Medaglioni di polenta farciti

IMG_20180116_124643

…con la polenta avanzata potete preparare dei gustosissimi medaglioni farciti: provate con pancetta affumicata, formaggio e funghetti, oppure con asiago e foglie di salvia, oppure ancora con scamorza e pomodorini: ricavate delle piccole porzioni di polenta con un coppapasta rotondo e ricopriteli con un formaggio che in cottura si fonderà, distribuite sopra qualche altro ingrediente e se volete proprio “esagerare” avvolgeteli con 1 fetta di salume. Se li preparate di piccole dimensioni saranno perfetti come antipasto o finger food, se invece più grandi potrete servirli come secondo piatto, caldi e fumanti da gustare appena sfornati. Le quantità degli ingredienti sono abbastanza indicative: utilizzate voi quello che vi sembra più opportuno in base ai vostri gusti personali…

IMG_20180116_124605

Ingredienti:

  • 500 g di polenta
  • 200 g formaggio tipo asiago
  • 100 g pancetta affumicata
  • 100 g funghi trifolati

IMG_20180116_124711

IMG_20180116_124746

Preparazione:

Ricavate dalla polenta, con un coppapasta rotondo, tanti medaglioni. Avvolgete ogni medaglione di polenta con 1 o 2 fettine di pancetta (dipende dalla grandezza della fetta, l’ importante è che tutta la superficie laterale sia coperta). Trasferite i medaglioni direttamente su di una teglia rivestita di carta forno. Ricavate anche dei medaglioni di formaggio (anche se non saranno perfettamente rotondi non vi preoccupate, anzi per non sprecare i ritagli di formaggio rimanenti potete utilizzarli senza problemi perchè poi in cottura si fonderanno sopra la superficie della polenta). Distribuite il formaggio sopra ogni medaglione. Distribuite ora sopra al formaggio un pò di funghetti. Sale e pepe, ma non troppo perchè comunque tutti gli ingredienti sono molto saporiti già di per sè. Infornate a 180 gradi per 10 minuti, a termine cottura in modalità grill. Servite subito.

IMG_20180116_122158
con un coppapasta ricavate dei cerchi di polenta…
IMG_20180116_123033
avvolgete ogni medaglione con 1 fetta di pancetta affumicata…
IMG_20180116_123040
adagiatevi sopra il formaggio…
IMG_20180116_123048
infine distribuitevi sopra alcuni funghetti

Provate anche a preparare i medaglioni con solo asiago e foglie di salvia: in questo caso sopra ad ogni medaglione di polenta distribuite il formaggio e poi poggiate sopra 1 altro medaglione di polenta (come se fosse un panino), sulla superficie un pò di burro a fiocchetti ed infornate: 180 gradi per 10 minuti. Sfornate e decorate con qualche foglia di salvia fatta appassire in padella con poco burro.

Polenta bramata fatta in casa

Polenta bramata fatta in casa

IMG_20180109_000523

IMG_20180109_000648

…in inverno soprattutto, la polenta richiama sapori e gusti della tradizione, un alimento povero, ma buono e sostanzioso, che ha origini molto antiche. Un tempo, ed anche la nonna la preparava così, si cuoceva in un paiolo di rame sospeso sopra al camino. In una versione più moderna si può certamente preparare in una casseruola sul fornello, tantissimi gli accostamenti, tipici e diversi da regione a regione: la polenta si può accompagnare a spezzatini di carne, oppure salsiccia, sughi di fungh, formaggi morbidi o stagionati. Può diventare un piatto di recupero per accompagnare qualche avanzo oppure si può gustare fritta, al forno e alla griglia…

IMG_20180109_000348

IMG_20180108_225936
ingredienti semplici: farina gialla di mais, acqua & sale

Ingredienti:

seguite le istruzioni riportate in ogni confezione, anche perchè il quantitativo di acqua dipende anche dalla granatura della farina: che può essere grossa o fine. comunque indicativamente:

  • 2 litri acqua
  • 500 g farina di mais bramata grossa
  • 1 cucchiaio sale grosso

IMG_20180108_225545

Preparazione:

