Torta di rose alle mele

IMG_20200113_160314

…la torta di rose alle mele è una torta lievitata, morbidissima e profumata, preparata con una pasta brioche. Io ho utilizzato la scorza di limone ma se preferite potete aromatizzarla anche con la cannella, sarà sufficiente non utilizzare la scorza grattugiata nell’impasto e aggiungere invece 2 cucchiaini di cannella in polvere. Io personalmente preferisco la nota fresca ed agrumata del limone, perchè anche durante le fasi di lievitazione mi inonda la cucina di un profumo delizioso. Certamente è necessaria un pò di pazienza, perchè la ricetta prevede ben 2 fasi di lievitazione, ma il risultatato vi ricompenserà di qualche ora in più spesa per la preparazione…

IMG_20200113_160226

IMG_20200113_160408

Ingredienti:

  • 220 g di farina Manitoba
  • 240 g di farina 00
  • 80 g di zucchero semolato
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 75 g di burro
  • 180 ml di latte intero
  • 12 g di lievito di birra
  • la scorza di 1 limone
  • un cucchiaino raso di sale

Ingredienti per la farcitura

  • 4 mele
  • 70 g di burro ammorbidito
  • 120 g di zucchero di canna
  • il succo di 1 limone

Preparazione:

  • In una ciotola sciogliete il lievito di birra con il latte intero leggermente tiepido aggiungendo un cucchiaino di zucchero o di miele.
  • In planetaria versate tutti gli ingredienti tranne il sale, ovvero la farina 00, la farina Manitoba, lo zucchero semolato, 1 uovo ed 1 tuorlo, il latte con lievito e la scorza grattugiata di un limone. Impastate con la frusta a foglia per circa un minuto a bassa velocità.
  • Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati fra loro, sostituite la frusta a foglia con la frusta a gancio e cominciate ad impastare. Aggiungete in più riprese il burro fatto a tocchetti e lavorate l’impasto per 10 minuti circa fino a quando non risulterà ben incordato ed omogeneo. In ultimo aggiungete il sale ed impastate per un altro minuto.
  • Quando l’impasto sarà morbido ma non appiccicoso spegnete la planetaria. Fate lievitare il panetto in luogo tiepido per circa 3 ore (dovrà raddoppiare di volume.)
  • Trascorso il tempo necessario alla prima lievitazione e l’impasto avrà raddoppiato il suo volume dedicatevi alla farcitura: sbucciate le mele a fettine molto sottili ed irroratele con succo di limone per non farle annerire.
  • Sciogliere il burro in un pentolino e fate raffreddare.
  • Prendete l’impasto e stendetelo con l’aiuto di un matterello su di una spianatoia leggermente infarinata, formate un rettangolo abbastanza sottile.
  • Spennellate tutta la superficie con burro fuso aiutandovi con un pennello e successivamente cospargete tutta la superficie con zucchero di canna.
  • Tagliate l’impasto a strisce di uguali dimensioni. Su di ogni striscia seguendo l’altezza sistemate le fettine di mele una accanto all’altra e arrotolate formando una girella. Posizionate tutte le “girelle” di impasto che avete creato in una teglia da 28 cm di diametro ben imburrata. Anche se rimane un pò di spazio fra l’una e l’altra non ci sono problemi perchè poi l’impasto crescerà nuovamente.
  • Fate lievitare per un’altra ora in forno spento con la luce accesa.
  • Quando le “girelle” si saranno unite, spennellate con del burro fuso la superficie e le mele che fuoriescono.
  • Cuocete in forno, preriscaldato, modalità statica a 180° per circa 30-35 minuti. Se dovesse colorirsi troppo la superficie potete utilizzare un pò di carta argentata per ricoprirla.
  • Sfornate, fate intiepidire la torta  e servite cosparsa di abbondante zucchero a velo.
  • Conservate in luogo fresco e asciutto ed al riparo dall’umidità, vedrete che si conserverà morbidissima anche per qualche giorno.

