Biscotti da inzuppare nel latte

IMG_20170918_151733

IMG_20170918_151817

IMG_20170918_153019

…dei biscotti da “inzuppo” facili & veloci da preparare, genuini & buoni, perfetti per la colazione di tutta la famiglia. Potete dare a questi biscotti la forma che volete, io ho utilizzato la rotella tagliapasta per ricavare dei rettangoli piuttosto regolari, ma per guadagnare tempo potete tranquillamente formare delle palline con le mani, poi schiacciarle leggermente per ricavare un biscotto rotondo oppure formare dei bastoncini, per ottenere una forma più allungata. Le ricette tradizionali della nonna prevedono l’utilizzo dell’ammoniaca come agente lievitante, al posto del lievito chimico, per un risultato ancor più “inzupposo”, perchè sostanzialmente l’ammoniaca rende i biscotti ancora più friabili e leggeri, purtroppo però se in cottura non evapora completamente potrebbe lasciare all’impasto un retrogusto un pò amaro. A voi la scelta di quale ricetta provare, le foto sono relative alla ricetta senza ammoniaca, ma voi se volete come risultato dei biscotti un poco più “gonfi”, friabili e leggeri provate la versione che ne prevede l’utilizzo…

IMG_20170918_153353

IMG_20170918_153053

IMG_20170918_153108

...Biscotti da inzuppo, ricetta senza ammoniaca

Ingredienti:

  • 500 g farina
  • 180 g zucchero semolato
  • 100 g burro
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 60 g di latte
  • 1 pizzico di sale

Preparazione:

In una ciotola sbattete velocemente con una frusta le uova, aggiungete lo zucchero, il burro ammorbidito, un pizzico di sale ed il latte. Iniziate a mescolare poi incorporate la farina ed il lievito che avrete già precedentemente setacciato. Continuate a lavorare fino ad ottenere un composto abbastanza denso ed appiccicoso. Trasferitevi su di un piano di lavoro e continuate ad impastare con le mani fino a quando tutto l’impasto non sarà omogeneo e liscio. A questo punto date la forma che preferite ai vostri biscotti. Se necessario per facilitarvi il lavoro infarinatevi le mani. Ricavatene delle palline e poi schiacciatele un poco per ottenere dei biscotti tondi oppure conferitegli un forma più allungata per un classico biscotto da inzuppo facile da far entrare nella tazza di latte. Se preferite una forma e dei contorni più regolari potete stendere con il matterello poco impasto per volta e ritagliare dei biscotti rettangolari con la rotella tagliapasta. In questo caso infarinate bene sia il piano di lavoro che il matterello per evitare che l’impasto, un pò morbido si appicchi. Sistemate tutti i biscotti su di una teglia rivestita di carta forno e cuocete, in modalità statica, per 15/20 minuti a 180 gradi in forno già caldo. Quando saranno completamente dorati, sfornate e lasciate raffreddare.

IMG_20170918_152111

IMG_20170918_152612
…i biscotti si conservano fragranti anche per diversi giorni se chiusi in contenitori di latta…

IMG_20170918_152855

...Biscotti da inzuppo, ricetta con ammoniaca...

Ingredienti:

  • 600 g farina
  • 200 g zucchero semolato
  • 80 g latte
  • 3 uova
  • 150 g olio di semi
  • 1 bustina di ammoniaca per dolci

Preparazione:

In una ciotola sbattete velocemente con una frusta le uova, aggiungete lo zucchero, il latte, l’olio di semi e la bustina di ammoniaca. Iniziate a mescolare e poco per volta incorporate anche la farina che avrete precedentemente setacciato. Continuate a lavorare l’impasto finchè non sarà diventato abbastanza duro e compatto, a questo punto trasferitevi su un piano di lavoro e continuate a lavorarlo con le mani, finchè non sarà del tutto omogeneo ed elastico. Date la forma che preferite ai biscotti: formate delle palline e poi schiacciatele leggermente per ottenere dei biscotti tondi, oppure formate dei bastoncini per ottenere dei biscottoni perfetti per essere inzuppati nelle tazze di latte, oppure ancora se preferite una forma più regolare stendete l’impasto sul piano di lavoro con un matterello e con la rotella taglia pasta ricavatene dei rettangoli dai contorni più definiti. Trasferite tutti i biscotti su di una teglia rivestita di carta forno, lasciando un pò di distanza fra di loro perchè poi in cottura un poco aumenteranno. Infornate a 180 gradi, in modalità statica, in forno già caldo per 25/30 minuti. Verso fine cottura controllate spesso il colore dei biscotti perchè in base alle dimensioni che gli avrete dato, potrebbero variare  i minuti necessari per la cottura, comunque quando li vedrete di un bel colore dorato, sfornateli e lasciateli raffreddare completamente.