Mettete l’ acqua in una casseruola e ponete sul fuoco. Aggiungete il sale prima che l’ acqua arrivi al bollore. Versate a pioggia la farina bramata avendo cura di rimescolare energicamente per evitare la formazione di grumi. Poi continuate la cottura a fuoco molto lento, mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo, per circa 45 minuti. La polenta è pronta quando inizia a staccarsi dal bordo del tegame. A cottura ultimata, versate la polenta su un tagliere di legno. Gustatela appena cotta, in versione più morbida con dei sughi di carne o verdure (provatela con i funghi oppure con i fagioli) o con formaggi morbidi. Il quantitativo che avanza, lo potrete gustare anche nei giorni succassivi, tagliato a fette o tocchetti e riscaldato al forno (con opzione grill in modo che si formi una bella crosticina croccante) oppure fritta.

IMG_20180108_231051
durante la cottura mescolate di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo…la polenta è pronta quando inizia a staccarsi dai bordi del tegame

IMG_20180109_000523

Maionese fatta in casa con il frullatore ad immersione

IMG_20180111_103941

IMG_20180111_104000

…la maionese è indubbiamente una delle salse più amate & conosciute al mondo: io oggi vi propongo una versione facile e soprattutto velocissima da preparare grazie all’ utilizzo del frullatore ad immersione. Questa ricetta prevede l’ utilizzo di 1 uovo intero, motivo per cui, con la presenza appunto anche dell’ albume, la salsa non impazzisce mai. Il risultato poi, grazie all’ uso del frullatore ad immersione, è una maionese che si “gonfia” in pochissimi istanti: con la consistenza di quella che acquistiamo abitualmente al supermercato ma che non contiene nè conservanti nè additivi. Ricordo quanta pazienza ed impegno la nonna impiegava per preparare la maionese montata a mano, la domenica mattina per il pranzo, purtroppo spesso noi invece, non abbiamo troppo tempo da poter dedicare alla cucina e dobbiamo preparare pranzo e cena con i minuti contati, ma con questa ricetta ci possiamo permettere una maionese fatta in casa, sana & genuina senza perdere troppo tempo…

IMG_20180111_104037

Ingredienti:

  • 1 uovo intero freschissimo freddo di frigorifero
  • 230 ml olio di semi freddo di frigorifero
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • 2/3 pizzichi di sale fino
IMG_20180111_094857
uovo ed olio freddi di frigorifero

Preparazione:

Per la riuscita perfetta della maionese dovete però attenervi a 2 piccole regole indispensabili: la prima che l’ uovo deve essere necessariamente freschissimo, la seconda che sia l’ olio che l’ uovo al momento dell’ utilizzo devono essere freddi di frigorifero (io li ripongo nel frigorifero almeno 1 ora prima). Io preferisco utilizzare un olio di semi: meglio ancora se di un singolo seme, cioè di mais o di girasole, piuttosto che l’ olio di oliva, che invece conferisce un sapore troppo forte che poi copre tutti gli altri ingredienti.

Versate nel recipiente graduato del frullatore ad immersione, l’olio, freddo di frigorifero, l’ uovo freschissimo, intero ed anch’ esso freddo di frigorifero, il succo di limone ed il sale. Potete anche utilizzare un vasetto di vetro: indispensabile però che abbia l’ imboccatura larga sufficientemente per far passare il frullatore, il fondo piano e sia comunque un pò alto, in questo caso potete presentare a tavola la maionese, direttamente nel vasetto in cui l’avete preparata. Immergete il frullatore ad immersione fino a toccare il fondo del contenitore ed azionatelo alla massima velocità, avendo cura di tenerlo fermo sul fondo per alcuni istanti, fino a quando la maionese non si sarà montata, poi muovetelo leggermente verso l’ alto ed il basso per incorporare bene tutto l’ olio rimasto. Ecco la maionese è già pronta!!! Per un risultato ancora più ottimale, preparate la maionese qualche ora prima e poi trasferitela in frigorifero: in questo modo la salsa prenderà più sapore e consistenza.

