la prima caccavella fino quasi all’orlo. Per la primavera, fate scottare in acqua salata mezzo carciofo, che avrete già tagliato a fette e mantenuto in acqua e limone, 2 asparagi, i pisellini e le fave fresche. Anche queste verdurine lasciatele un poco croccanti ed amalgamatele con la ricotta, condite con un filo d’olio, un pizzico di prezzemolo tritato finemente e qualche fetta di cipolla che avrete fatto soffriggere in padella con un filo di olio. Farcite anche la seconda caccavella. Per la caccavella dell’estate preparate una sorta di parmigiana, fate saltare in padella con dell’olio d’oliva mezza melanzana tagliata a fette. Intanto fate cuocere in forno qualche pomodorino condito con sale olio, qualche spezia di vostro gradimento ed una manciata di zucchero a velo. Farcite la caccavella con strati alterni di passata di pomodoro, melanzane e la provola tagliata a fettine sottili. Guarnite con qualche pomodorino confit. Infine per la caccavella dell’autunno fate velocemente cuocere in forno la zucca tagliata a listarelle sottili. Intanto fate saltare in padella con un pò di olio il fungo porcino tagliato a fette sottili. Amalgamate i funghi, la zucca, qualche pomodorino giallo con un pò di besciamella, aggiustate di sale, condite con un filo d’olio e qualche rametto di rosmarino. Trasferite le caccavelle su una teglia rivestita di carta forno e cuocete in forno già caldo a 180 gradi per circa 20 minuti. Sfornate e servite ancora calde: guarnite la caccavella d’inverno con delle mandorle a scaglie, decorate la caccavella di primavera con qualche fiore di malva, aggiungete a quella dell’estate foglie di basilico fresco e cospargete quella d’autunno con una spolverata di curry.

Ecco le caccavelle pronte per essere infornate:

caccavella2
…candido inverno
caccavella3
…verde primavera
caccavella5
…un’estate dai profumi del sud
caccavella4
…caldo autunno

Con questa ricetta partecipo al Contest “Pomorosso d’Autore” ricette di pasta      realizzato da MySocialRecipe in collaborazione con La Fiammante e la Fabbrica della Pasta di Gragnano

http://www.mysocialrecipe.com/contest/pomorosso-dautore/ricette-di-pasta-2017/

https://www.lafiammante.it/

http://www.lafabbricadellapastadigragnano.it/

Ricette di Pasta 2017

Crema di nocciole & fette biscottate homemade

…in una giornata piovosa come questa cosa c’è di meglio di una merenda golosa tutta fatta in casa?? allora perchè non optare per una crema spalmabile di nocciole, vellutata e profumata con delle fragranti fette biscottate ancora calde, appena sfornate?? una merenda perfetta per i più piccoli ma che piace anche ai più grandi……

contestnoci11

…partiamo dalla preparazione più veloce: la crema spalmabile alle nocciole…

contestnoci1
nocciole tostate

contestnoci6

Ingredienti:

  • 150 g nocciole già sgusciate
  • 75 ml olio di arachidi
  • 400 g cioccolato fondente
  • 30 g cacao in polvere
  • un pizzico di sale

Preparazione:

Sostanzialmente il segreto della buona riuscita di questa crema spalmabile sta nel tostare e soprattutto nel frullare bene le nocciole nel frullatore, è indispensabile per poi ottenere una consistenza pastosa e senza grumi e quindi una texture omogenea & vellutata. Prendete le nocciole, che devono essere già pulite e senza pellicine, riponetele su una teglia rivestita di carta forno e tostatele per circa 8/10 minuti ad una temperatura medio alta ma non troppo per evitare che si brucino. Io ho provato anche con le nocciole già tostate ed il risultato è stato comunque ottimo. Dopo di chè, lasciatele  intiepidire e versatele nel mixer. Se avete comprato le nocciole già tostate saltate tutto il passaggio precedente e mettetele direttamente nel mixer, aggiungete a filo l’olio di arachidi. Continuate a frullare fino a quando non avrete ottenuto un composto cremoso, liscio ed omogeneo. Sciogliete il cioccolato fondente a bagno maria, aggiungetelo nel mixer e per ultimo anche il cacao ed un pizzico di sale. Frullate nuovamente ed avrete ottenuto una golosa & sana crema spalmabile homemade.