IMG_20170918_152453

IMG_20170918_153108

IMG_20170918_151315

 

Saccottini golosi

IMG_20170914_141834

IMG_20170914_141719

originariamente i saccottini sono delle morbidissime brioches, squisiti e golosi, sicuramente un vanto della pasticceria francese: dei rettangoli di pasta lievitata, sfogliata con il burro, la cui preparazione, oltre ad un tempo di riposo e di lievitazione molto lunghi, richiede anche un’impegno consistente per la difficoltà e la maestria nella piegatura della pasta: tutto questo per ottenere una consistenza molto simile a quella della brioche.

IMG_20170914_142557

IMG_20170914_142916

IMG_20170914_141649

…io vi propongo un compromesso: ecco una semplice ricetta per preparare dei saccottini morbidi morbidi, con un impasto lievitato, che non richiede però una lavorazione complicata. A voi decidere la farcitura che più preferite: confettura di albicocche, fragole, oppure per i più golosi crema al cioccolato: fondente al latte o perchè no anche cioccolato bianco. Dei saccottini morbidi, buoni & profumatissimi, ideali come merenda per i più piccoli ma perfetti anche a colazione per iniziare la giornata con un carico di energia…

IMG_20170914_142428

IMG_20170914_142758

Ingredienti:

  • 500 g farina manitoba
  • 150 ml latte
  • 90 g zucchero semolato
  • 1 cubetto lievito fresco di birra
  • 2 uova
  • 80 g burro
  • un pizzico di sale

per la farcitura…

  • 150 g confettura     oppure
  • 150 g crema al cioccolato

IMG_20170914_142903

Preparazione:

Fate ammorbidire il burro nel forno a microonde oppure in un pentolino a bagnomaria. Intanto in altro pentolino mettete sul fuoco il latte fino a che non sarà tiepido, spegnete la fiamma e ftevi sciogliere il lievito di birra fresco che avrete sbriciolato prima per facilitarvi l’operazione. Aggiungete anche un cucchiaio di zucchero semolato e mescolate fino al completo scioglimento del lievito. Sul piano di lavoro oppure in una ciotola molto grande fate una fontana con la farina, al centro un buco dove verserete il latte in cui avete sciolto il lievito, il burro ammorbidito, un pizzico di sale, il restante zucchero e le 2 uova che avrete già velocemente sbattuto. Impastate con le mani fino ad ottenere un composto liscio, omogeneo ed elastico. Fatene una palla e copritela con della pellicola ed anche un canovaccio per almeno 2 ore. Trascorso il tempo necessario l’ impasto sarà raddoppiato di volume. A questo punto trasferitelo sul piano di lavoro e stendetelo con il matterello per formare un rettangolo. Se non vi venisse troppo regolare la forma, aiutatevi tagliando con un coltello i bordi più irregolari. Sulla parte inferiore del rettangolo stendete la confettura oppure la crema al cioccolato, oppure per praticità, potete anche utilizzare delle tavolette di cioccolato tagliate a quadretti, tanto poi in forno le tavolette si squaglieranno ed il risultato eccellente. Dopo aver steso la farcitura preferita iniziate ad arrotolare il rettangolo di impasto dal basso verso l’alto fino ad ottenere un lungo rotolo leggermente schiacciato. A questo punto non rimane che tagliare il rotolone a fette di circa 5/6 cm di lunghezza. Trasferite ogni saccottino su una teglia foderata di carta forno. Attenzione a non sistemare i saccottini troppo vicini fra di loro, perchè poi in cottura un poco cresceranno. Infornate a 180 gradi, in modalità statica, in forno già caldo per circa 20 minuti. Quando avranno assunto un bel colore ambrato e si saranno gonfiati sfornate. Lasciate raffreddare e gustateli così al naturale oppure spolverizzati di zucchero a velo.