IMG_20180111_100247
1: nel barattolo uovo, olio, limone & sale
IMG_20180111_100359
2: frullatore sul fondo
IMG_20180111_100409
3: a massima velocità sempre sul fondo finchè non si monte la salsa
IMG_20180111_100557
poi verso l’alto ed il basso per incorporare tutto l’ olio

Con il tempo poi potrete trovare in base al vostro gusto personale il giusto bilanciamento di sapore e quindi utilizzare più o meno sale oppure limone. Potete provare anche ad aggiungere anche 1 cucchiaino di aceto bianco oppure della senape in polvere, un poco di peperoncino in polvere per una versione piccante e poi utilizzare la maionese come base ed aggiungere altri ingredienti.

zuppa di cereali & legumi con maltagliati al farro

IMG_20180110_110351

…non c’ e niente di meglio che una bella zuppa calda, anzi bollente e fumante in una fredda giornata d’ inverno, cereali e legumi misti, di colori e forme diverse, tanti gusti e sapori impreziositi da una pasta rustica in un formato antico: i maltagliati, in questo caso al farro. Un primo sano e gustoso, perfetto per riprendere le sane abitudini dopo le abbuffate delle feste…

IMG_20180110_101817

IMG_20180110_102724

IMG_20180110_110327

Ingredienti:

  • 300 g cereali e legumi misti
  • 200 g maltagliati di farro
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 gambo sedano
  • sale & pepe qb
  • olio d’ oliva qb
  • 1 rametto rosmarino fresco

IMG_20180110_101756

IMG_20180110_102752

IMG_20180110_110226

Preparazione:

Scegliete i cereali ed i legumi che preferite: se ce ne sono alcuni, come ad esempio ceci e fagioli che richiedono l’ammollo preventivo prima della cottura, metteli in acqua e lasciateli per una notte. L’ indomani scolateli e passateli sotto l’ acqua corrente. Intanto in una casseruola fate rosolare la cipolla, il sedano e la carota che avrete già tritato finemente con dell’ olio d’ oliva. Quando si saranno rosolati, aggiungete anche i cereali ed i legumi, mescolate bene e poi versate del brodo vegetale fino a coprire abbondantemente tutti gli ingredienti. Lasciate sul fuoco mescolando di tanto in tanto fino a che non si saranno cotti legumi e cereali. Se necessario, durante la cottura aggiungete altro brodo vegetale, in maniera da evitare che la zuppa si “restringa” troppo. A termine cottura aggiungete anche i maltagliati al farro avendo cura di amalgamare bene il tutto. Continuate la cottura per pochi minuti. Aggiustate di sale e pepe. Condite con un filo di olio a crudo e del rosmarino fresco. Servite subito.

IMG_20180110_110240

IMG_20180110_110252

Confettura di peperoni rossi

IMG_20180106_122323

IMG_20180106_122147

…una confettura sicuramente particolare ed insolita, ma provare per credere… davvero buona e golosa, perfetta con i formaggi stagionati, in accostamento con un secondo di carne o anche semplicemente spalmata su una fetta di pane, sui crostini o sulle bruschette calde…

IMG_20180106_122140

IMG_20180106_122311

Ingredienti:

  • 1 kg peperoni rossi
  • 700 g zucchero semolato
  • 1 limone
  • 1 stecca vaniglia

IMG_20180106_122132

IMG_20180106_114423

Preparazione:

Iniziate con i peperoni: lavateli accuratamente, tagliateli a pezzettini avendo cura di eliminare gran parte dei semi, i filamenti bianchi ed il gambo. Riponeteli in una ciotola con la metà dello zucchero necessario (350 g), mescolate bene in modo da amalgamare gli ingredienti, coprite con della pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per una notte. Trascorso il tempo necessario di macerazione, versate il contenuto della ciotola, sia i peperoni che il liquido in eccesso che si sarà depositato in fondo alla ciotola in una casseruola. Mettetela sul fuoco mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. Lasciate cuocere per circa 30/35 minuti. Quando la confettura si sarà leggermente ristretta, aggiungete anche il quantitativo di zucchero rimanente, la scorza di un limone ed anche il succo. Infine unite anche i semi della bacca di vaniglia. Lasciate cuocere per altri 30/35 minuti fino a raggiungere la densità ottimale. In questo modo otterrrete una confettura con i pezzi, se preferite una versione più omogenea e liscia frullate il tutto con un frullatore ad immersione ed ultimate la cottura. Per verificare il grado di cottura della confettura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta.