IMG_20200113_160450

 

 

Colomba

cof
…in questo caso ho farcito la colomba con una crema delicata allo yogurt e formaggio spalmabile in ugual misura resa più dolce da qualche cucchiaio di zucchero…
cof
…in superficie dopo la cottura ho aggiunto altra crema al formaggio, fragole fresche, meringhe e mandorle…

…mancano pochissimi giorni a Pasqua: ecco una ricetta facile per preparare una colomba fatta in casa, soffice e buonissima, che non nulla da invidiare a quelle di pasticceria e con un sapore molto simile a quella tradizionale…

cof

cof

Ingredienti:

…per la colomba…

  • 500 g farina manitoba
  • 100 g zucchero semolato
  • 150 ml acqua
  • 100 g burro
  • 15 g lievito di birra
  • 5 g sale
  • 3 uova
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • estratto di vaniglia qb

…per la glassa…

  • 40 g farina di mandorle
  • 10 g amido di mais
  • 100 g zucchero semolato
  • 1 uovo (solo albume)
  • zucchero a velo qb
  • mandorle qb

cof

Preparazione:

In planetaria, con il gancio a foglia, versate la farina, il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero, il burro a pezzetti (ancora freddo di frigorifero), 2 uova intere a temperatura ambiente e 1 tuorlo a temperatura ambiente, la scorza grattugiata di 1 arancia e 1 limone, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia e circa metà dell’ acqua. Azionate la planetaria e impastate per qualche minuto. A questo punto aggiungete la restante acqua ed il sale. Riprendete ad impastare e continuare per 15 minuti, utilizzando ora però il gancio ad uncino, fino ad ottenere un impasto elastico ed incordato. Per dare maggiore forza alla pasta staccate per un paio di volte l’ impasto dal gancio e capovolgetelo.

Fate lievitare in una ciotola, ben coperta con pellicola trasparente l’ impasto, almeno per 2 ore, fino a quando non triplica di volume. Per aiutare la lievitazione potete riporre la ciotola in forno spento ma con la luce accesa, preriscaldato a 50 gradi.

Trascorso il tempo necessario alla prima lievitazione, riprendete l’ impasto con le mani, sgonfiatelo e spostatelo su un piano di lavoro. Arrotolate l’ impasto su se stesso, prima da una parte e poi arrotolatelo nuovamente su se stesso, ma verso l’ altro senso.  Dividetelo in 2 parti uguali e poi arrotolate nuovamente i 2 pezzi ottenuti, che formeranno le ali ed il corpo della colomba. Allungate un pò un pezzo e posizionatelo all’ interno dello stampo, nella parte più larga e più stretta, a mò di ferro di cavallo. Prendete l’ altro pezzo, quello che servirà per il corpo, allungatelo un pò e sistematelo sopra all’ impasto già posizionato nello stampo, nella parte dello stampo più stretta e lunga, che appunto è quella che rappresenta il corpo della colomba.

Fate lievitare fino a quando l’ impasto non raggiungerà il bordo dello stampo, possono essere necessarie anche 3 ore, dipende dalla temperatura. Anche in questo caso per favorire il processo potete riporre lo stampo all’ interno del forno spento, con la luce accesa.

Durante il tempo della seconda lievitazione, dedicatevi alla preparazione della glassa mandorlata: in una ciotola versate 1 albume, la farina di mandorle, l’ amido di mais e lo zucchero. Con una frusta mescolate bene il tutto.

Trascorso il tempo necessario alla seconda lievitazione, con un pennello cospargete delicatamente la glassa mandorlata la superficie della colomba. Aggiungete anche qualche mandorla intera e cospargete infine con abbondante zucchero in granella. Infornate e cuocete in modalità statica a 185 gradi, in forno preriscaldato per 40 minuti. Per evitare che la superficie si faccia troppo scura, sistemate la colomba nella parte più bassa del forno, se comunque vedete che diventa marrone scuro, coprite la colomba con un foglio di alluminio. Prima di sfornare fate la prova con lo stecchino. Sfornate e fate raffreddare. Servite spolverizzata anche con dello zucchero a velo.

Se preferite potete arricchire la vostra colomba con dei canditi oppure per i più golosi con delle gocce di cioccolato. Altrimenti una volta raffreddata, potete farcire la colomba con mascarpone oppure, se preferite una opzione più leggera potete preparare una crema con yogurt e formaggio spalmabile in parti uguali dolcificata con qualche cucchiaio di zucchero semolato ed aggiungere come ho fatto io anche delle fragole fresche.

cof

cof

Focaccia con uva nera

cof
i sapori ed i colori di settembre direttamente nella focaccia…

…avete mai assaggiato la focaccia salata con l’ uva? Originariamente si tratta di una ricetta tipica toscana, la ciaccia con l’ uva, preparata con la pasta del pane ed arricchita con chicchi di uva fresca. Ne esistono di versioni salate oppure dolci. Io oggi voglio proporvi una semplice ricetta per preparare una gustosa focaccia salata con chicchi di uva nera in superficie: provatela semplicemente per merenda, per un brunch o per sorprendere gli ospiti con una focaccia un pò più originale…

cof

cof

Ingredienti:

  • 300 g farina 00
  • 240 ml acqua
  • 10 g lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di sale fino
  • 1 cucchiaino di zucchero semolato
  • 2 cucchiai olio d’ oliva
  • 200 g uva nera
  • 1 rametto di rosmarino

cof

cof

Preparazione:

In una ciotola versate l’ acqua tiepida, aggiungete il cucchiaino di zucchero e mescolate bene per farlo sciogliere. Aggiungete ora il lievito di birra fresco e continuate a mescolare fino a quando non si sarà sciolto anch’ esso. Versate anche i 2 cucchiai di olio d’ oliva. Infine versate la farina in cui avrete già incorporato il sale, poco per volta, continuando ad impastare. Impastate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, abbastanza appiccicoso e morbido. Lasciate a lievitare in una ciotola ricoperto da un canovaccio per qualche ora fino a quando non avrà raddoppiato il suo volume. Prendete una teglia da forno, rotonada o rettangolare, come preferite, e ungetela leggermente. Versate l’ impasto nella teglia e con le dita distribuitelo in maniera omogenea fino a ricoprire tutta la superficie. Lasciate riposare per la seconda lievitazione per almeno mezz’ ora. Trascorso il tempo della seconda lievitazione, distribuite sulla superficie della focaccia i chicchi di uva nera, se sono molto grandi io li taglio a metà. Cospargete anche con un pò di sale, io preferisco quello grosso e del rosmarino. Infornate e cuocete in modalità statica a 210 gradi per circa 20 minuti in forno già caldo. Quando la focaccia avrà assunto un bel colore dorato, sfornate e lasciate raffreddare prima di tagliarla.

Girandole lievitate con uvetta

IMG_20180224_155836

IMG_20180224_153543

IMG_20180224_153548

…queste alre girandole lievitate differiscono dalle precedenti per la forma e la farcitura: ho aggiunto l’ uvetta sultanina ed ho preparato le brioche a forma di “ghirlanda” mantenendo il buco al centro. Profumatissime e golose, sono perfette anche queste per iniziare la giornata con dolcezza, per la merenda dei più piccoli o semplicemente quando una piccola pausa dolce non può che migliorare la giornata…

IMG_20180224_155201
…con una colazione così, è già primavera, anche se fuori piove ed è freddissimo…

IMG_20180224_155236

IMG_20180224_155345

IMG_20180224_160158

Igredienti:

  • 250 g farina 00
  • 250 g farina manitoba
  • 220 ml latte
  • 50 g burro
  • 75 g zucchero
  • 25 g lievito di birra fresco
  • 1 uovo
  • 1 limone
  • 100 g uvetta sultanina
  • 100 g confettura
  • sale qb
  • zucchero in granella qb

IMG_20180224_160053

IMG_20180224_155307

IMG_20180224_155253

Preparazione:

Fate sciogliere il lievito nel latte che avrete leggermente intiepidito. Intanto in una ciotola capiente versate le farine, lo zucchero, l’ uovo, il latte in cui si è sciolto il lievito, il burro ammorbidito e la scorza di 1 limone grattugiata, ed infine un pizzico di sale. Impastate e lavorate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido, liscio ed omogeneo. Formate una palla , copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare in un luogo tiepido per almeno 3 ore. Intanto mettete in ammollo l’ uvetta in una ciotola con dell’ acqua tiepida. Trascorso il tempo necessario per la prima lievitazione, riprendete l’ impasto e trasferitelo sul piano di lavoro che avrete leggermente infarinato. Stendetelo con il matterello in modo da ottenere un rettangolo di circa mezzo cm di spessore. Spalmate su metà della superficie un sottile strato di confettura. Sgocciolate e strizzate l’ uvetta. Cospargete sopra la confettura l’ uvetta. A questo punto ricoprite la metà in cui avete steso la confettura con l’ altra metà dell’ impasto, praticate una leggera pressione con le dita in modo da far aderire e compattare bene le 2 parti. Ora con un coltello affilato ricavatene tante strisce lunghe al massimo 10/12 cm, con una larghezza di circa 1 cm. Attorcigliate ogni striscia su se stessa a mo’ di elica e poi avvicinate i 2 lembi per formare un cerchio. Trasferite ogni girandola direttamente su di una teglia rivestita di carta forno, avendo cura di mantenere una certa distanza fra le brioche, perchè con la seconda lievitazione l’ impasto aumenterà nuovamente di volume.  Trasferite la teglia in forno, con la luce accesa, per almeno 1 altra ora . Trascorso il tempo necessario per la seconda lievitazione, tirate fuori dal forno la teglia. Spennellate la superficie di ogni girandola con poco latte e decorate cospargendo con della granella di zucchero. Intanto accendete il forno in modalità statica, a 180 gradi. Quando si sarà riscaldato rimettete dentro la teglia e cuocete per circa 15/20 minuti. Fate attenzione, il tempo è abbastanza indicativo e può variare di qualche minuto in base alle dimensioni delle brioche che avete ottenuto. In ogni modo quando la superficie avrà assunto un bel colore dorato, le girandole saranno cotte. Sfornate e gustatevi queste deliziose brioche lievitate.