IMG_20170914_133131
…stendete sul parte inferiore uno strato di farcitura: confettura oppure cioccolato…
IMG_20170914_133224
…arrotolate e poi tagliate a fette con una larghezza di circa 5/6 cm…

Pangoccioli

IMG_20170910_164834

IMG_20170910_164933

…sta per ricominciare la scuola e quale occasione migliore per iniziare con una merenda fatta in casa, senza conservanti e additivi alimentari, golosi e fragranti: i pangoccioli!!! Deliziosi perchè non troppo dolci, buoni come merenda ma anche inzuppati nel latte a colazione. Ecco la ricetta…

IMG_20170910_165207

IMG_20170910_165154

IMG_20170910_164907

Ingredienti:

  • 600 g farina
  • 100 ml acqua
  • 150 ml latte
  • 125 g zucchero
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 uovo
  • 15 g lievito di birra fresco
  • 60 g olio di semi
  • 100 g gocce cioccolato fondente

IMG_20170910_164925

IMG_20170910_165027

Preparazione:

In una ciotola versate 100 ml di acqua tiepida, versate 15 g di lievito di birra fresco sbriciolato ed iniziate a stemperare. Aggiungete anche un cucchiaino di miele e 100 g di farina, continuate a mescolare. Una volta sciolto tutto il lievito lasciate riposare per 15 minuti in modo da farlo attivare. Trascorso il tempo necessario aggiungete 150 ml di latte tiepido, mescolate poi aggiungete a filo l’olio di semi, lo zucchero, 1 uovo sbattuto, continuate a mescolare ed infine incorporate poco alla volta la farina rimanente. Ora non rimane che aggiungere le gocce di cioccolato fondente. Trasferite sul piano di lavoro ed impastate con le mani fino a quando il composto non diventerà liscio ed omogeneo. Ritrasferite l’impasto nella ciotola, fatene una palla e con un coltello incidete la sua superficie a mo’ di una croce. Coprite con la pellicola ed anche un canovaccio, lasciate lievitare per almeno 2 ore.

IMG_20170910_112146

Trascorso il tempo necessario l’impasto sarà raddoppiato di volume. Trasferitelo nuovamente sul piano di lavoro, impastatelo brevemente ed iniziate a ricavarne tante palline. Sistemate ogni pallina su di una teglia rivestita di carta forno. Mi raccomando, non mettele troppo vicine le une alle altre perchè poi in cottura un poco cresceranno. Coprite la teglia con la pellicola e lasciate riposare per una seconda lievitazione: questa volta però più breve, saranno sufficienti 30 minuti.

Una volta trascorso anche il tempo della seconda lievitazione infornate, a 180 gradi per circa 20/25 minuti in modalità statica in forno già caldo. Appena assumeranno un bel colore dorato sfornate i vostri pangoccioli. Lasciate raffreddare.

IMG_20170910_165044

Prugne sciroppate

IMG_20170910_153212

…ecco come preparare delle buonissime prugne sciroppate fatte in casa, non è affatto difficile ed effettivamente anche facile e divertente, io ricordo ancora da bambina quando aiutavo la nonna a fine agosto a preparare sia le prugne che le pesche sciroppate: forse io più che aiutare mi divertivo a rubare di nascosto i pezzetti di frutta già pronti per essere invasati, ma ricordo invece con chiarezza quanto impegno per cercare di preparare quante più conserve per riempire gli scaffali della cantina ed avere una grande scorta per il freddo e lungo inverno, tanti vasetti colmi di colori e di profumi caldi di sole: il giallo delle pesche, il viola delle prugne, il rosso dei pomodori, il verde dei cetriolini….

IMG_20170910_153420

IMG_20170910_153254

Ingredienti:

  • 2 kg prugne
  • 1 lt acqua
  • 70 g zucchero semolato

IMG_20170910_113404

Preparazione:

Per prima cosa sterilizzate i vasetti con i relativi coperchi, che intendete utilizzare per conservare le prugne, asciugateli bene. Ora dedicatevi alla frutta: lavate accuratamente le prugne e tamponatele con cura con un canovaccio per cercare di asciugarle alla perfezione. Tagliatele a metà ed eliminate i noccioli, in verità la nonna mi spiegava sempre che in ogni vasetto era indispensabile lasciare una mezza prugna con il nocciolo conservato, ma se proprio devo spiegare il motivo…non lo ricordo!!! Sistemate le mezze prugne nei vasetti,facendo attenzione a sistemarle tutte nello stesso verso, e cioè a disporle tutte con il lato del taglio verso il basso. Preparate uno sciroppo con acqua e zucchero, in un pentolino versate entrambi, mescolate e portate al bollore fino a quando tutto lo zucchero non si sarà completamente sciolto. Appena pronto, versate lo sciroppo ancora caldo all’ interno dei vasetti fino a ricoprire tutte le prugne. Richiudete ogni vasetto e procedete con la seconda sterilizzazione: sistemate i vasetti in una pentola capiente, ricoprite di acqua fino a ricoprire tutti i vasetti e fate bollire, se necessario per evitare che i vasetti durante la bollitura si urtino fra loro, arrotolateli in dei canovacci. Una volta raffreddati, riponete e conservate in vasetti in luogo fresco ed al riparo dalla luce.

IMG_20170910_114839
sistemate le prugne, tutte con la parte tagliata verso il basso
IMG_20170910_115554
versate lo sciroppo di acqua & zucchero fino a ricoprire tutte le prugne

Focacce d’ Autunno

IMG_20170904_175047
…uva & rosmarino…
IMG_20170904_175525
…fichi & pancetta…
IMG_20170904_175814
…susine & speck…

IMG_20170904_180726

…se partiamo da una ricetta base, semplice e veloce per preparare una focaccia fatta in casa, gustosa da mangiare al posto del pane oppure per una merenda, uno spuntino fuori casa o perchè no anche in occasione di un aperitivo o una cena speciale, perchè non arricchirla con originalità ed utilizzare prodotti di stagione?? ecco alcune idee per preparare gustose e golose focacce autunnali che ho farcito utilizzando appunto ingredienti di stagione come uva, susine e fichi, li ho accostati ad altri più salati per un risultato sorprendente e piacevole…

IMG_20170904_180611

IMG_20170904_175152

IMG_20170904_175533

IMG_20170904_175821

Ingredienti:

…per le focacce….

  • 250 g farina manitoba
  • 250 g farina 00
  • 400 ml acqua
  • 25 g lievito di birra
  • 6 g zucchero semolato
  • 50 g olio d’oliva
  • 1 cucchiaio sale

…per il condimento…

  • 100 g uva nera matura
  • rosmarino fresco qb
  • 100 g susine
  • 50 g speck
  • 100 g fichi maturi
  • 50 g pancetta
  • sale grosso qb
IMG_20170904_175954
colori, sapori & profumi d’autunno: fichi, susine, uva

IMG_20170904_180636

Preparazione:

In una ciotola versate 400 ml di acqua, meglio se tiepida per facilitare lo scioglimento del lievito di birra. Aggiungete quindi il lievito: io utilizzo quello solido in panettini, lo sbriciolo leggermente e lo verso nell’acqua tiepida. Mescolate ed una volta sciolto tutto il lievito versate anche 1 cucchiaio di zucchero ed a filo l’olio d’oliva. A questo punto iniziate ad incorporare anche le farine, già setacciate, poco per volta. Continuate sempre a mescolare. Una volta finito con le farine non vi resta che aggiungere anche il cucchiaio di sale. Lavorate ancora un poco fino ad ottenere un impasto appiccicoso ed elastico. Mantenetelo nella ciotola e copritelo con la pellicola trasparente, lasciatelo a lievitare per un paio d’ore. Trascorso il tempo necessario vedrete che l’impasto sarà perlomeno raddoppiato di volume. A questo punto lo potrete stendere sulle teglie per la seconda lievitazione. Ungete con un pò di olio le teglie che volete utilizzare, ungetevi anche le dita perchè così sarà più facile anche maneggiare l’impasto. Io ho utilizzato delle teglie tonde, ma senza problemi potrete preparare le focacce con una forma rettangolare o quadrata. Dividete l’impasto in diversi panetti e stendetelo con le mani fino a ricoprire l’intera superficie di ogni teglia. Lasciate riposare per altri 30 minuti per la seconda lievitazione. Trascorsa mezz’ora, farcite la superficie di ogni focaccia con gli ingredienti che preferite: io ho utilizzato chicchi di uva nera matura e rosmarino per una focaccia, in un’altra ho utilizzato fichi maturi tagliati a spicchi e fette di pancetta e nell’ultima susine tagliate a spicchi e fette di speck. Naturalmente ho cosparso la superficie con un pò di sale grosso: io utilizzo quello rosa di Cervia, piacevolissimo al gusto per la sua delicatezza, e un filo di olio d’oliva. Infornate, e cuocete in modalità statica a 200/220 gradi per circa 20 minuti in forno preriscaldato. Controllate spesso versofine cottura e sfornate non appena vedrete diventare dorati i bordi. Servite le focacce appena sfornate oppure preparatele in anticipo e tagliatele aspicchi o quadratini perchè sono buone anche fredde.