contestnoci4
riducete le nocciole in polvere nel mixer
contestnoci5
aggiungete l’olio a filo, il cioccolato sciolto, il cacao ed un pizzico di sale

contestnoci12

…passiamo alla preparazione delle fette biscottate…

Ingredienti:

  • 150 g farina 00
  • 350 g farina tipo manitoba
  • 150 g burro
  • 125 ml latte
  • 50 ml acqua
  • 3 uova
  • 15 g lievito di birra fresco
  • 20 g zucchero
  • 20 g miele
  • 8 g sale

Preparazione:

Mettete a sciogliere il lievito di birra nei 50 ml di acqua, meglio se tiepida. Intanto versate le farine setacciate in planetaria. Aggiungete il lievito sciolto in acqua. Iniziate ad impastare con la foglia. Ora aggiungete 2 uova intere, lo zucchero, il miele ed il latte intiepidito. Continuate ad impastare per almeno 15 minuti, fino a quando non avrete ottenuto un impasto omogeneo. A questo punto sostituite la foglia della planetaria con il gancio ed aggiungete il sale ed il burro, tagliato a tocchetti, poco per volta: dopo che ogni tocchetto di burro sarà assorbito, aggiungete il successivo. Continuate ad impastare per almeno altri 15 minuti. Dovrete ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Formatene una palla e trasferitela in una ciotola, ricopritela con della pellicola trasparente e lasciate lievitare per almeno mezz’ ora. L’ ideale sarebbe in forno spento, precedentemente appena scaldato. Trascorso questo tempo trasferite l’ impasto in uno stampo da plumcake già imburrato. Riponetelo nuovamente in forno a lievitare, fino a quando non si gonfierà fino al bordo dello stampo (può essere necessaria quasi un’ ora.) A questo punto spennellate tutta la superficie del pan brioche con un tuorlo sbattuto. Cuocetelo in forno a 180 gradi per 40 minuti in modalità statica. Lasciatelo poi intiepidire, rimuovetelo dallo stampo e lasciatelo raffreddare completamente. Una volta freddo ricavatene delle fette con uno spessore di circa 1/2 cm. Riponetele su una teglia rivestita di carta forno ed infornate nuovamente in modalità statica a 150 gradi per circa 1 ora. Saranno pronte quando avranno raggiunto un bel colore bruno. A questo punto sfornatele e lasciatele raffreddare.

fette biscottate1
aggiungete alle farine il lievito sciolto nell’ acqua tiepida…
fettebiscottate2
aggiungete le uova, lo zucchero e il latte e continuate a lavorare…
fettebiscottate3
aggiungete sale, burro poco alla volta ed impastate con il gancio…
fettebiscottate4
…prima lievitazione in una ciotola…
fettebiscottate5
…seconda lievitazione nello stampo…
fettebiscottate6
…lasciate raffreddare e poi tagliate a fette…
fettebiscottate8
…pronte per la seconda cottura…

Con questa ricetta partecipo al contest “Noci, nocciole & frutta secca” del blog “lastufaeconomica”

Settimo contest:” NOCI, NOCCIOLE & frutta secca “

Contest “DI CUCINA IN CUCINA”