IMG_20180224_133437
…arrotolate a mo’ di elica ogni striscia ed avvicinate i 2 lembi per formare un cerchio…
IMG_20180224_134241
…ecco le brioche pronte per la seconda lievitazione…
IMG_20180224_134251
…spennellate ogni girandola con poco latte e cospargete con granella di zucchero…
IMG_20180224_150216
…ecco le girandole pronte per essere infornate…
IMG_20180224_153531
…eccole pronte per essere gustate…

Crackers

IMG_20171011_162206

IMG_20171011_161948

IMG_20171011_162322

…sottili sfoglie di pasta di pane, fragranti, croccanti, uno tira l’altro e senza troppa difficoltà si possono anche preparare in casa: ecco una ricetta semplice per cucinare dei gustosi crackers, potete conferirgli la forma che più preferite: rettangolare, quadrata oppure rotonda, l’importante sarà,  praticare sempre sulla superficie, prima di infornare, tanti piccoli buchini per evitare che in cottura si formino troppe bolle d’ aria. Potete condirli semplicemente con del sale oppure potete aggiungere anche rosmarino oppure semi croccanti…

IMG_20171011_162130

IMG_20171011_162154

Ingredienti:

  • 500 g farina 00
  • 120 ml olio d’oliva
  • 4 g lievito di birra secco
  • 180 ml acqua
  • 10 g sale

IMG_20171011_162043

Preparazione:

In una ciotola capiente versate la farina già setacciata. Dividete in 2 parti l’acqua, in una metà sciogliete il lievito di birra disidratato (io per comodità utilizzo acqua tiepida, perchè è più facile sciogliere poi il lievito), nell’altra metà sciogliete il sale. Una volta che il lievito sarà completamente sciolto versate il composto al centro della farina. Iniziate ad impastare. Versate a filo anche l’acqua in cui avete sciolto il sale. Continuate ad impastare e versate a filo anche tutto l’olio. Una volta ottenuto un impasto più compatto trasferitelo su una spianatoia e continuate a lavorare con le mani fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo. Copritelo con la pellicola trasparente e lasciate lievitare per almeno 2 ore. Trascorso il tempo necessario, il panetto deve essere raddoppiato di volume. A questo punto dividete l’impasto in diverse porzioni e stendetene ognuna con il mattarello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di non più di 2 mm. Tagliate i bordi delle sfoglie con un tagliapasta in modo da ottenere dei contorni regolari, potete scegliere di preparare dei crackers quadrati oppure rettangolari come quelli classici che si trovano in commercio. Potete anche scegliere di preparare dei crackers di forma rotonda, in questo caso potete utilizzare il bordo un piccolo bicchiere oppure di una tazzina per ottenere una forma rotonda perfetta. Con una forchetta oppure uno stecchino per spiedini praticate tanti piccoli buchi su tutta la superficie dei crackers, di modo che in cottura non si formino troppe bolle di aria. Trasferite i crackers su di una teglia ricoperta di carta forno, spennellateli con poco olio e cospargete di sale tutta la superficie. Se gradite potete aggiungere anche rosmarino oppure dei semi croccanti. Infornate in modalità statica, in forno già caldo a 200 gradi per 10/12 minuti. Controllate prima di sfornare: i crackers dovranno dorarsi in superficie. Non appena sfornati, toglieteli subito dalla teglia per evitare che continuino a cuocersi diventando troppo scuri con il calore latente della teglia. Lasciate raffreddare.