IMG_20170904_180556

IMG_20170904_175105

IMG_20170904_175517

IMG_20170904_180651

Banana Bread con uva & fichi

IMG_20170901_193506

IMG_20170901_193842

…un banana bread dal sapore sicuramente autunnale: ho utilizzato uva e fichi in pezzi di questo dolce tipico dei paesi anglosassoni, si tratta di un morbido plumcake, dalla consistenza piacevolmente “umida” che si mantiene per giorni, buono e gustoso come appena fatto, merito delle banane mature utilizzate come ingrediente principale per legare tutti gli altri…

IMG_20170901_193824

IMG_20170901_193830

Ingredienti:

  • 2 banane mature
  • 250 g farina
  • 75 g zucchero canna
  • 50 g miele
  • 1 bustina lievito in polvere
  • 120 g burro
  • 2 uova
  • 1 limone
  • 100 g fichi maturi (più qualche fico per la decorazione)
  • 75 g uva rossa (più qualche acinoper la decorazione)
  • zucchero a velo qb
IMG_20170901_193525
…uva e fichi neri, un carico di antiossidanti…

IMG_20170901_193538

IMG_20170901_193517

Preparazione:

Sbucciate le banane, che devono essere assolutamente ben mature, schiacciatele con una forchetta dentro una ciotola e spremetevi sopra il succo di un limone intero per evitare che diventino nere. Intanto, in un altra ciotola lavorate con le fruste il burro ammorbidito con lo zucchero ed il miele, fino ad ottenere una crema spumosa. Poi unite le due uova, una alla volta, ed incorporate poco per volta la farina ed il lievito già setacciati. A questo punto amalgamate all’impasto anche la purea di banane. Tagliate i fichi a metà oppure in 4 parti, a seconda della loro grandezza, ed aggiungeteli assieme agli acini di uva all’impasto del banana bread. Mescolate delicatamente in modo da evitare di rompere sia l’uva che i fichi. Per evitare che la frutta vada a depositarsi tutta sul fondo infarinatela leggermente prima di unirla al composto, in questo modo si legherà meglio all’impasto. Imburrate uno stampo rettangolare da plumcake e versatevi il banana bread all’interno. Infornate in forno già caldo a 180 gradi per circa 40/45 minuti. Lasciate raffreddare, spolverizzate con lo zucchero a velo e decorate con qualche fico e qualche acino di uva. Buonissimo per una colazione gustosa ed iniziare la giornata con tanta energia, ma perfetto anche per una merenda golosa magari accompagnato con un fresco gelato alla vaniglia.

IMG_20170901_193506
…cospergete di zucchero a velo e decorate con fichi e uva…

IMG_20170901_193907

Fagottini di pasta sfoglia con fichi & pancetta

IMG_20170827_122455

IMG_20170827_122318

…oggi vi propongo dei gustosi fagottini di pasta sfoglia con una farcia davvero originale: dei fichi maturi avvolti nella pancetta, vi sembrerà un pò azzardato ma provate e non ve ne pentirete, perfetti per un antipasto oppure un aperitivo di fine estate, un’ alternativa ai soliti stuzzichini, facili e veloci da preparare, un rotolo di pasta sfoglia rotonda ed il gioco è fatto!!!