…qualche giorno fa ho ricevuto la bellissima notizia da Barbara del blog “Un giorno senza fretta” , di essere stata scelta come vincitrice del contest “Di Cucina in Cucina” dei mesi di marzo/aprile. Il contest itinerante ideato appunto da Barbara, era ospitato dal blog “Shake your Free Life” di Manolo a tema “Un pic nic tra amici” e nei prossimi 2 mesi sarò invece io che avrò il piacere di ospitare il contest e decidere quale sarà il tema…Ringrazio di cuore Barbara & Manolo

rispetto alla scelta del tema, la prima cosa che mi è venuta in mente e che devo ammettere caratterizza moltissimo la mia cucina è l’ attenzione nel seguire la stagionalità dei prodotti che utilizzo, del resto sono cresciuta in campagna ed ho iniziato a cucinare assieme alla nonna che ogni giorno mi insegnava quanto era importante utilizzare gli ingredienti freschi, raccolti nell’orto. Nella cultura contadina la ciclicità delle stagioni è implicita ed è spontaneo associare l’utilizzo ed il consumo di determinati prodotti della natura secondo un criterio stagionale. Utilizzare prodotti di stagione non solo è sinonimo di cucina sana, con ingredienti freschi, più genuini, ma anche cucina del risparmio. Inoltre acquistare prodotti di stagione provenienti dalle campagne limitrofe è anche una scelta ecologica, limitando l’inquinamento dovuto al trasporto delle merci. Ciò significa anche utilizzare prodotti più saporiti, gustosi, profumati perchè va da sè che frutta e verdura mantenute in celle frigorifere, per lunghi trasporti o nei depositi dei supermercati non avranno mai sapore, colore e profumo di quelle appena raccolte…

Concludendo ho deciso che il tema da me scelto sarà: “sapori & profumi dell’orto di inizio estate” quindi via libera a tutti quei prodotti che il sole di maggio e giugno fa maturare nelle campagne nostrane, frutta e verdura colorata e profumata, succosa e gustosa, ricca di tutte le caratteristiche nutrizionali che solo la frutta e verdura fresca di stagione conserva appieno. Solo per fare qualche esempio per il mese di maggio: fave e piselli, patate novelle, ciliege e lamponi, a giugno: zucchine, melanzane e fagiolini, albicocche… Aspetto con piacere tutte le vostre ricette in cui saranno valorizzate la frutta e la verdura gustosa e profumata che possiamo trovare in un orto all’ inizio dell’ estate!!!!

contestdcic4

Queste sono le regole del contest “DI CUCINA IN CUCINA”

  • l’inizio del contest è previsto per il giorno 8 maggio 2017, avrà durata di circa 2 mesi e terminerà il giorno 30 giugno 2017
  • il contest è aperto solo ai possessori di un blog visto e considerato che il premio finale consiste nella possibilità di ospitare il contest nei 2 mesi successivi scegliendo il tema della nuova sfida ed avere la possibilità di conoscere nuovi blog e blogger
  • ogni blogger potrà partecipare con un massimo di 2 ricette (dolci o salate) che naturalmente dovranno essere pertinenti al tema da me prescelto
  • chi partecipa dovrà esporre nella sidebar o nella pagina dedicata il banner del contest e dovrà inserirlo anche nella ricetta con cui sceglie partecipare
  • entro il giorno 3 luglio 2017 sarò io a scegliere le 3 ricette finaliste spiegando le mie motivazioni
  • il giorno 4 luglio 2017 sarà invece Barbara,la padrona di casa a proclamare la blogger vincitrice sulla sua pagina facebook, fra le 3 finaliste da me prescelte
  • per partecipare lasciate un commento in questa pagina, riportando il link della vostra ricetta in modo che io possa aggiornare la lista di tutte le ricette partecipanti: vi aspetto numerosi!!!

Questo è il banner del contest

 

Ricette partecipanti:

. Crumble di more di gelso rosse  di Barbara http://unamammachecucina.blogspot.it/2017/06/crumble-di-more-di-gelso-rosse.html

. Cinque salse per un pinzimonio, ovvero una cena vegetariana per Elisa  di Francesca

https://fraduefuochi.wordpress.com/2017/06/19/pinzimonio-salsa-verde-romesco-tzatziki-guacamole-di-melanzane/