IMG_20171011_162725

IMG_20171011_162511

IMG_20171011_143619
…stendete la sfoglia…
IMG_20171011_143634
…con un tagliapasta ricavate la forma dei crackers che più preferite…
IMG_20171011_143648
…praticate tante piccoli buchini sulla superficie di ogni crackers…

Pan Brioche

IMG_20171003_171912

IMG_20171003_171949

IMG_20171003_171830

…ecco una ricetta molto semplice per la realizzazione del pan brioche, forse la preparazione lievitata più versatile in cucina, profumato & leggermente dolce, dalla consistenza morbida & soffice, che si può utilizzare al posto del pane, magari per colazione o merenda, perfetto sia in abbinamento di ingredienti dolci come confetture e marmellate che salati come salumi o formaggi. Si presta appunto ad accostarsi sia preparazioni dolci che salate, grazie al suo sapore molto neutro per la scarsa quantità di zucchero utilizzato. Quello che preferisco quando preparo il pan brioche è di gran lunga il meraviglioso profumo che esce dal forno durante la cottura. Morbidissimo, si conserva anche per giorni, se chiuso in  un sacchetto trasparente per alimenti, sempre che non finisca subito. Potete scegliere la forma che più gradite: brioche o  panini monoporzione oppure panbauletto utilizzando uno stampo rettangolare da plumcake, per poi tagliarlo a fette…

IMG_20171003_172122

IMG_20171003_172153

IMG_20171003_172249

Ingredienti:

  • 500 g farina 00
  • 25 g lievito di birra fresco
  • 50 g zucchero semolato
  • 150 ml latte
  • 3 uova
  • 100 g burro
  • 1 pizzico di sale

IMG_20171003_172223

IMG_20171003_172236

Preparazione:

In un’ampia ciotola versate la farina e lo zucchero, amalgamate velocemente e fate una fontana. Sciogliete il lievito di birra fresco nel latte intiepidito e versate il tutto al centro della fontana. Aggiungete al centro della fontana anche le uova leggermente sbattute. Iniziate ad impastare mescolando gli ingredienti al centro della fontana, aggiungete un pizzico di sale ed il burro che avrete lavorato un pò con le mani e fatto a tocchetti. Lavorate bene l’impasto fino ad ottenere un panetto morbido ed elastico, comunque appiccicoso. Lasciatelo nella ciotola a lievitare per almeno 1 ora fino a che l’impasto sarà raddoppiato di volume, coperto con un canovaccio. Se decidete di preparare un panetto unico che poi taglierete a fette, trasferite l’impasto in uno stampo da plumcake rettangolare, di circa 30 cm, che avrete rivestito con un foglio di carta forno oppure precedentemente imburrato. Coprite nuovamente e lasciate lievitare almeno per 1 altra ora fino a quando vedrete fuoriuscire l’impasto gonfio dalle pareti dello stampo. Prima di infornare il pan brioche, spennellate la sua superficie con 1 uovo sbattuto. Infornate in forno già caldo, in modalità statica a 180 gradi per circa 25/30 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare il pan brioche prima di estrarlo dallo stampo, naturalmente tagliatelo a fette solo dopo che si sarà raffreddato. Potete anche realizzare il pan brioche sempre a forma di panetto ma formando 8/10 palline che poi disporrete in 2 file all’interno dello stampo da plumcake. In questo caso dopo la prima lievitazione, formate delle sfere dividento l’impasto in tanti pezzi e poi lavorandole con le mani. Disponete le sfere con la parte esteticamente meno perfetta rivolta verso il fondo dello stampo che avrete ricoperto con un foglio di carta forno oppure imburrato. Lasciate anche in questo caso nuovamente lievitare. Trascorso il tempo necessario, almeno 1 ora, quando l’impasto avrà raggiunto il bordo dello stampo, spennellate con 1 uovo sbattuto. Infornate e cuocete in modalità statica in forno già caldo a 180 gradi per circa 25/30 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima tagliare a fette, oppure in questo caso potete staccare le singole parti che lo compongono a mo di panini. Oppure ancora potete formare una treccia o dividere l’impasto in tanti piccoli panini, in questo ultimo caso il tempo di cottura sarà necessariamente inferiore.

IMG_20171003_153913

IMG_20171003_160843

Se volete rendere il vostro pan brioche ancora più profumato potete aggiungere nell’impasto anche la scorza di 1 limone o di 1 arancia: provate!!!

IMG_20171003_171609

IMG_20171003_172311