IMG_20170827_122342

IMG_20170827_122148

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rotonda
  • 4 fichi maturi
  • 100 g pancetta
  • latte qb

IMG_20170827_122325

IMG_20170827_122357

Preparazione:

Srotolate la pasta sfoglia. Tagliatela in 4 parti ed avrete ottenuto 4 triangoli. A questo punto ricavate dai 4 triangoli altri 4, tagliandoli nuovamente a metà, avrete così ottenuto 8 triangoli che poi dovrete arrotolare su loro stessi. Tagliate a metà ogni fico e poi arrotolatelo in una fettina sottile di pancetta. Farcite ogni triangolo con mezzo fico arrotolato nella pancetta (posizionate il mezzo fico nella parte più larga del triangolo). Ora partite dal lato più largo del triangolo ed iniziate ad arrotolarlo su se stesso fino ad arrivare al vertice. Trasferite ogni cornetto su di una teglia rivestita di carta forno. Spennellate la superficie di ogni cornetto con un pò di latte.  Ora infornate in forno già caldo, in modalità statica a 200 gradi per circa 20 minuti. Fate attenzione perchè con la pasta sfoglia verso fine cottura sono sufficienti anche pochi istanti perchè si bruci in superficie. Quando avranno assunto un bel colore dorato sfornate e lasciate raffreddare su una gratella.

IMG_20170827_122308

IMG_20170827_122148

 

Confettura di pere & peperoncino

IMG_20170827_123605

IMG_20170827_123518

IMG_20170827_123631

…è certamente tempo di conserve e confetture: con l’ elevata quantità di frutta e verdura si possono creare moltissime preparazioni, oggi ve ne propongo una, forse un pò insolita, che assaggiato quasi per caso la prima volta, ma me ne sono subito innamorata, ed ora ogni anno ne preparo qualche vasetto da conservare in dispensa: si tratta di un accostamento come vi dicevo un pò insolito, una confettura di pere aromatizzata con del peperoncino, vi potrà sembrare originale,ma vi assicuro davvero buonissima. Una confettura dal gusto intenso che è perfetta accostata ai formaggi stagionati ad esempio, per il suo gusto forte tiene testa alla sapidità di questo tipo di formaggi e li esalta…

IMG_20170827_122913

IMG_20170827_122920

IMG_20170827_123551

Ingredienti:

  • 1 kg pere
  • 300 g zucchero
  • 1 limone
  • 1 cucchiaino di peperoncino piccante in polvere

IMG_20170827_123543

IMG_20170827_123735

Preparazione:

Lavate le pere, sbucciatele, tagliatele a pezzettini eliminando il torsolo ed i semini. Versate in una casseruola capiente le pere fatte a pezzettini, lo zucchero ed il succo di 1 limone. Aggiungete anche il peperoncino, decidete voi la quantità in base al vostro gradimento personale, magari la prima volta che preparate questa confettura non esagerate e utilizzate non più di 1 cucchaino di peperoncino piccante in polvere. Mescolate bene e portate al bollore. Continuate a mescolare di tanto in tanto per evitare che la confettura si attacchi sul fondo. Mantenete sul fuoco per circa 45 minuti. Per verificare il grado di cottura della confettura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta. Intanto che la confettura cuoce sul fuoco, sterilizzate i vasetti di vetro che utilizzerete per la conservazione. Una volta tolta dal fuoco la confettura versatela ancora bollente nei vasetti di vetro già sterilizzati. Chiudete ermeticamente ogni vasetto e capovolgeteli fino a quando non si saranno raffreddati. Procedete poi con la seconda sterilizzazione. Riponeteli in luogo fresco ed al riparo dalla luce.

IMG_20170826_113827
sterilizzate i vasetti con relativi coperchi prima di riempirli con la confettura

IMG_20170827_123335

…un idea per utilizzare questa confettura: prendete dei piccoli panini ai cereali e farciteli con un cucchiaino di confettura di pere & peperoncino e un poco di formaggio morbido come il brie, provateli e serviteli magari come antipasto o in occasione di un aperitivo, riscuoterete sicuramente un gran successo…

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Strudel di pesche

IMG_20170827_121102

 

IMG_20170827_121121

IMG_20170827_121135

…perchè non approfittare di uno dei frutti estivi per eccellenza: le pesche, per preparare una versione appunto estiva dello strudel?? Profumate e gustose, che sanno di sole, le pesche sono un frutto che io adoro, molto versatili in cucina, deliziose e croccanti un pò acerbe, vellutate e morbide da mature, perfette anche da utilizzare come ingrediente di preparazioni che prevedono la cottura in forno, ideali anche per essere conservate in vasetto inprevisione dell’inverno: sottoforma di confettura o sciroppate. Questa volta ho scelto di utilizzarle come ingrediente principale di uno strudel, sicuramente in una versione originale ed estiva,ma con le caratteristiche tradizionali, semplice e veloce da preparare: ecco la ricetta…