Versate la confettura di peperoni rossi ancora bollente nei vasetti di vetro, perfettamente asciutti e precedentemente sterilizzati. Chiudeteli subito e capovolgeteli in modo da creare il sottovuoto al loro interno, manteneteli in questa posizione fino al loro completo raffreddamento. Potete poi procedere con una ulteriore sterilizzazione: in una pentola mettete i vasetti avvolti in dei canovacci in modo da tenerli ben saldi ed evitare che si rompano. Riempite la pentola con l’ acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. Da quando l’ acqua bolle contate almeno 20 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Conservate i vasetti in un luogo asciutto, fresco ed areato.

IMG_20180106_114402

IMG_20180106_114929
peperoni e metà dello zucchero a macerare…

IMG_20180106_122119

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Confettura di cachi & vaniglia

IMG_20171204_151052

…una confettura vellutata, profumata e dolce: preparata con un frutto tipicamente autunnale, i cachi ed aromatizzata con una nota dolce di vaniglia, un sapore delicato che vi stupirà…

IMG_20171204_150657
deliziosa sulle fette biscottate…

Ingredienti:

  • 1 kg cachi maturi, ma non troppo
  • 300 g zucchero di canna
  • 1 mela
  • 1 limone
  • 1 bacello di vaniglia

IMG_20171204_150538

Preparazione:

Prendete i cachi, eliminate il picciolo, la buccia e la parte centrale più bianca, tagliateli a pezzi. Sbucciate anche la mela e tagliatela a dadini. Versate in una casseruola la polpa dei cachi ed anche i dadini di mela. Mescolate, unite anche la scorza grattugiata ed il succo di mezzo limone. Mettete sul fuoco  e versate anche lo zucchero di canna ed i semini della bacca di vaniglia che avrete inciso con un coltellino. Portate a bollore e cuocete per circa 30/35 minuti. Abbassate un poco la fiamma e continuate a mescolare di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. Proseguite con la cottura almeno per altri 20/25 minuti.

Per verificare il grado di cottura della confettura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta.

Versate la confettura di cachi & vaniglia ancora bollente nei vasetti di vetro, perfettamente asciutti e precedentemente sterilizzati. Chiudeteli subito e capovolgeteli in modo da creare il sottovuoto al loro interno, manteneteli in questa posizione fino al loro completo raffreddamento. Potete poi procedere con una ulteriore sterilizzazione: in una pentola mettete i vasetti avvolti in dei canovacci in modo da tenerli ben saldi ed evitare che si rompano. Riempite la pentola con l’ acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. Da quando l’ acqua bolle contate almeno 20 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Conservate i vasetti in un luogo asciutto, fresco ed areato.

IMG_20171204_145854
…anche questa confettura può essere un’ originale idea regalo per Natale..

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Marmellata di arancia & cannella

IMG_20180104_115954

…succo e scorzette di arancia, un pizzico di cannella in polvere ed ecco una profumatissima e deliziosa marmellata dai tipici sapori invernali, buonissima semplicemente sul pane o sulle fette biscottate, ideale anche per farcire delle crostate o altri dolcetti, come ad esempio dei muffin al cacao, insomma davvero versatile, a me piace moltissimo, provate anche voi a prepararla, proprio ora che le arance sono di stagione. Perfetta anche come idea regalo: un piccolo pensiero homemade da personalizzare con un etichetta graziosa e decorazioni tutte naturali come una fetta di arancia essicata, una stecca di cannella e qualche rametto verde, con poca spesa, un regalo bellissimo e soprattutto buonissimo…

IMG_20180104_115855

IMG_20180104_115919

Ingredienti:

  • 10 arance provenienti da coltura biologica
  • zucchero semolato (80 g ogni 100 ml di succo di arancia)
  • acqua (50 ml ogni 100 ml di succo di arancia)
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere

IMG_20180104_115912

Preparazione:

Prendete le arance, visto e considerato che utilizzeremo anche la scorza, è indispensabile che siano provenienti da colture biologiche, lavatele accuratamente sotto l’acqua corrente. Con il pelapatate sbucciatele facendo attenzione a prelevare solo la buccia e non la parte bianca responsabile del sapore amaro. Portate ad ebollizione in una casseruola dell’ acqua e versatevi le scorzette, fate cuocere pre 15/20 minuti. Trascorso il tempo necessario scolate le scorzette e lasciatele raffreddare, una volta intiepidite tagliatele a listarelle. Intanto spremete le arance già sbucciate e versate il succo in un contenitore graduato. Per ogni 100 ml di succo di arancia, dovrete poi utilizzare 80 g di zucchero e 50 ml di acqua. Quindi trasferite nella casseruola il succo d’ arancia, l’ acqua e lo zucchero, mescolate bene e mettete sul fuoco. Portate a bollore e cuocete per circa 30/35 minuti. Aggiungete anche le scorzette già tagliate a listarelle. Continuate la cottura mescolando di frequente in modo da evitare che si attacchi sul fondo. Aggiungete anche il cucchiaino di cannella in polvere. Amalgamate bene il tutto. Proseguite con la cottura almeno per altri 30/35 minuti.

Per verificare il grado di cottura della confettura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta.

Versate la marmellata di arancia e cannella ancora bollente nei vasetti di vetro, perfettamente asciutti e precedentemente sterilizzati. Chiudeteli subito e capovolgeteli in modo da creare il sottovuoto al loro interno, manteneteli in questa posizione fino al loro completo raffreddamento. Potete poi procedere con una ulteriore sterilizzazione: in una pentola mettete i vasetti avvolti in dei canovacci in modo da tenerli ben saldi ed evitare che si rompano. Riempite la pentola con l’ acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. Da quando l’ acqua bolle contate almeno 20 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Conservate i vasetti in un luogo asciutto, fresco ed areato.

IMG_20180104_111324
utilizzate arance provenienti da agricoltura biologica
IMG_20180104_111437
fate attenzione a non prelevare anche la parte bianca sotto la buccia

IMG_20180104_120021

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

 

Conchiglioni ripieni di lenticchie & cotechino

IMG_20180102_110500

…se durante le feste vi sono avanzate delle lenticchie e del cotechino ecco una ricettina antispreco che vi permetterà di riutilizzare gli avanzi e preparare un primo: una pasta al forno con una farcia gustosissima e molto originale…

IMG_20180102_110546

IMG_20180102_110516

Ingredienti: (per 6/8 persone)

  • 400 g conchiglioni giganti
  • 200 g ricotta
  • 150 g lenticchie già cotte
  • 150 g cotechino
  • olio d’ oliva qb
  • sale & pepe qb
  • parmigiano qb
IMG_20180102_104357
ho utilizzato i Conchiglioni Giganti de La Fabbrica della Pasta di Gragnano
IMG_20180102_105550
un formato bellissimo di pasta di semola di grano duro trafilata al bronzo

Preparazione:

In una ciotola versate la ricotta e iniziate a lavorarla con un pò di olio d’oliva, aggiungete un pizzico di sale e pepe. Prendete le lenticchie ed il cotechino già tagliato a pezzetti, lavorateli e schiacciateli con una forchetta oppure nel mortaio, o per praticità nel mixer. Amalgamateli alla ricotta per creare una farcia abbastanza densa ed omogenea. Cuocete i conchiglioni in abbondante acqua salata ma solo per la metà del tempo indicato nella confezione. Scolateli e passateli sotto un getto di acqua fredda per interrompere la cottura. Prendeteli uno ad uno e farciteli con il ripieno preparato. Disponeteli all’ interno di una pirofila che avrete imburrato sul fondo. Conditeli con un filo di olio a crudo ed una spolverata di parmigiano. Infornateli e terminate la cottura dei conchiglioni. Cuocete a 180 gradi per circa 20/25 minuti. Se vi piace una bella crosticina croccante in superficie, optate per il grill per gli ultimi 5 minuti di cottura. Servite appena sfornati.