IMG_20170827_121034

IMG_20170827_121042

IMG_20170827_120820

Ingredienti:

  • 1 rotolo pasta sfoglia rettangolare
  • 2 pesche mature
  • 100 g uvetta sultanina
  • 20g pinoli
  • 50 g zucchero
  • 4o g pan grattato
  • 1 noce di burro
  • 1 limone
  • confettura di pesche qb
  • cannella qb
  • zucchero a velo qb

IMG_20170827_115426

IMG_20170827_120828

Preparazione:

Per prima cosa mettete in ammollo l’ uvetta in una ciotola con un pò di acqua tiepida. Intanto sbucciate e tagliate a fette le 2 pesche, mettetelein una ciotola ed aggiungete lo zucchero, il succo di mezzo limone, i pinoli, l’ uvetta già ammollata e un poco di cannella in polvere. Amalgamate tutti gli ingredienti, ma con delicatezza per evitare di rompere le fette di pesca. In una padellina antiaderente fate sciogliere una noce di burro e aggiungete il pangrattato che dovrete tostare, avendo cura di mescolare spesso. Prendete il rotolo di pasta sfoglia, al centro spalmate un velo di confettura di pesche (se non l’avete può andare bene anche quella di albicocca, oppure anche di altro tipo purchè chiara), poi versate sopra il composto che avete preparato. Richiudete ora lo strudel ripiegando i due lati esterni della pasta sfoglia verso il centro. Riponetelo su di una teglia rivestita di carta forno. Infornate in modalità statica, in forno già caldo a 200 gradi per 30/40 minuti. Non appena avrà assunto unbel colore dorato sfornate e lasciate raffreddare prima di tagliarlo. Servite cosparso di zucchero a velo.

IMG_20170827_084625
farcite lo strudel, solo nella parte centrale spalmando uno strato di confettura chiara e poi versate la farcia con le pesche e gli altri ingredienti
IMG_20170827_115411
servite spolverizzato con abbondante zucchero a velo

Plumcake con pesche & grano saraceno

IMG_20170812_190744

IMG_20170812_190841

…ancora nei banchi ortofrutta le pesche: belle, profumate, mature, perchè non utilizzarle anche per preparare un morbido plumcake, questa volta in versione gluten free, perchè ho utilizzato la farina di grano saraceno e tutti ingredienti senza glutine. Di ritorno dal trentino dove ho fatto scorta di farina di grano saraceno: da sempre uno degli elementi base della cucina tradizionale della montagna, apprezzata sia per le preparazioni salate che dolci…

IMG_20170812_190811

Ingredienti:

  • 200 g farina grano saraceno
  • 30 g amido di mais
  • 130 g zucchero canna
  • 3 uova
  • 60 ml olio di semi
  • 3 pesche
  • mezza bustina di polvere lievitante per dolci
  • scorza di 1 limone

IMG_20170812_190850

IMG_20170812_190928

Preparazione:

In una ciotola montate con le fruste le 3 uova intere con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungete l’ olio di semi a filo ed incorporatelo delicatamente. Aggiungete la scorza grattugiata del limone e di seguito le farine ed il lievito setacciate. Amalgamate bene gli ingredienti fra loro e poi versate ilcomposto in uno stampo rettangolare da plumcake che avrete precedentemente imburrato. Tagliate le pesche a fette e posizionatele su tutta la superficie del plumcake, durante la cottura si ingloberanno all’interno del dolce. Se utilizzate delle pesche da colture biologiche, potete tranquillamente lasciare anche la buccia come piace a me, per mantenere un poco di più la consistenza della pesca ed anche per un tocco di colore perchè anche l’ estetica vuole la sua parte. Infornate a 180 gradi in modalità statica, in forno già caldo per circa 35/40 minuti. Lasciate raffreddare e servite spolverizzata con lo zucchero a velo.

IMG_20170812_191033

IMG_20170812_191040

…un consiglio: se volete un plumcake ancora più umido, provate ad aggiungere al composto, dopo aver incorporato le farine anche la polpa di 1 mela grattugiata…

IMG_20170812_191007