IMG_20180102_102734
lenticchie e cotechino: gli avanzi del pranzo delle feste…
IMG_20180102_104623
i conchiglioni giganti, ideali per essere farciti…
IMG_20180102_103645
…farcite i conchiglioni uno ad uno
IMG_20180102_110329
per ottener una bella crosticina, gli ultimi minuti: opzione grill…

Crema di broccoli & pomodorini secchi

IMG_20180102_135317

IMG_20180102_111444
broccoli freschi & pomodorini secchi

…broccoli di stagione, pomodorini secchi, qualche noce, olio d’ oliva, ecco tutti gli ingredienti per una gustosissima crema, ottima se utilizzata come condimento per un piatto di pasta, oppure abbinata a carni rosse, formaggi stagionati oppure ancora su una bruschetta di pane, sui crostini o sulla piadina. Semplicissima e veloce da preparare, si può conservare anche 2/3 in frigorifero dopo la preparazione…

IMG_20180102_111439

IMG_20180102_135416

Ingredienti:

  • 300 g broccoli freschi
  • 5/6 pomodorini secchi
  • 3/4 noci
  • 2/3 cucchiai di olio d’ oliva
  • 1 spicchio di aglio (opzionale)
  • sale & pepe qb

IMG_20180102_111506

IMG_20180102_135332

Preparazione:

Prendete i broccoli, puliteli ed eliminate i gambi, portateli a bollore in abbondante acqua il tempo necessario affinchè si ammorbidiscano. Io non aggiungono sale perchè poi tutti gli altri ingredienti utilizzati per preparare la crema sono piuttosto saporiti e quindi se necessario poi lo aggiungo alla fine. Scolate i broccoletti e poi versateli nel mixer assieme ai pomodorini secchi, alle noci e se vi piace aggiungete anche 1 spicchio di aglio. Se vi piacciono i sapori decisi potete anche aggiungere qualche acciuga. Iniziate a frullare aggiungendo a filo l’ olio. Continuate a frullare fino ad ottenere una crema densa ed omogenea. Aggiustate di sale se necessario, aggiungete anche un pizzico di pepe, oppure peperoncino se preferite. Conservate la crema in un vasetto di vetro in frigorifero anche per 2/3 giorni. Provatela come condimento per un primo di pasta, oppure per accompagnare della carne rossa. Oppure ancora assieme a formaggi stagionati dal sapore forte, oppure ancora spalmata su piadine, bruschette di pane, crostini, sul pane fresco o tostato.

IMG_20180102_135313

Paccheri polipo & pomodorini

IMG_20171224_131517

…un primo di pasta & pesce veramente carico di gusto, colore e sapore. Perfetto anche come primo per il cenone di Capodanno, pochi ingredienti, semplici, tutti con un gusto intenso e deciso, un carico di profumi che ricordano l’ estate ed il sud…

IMG_20171224_131031

IMG_20171224_130955

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 300 g paccheri
  • 500 g polipo fresco
  • 400 g pomodorini
  • 1 spicchio di aglio
  • 200 g olive nere
  • 200 g passata di pomodoro
  • olio d’oliva
  • sale & pepe qb
  • prezzemolo fresco qb

IMG_20171224_131525

Preparazione:

Iniziate sicuramente con la cottura del polipo: portate ad ebollizione in una pentola capiente abbondante acqua salata. Immergete il polipo nell’ acqua bollente e continuate la cottura per circa 20/30 minuti. Spegnete il fuoco e lasciatelo raffreddare nell’ acqua di cottura poi scolatelo e tagliatelo a tocchetti. In una padella fate soffriggere uno spicchio di aglio con poco olio e se volete anche un pò di peperoncino. Lavate i pomodorini ed aggiungeteli in padella assieme al soffritto, fateli cuocere a fuoco medio finchè non si saranno appassiti. Aggiustate di sale e pepe. Versate la passata di pomodoro. Poi aggiungete anche le olive ed il polipo e lasciate insaporire per circa 5/10 minuti. Se vi piacciono potete aggiungere anche un pò di capperi. Intanto cuocete i paccheri in abbondante acqua salata, scolateli al dente e terminate la cottura facendoli saltare in padella assieme al condimento. Servite con un filo di olio a crudo e un poco di prezzemolo fresco tritato.

IMG_20171224_131013