Zucchine alla scapece…in versione light

IMG_20200621_190936

…finalmente è arrivata l’ estate con i suoi piatti freschi, gustosi e leggeri, oggi vi propongo una ricetta regina della tavola mediterranea, ma in versione light: le zucchine alla scapece. Sono buone come quelle della ricetta originale, ma invece di essere fritte, sono cotte in forno e quindi si possono mangiare senza sensi di colpa. Le zucchine alla scapece si preparano friggendo le zucchine ed insaporendole con un intingolo a base di olio extra vergine di oliva, aceto bianco, aglio e tanta tanta buona menta fresca. Sono un contorno tipicamente estivo, economico e di facilissima preparazione. Vengono consumate a temperatura ambiente e si conservano un paio di giorni in frigo…

IMG_20200621_180858

IMG_20200621_182434

Le zucchine alla scapece sono una ricetta tipica napoletana, semplice da realizzare e dal sapore fresco e inconfondibile. Si tratta di un contorno che si prepara tagliando le zucchine a rondelle, friggendole in olio extravergine d’oliva e condendole con l’aceto e la menta. Il termine scapece deriverebbe dallo spagnolo “escabeche” ed avrebbe origine latina, poiché i Romani conoscevano già questo modo di condire pesce e ortaggi con una marinatura a base di aceto, che potesse anche conservare meglio gli alimenti.

  • Per far sì che i sapori si sentano di più vi consiglio di servire le zucchine alla scapece il giorno dopo, facendole marinare almeno 24 ore.
  • Potete conservare le zucchine alla scapece per un paio di giorni in un contenitore chiuso ermeticamente oppure in frigorifero

IMG_20200621_190914

Ingredienti:

  • 6 Zucchine 
  • 4 cucchiai Olio extravergine d’oliva
  • 4 cucchiai Aceto di vino bianco
  • 1 spicchio Aglio
  •   Sale qb
  •  Pepe qb
  • Foglia di menta fresca

IMG_20200621_181529

Preparazione:

Prendete le zucchine, lavatele, asciugatele con cura, eliminate le estremità. Intanto preparate la marinata in una ciotolina: versate l’olio, l’aceto, una spolverata di pepe, lo spicchio di aglio sbucciato affettato e le foglie di menta spezzettata a mano. Affettate le zucchine a rondelle con uno spessore di circa 3-4 mm e disponetele su di una teglia rivestita di carta da forno avendo cura di distribuirle in un unico strato. Cuocetele in forno a 200° per una ventina di minuti. Sfornate e lasciatele raffreddare, poi trasferitele nel piatto di portata. Infine, insaporite le zucchine con sale e pepe e conditele con la marinata che avete preparato in precedenza. A questo punto copritele con pellicola e lasciatele riposare in frigorifero per un paio di ore.

IMG_20200621_190907

Le zucchine alla scapece sono uno dei contorni più gustosi che ci sia. Il nome alla scapece probabilmente viene fatto risalire al tempo della dominazione spagnola, al termine escabeche che significa inzuppare. Le zucchine fritte infatti vengono tuffate ancora calde in un’emulsione di olio, aceto di vino, prezzemolo e aglio.

Gelato al cioccolato fondente

IMG_20200517_104001_1

…dopo aver preparato il gelato alle fragole ci abbiamo preso gusto ed ora proviamo con quello al cioccolato, fondente per la precisione. Sempre senza gelatiera, perchè in fin dei conti è facile & divertente e poi la soddisfazione di riuscire solo con pochi semplici gesti ripaga di tutto…

image_1

image_2

Ingredienti:

  • 100 g cioccolato fondente
  • 250 ml panna fresca liquida
  • 200 ml latte condensato
  • 25 g cacao amaro in polvere

IMG_20200517_104001

IMG_20200516_153032

Preparazione:

Versate in un pentolino almeno 50 ml di panna liquida e mettete sul fuoco, non dovrà arrivare al bollore ma si dovrà riscaldare a sufficienza per fare sciogliere il cioccolato fondente. Riducete in scaglie il cioccolato fondente e poi scioglietelo nella panna riscaldata, avendo cura di mescolare finchè non si sarà completamente sciolto. Lasciate raffreddare. Quando si sarà raffreddato aggiungete anche il latte condensato ed il cacao amaro. Amalgamate bene tutto il composto. In una ciotola montate a neve ben ferma la restante panna liquida. Unitela poi al composto, con una spatola, poco per volta per evitare che si smonti il tutto. Una volta terminato ed ottenuto un composto liscio ed omogeneo versatelo in uno stampo o una ciotola e riponete a congelare in freezer per almeno 6/8 ore. Trascorso il tempo necessario tirate fuori il gelato dal freezer almeno 5 minuti prima di servirlo, in modo che abbia una consistenza ottimale e non troppo ghiacciata.

IMG_20200516_152829

IMG_20200517_103832

Gelato alle fragole senza gelatiera

IMG_20200516_143859

…in questa strana primavera dove l’ arte dell’ arrangiarsi,  del preparare & cucinare tutto a casa è nata come una necessità, ma ci ha fatto riscoprire bellissime sensazioni, vi propongo oggi una ricetta semplicissima che non prevede nessuna cottura, anzi…perchè come mi ha fatto notare mia figlia, non possiamo continuare a far lievitare sempre tutto… Scherzi a parte, con l’ arrivo delle belle giornate, una merenda fresca è proprio l’ ideale, se poi prevede l’ utilizzo solo di 3 semplici ingredienti, ancora meglio. Potrete preparare questo buonissimo gelato anche assieme ai bambini: sarà davvero divertente…

IMG_20200516_143856

IMG_20200516_143838

Ingredienti:

  • 500 g fragole mature
  • 500 ml latte
  • 2 cucchiai di zucchero

IMG_20200516_111155

IMG_20200516_143737

Preparazione:

Il procedimento è davvero semplice & veloce, l’ unica accortezza è quella di preparare i cubetti di latte ghiacciato il giorno prima, così al momento della preparazione saranno già pronti. Io utilizzo le formine di plastica per i normali cubetti di ghiaccio. Poi non faccio altro che mettere nel frullatore le fragole già lavate e tagliate a pezzetti, i cubetti di latte ghiacciato e lo zucchero. Accendo il frullatore ed il gioco è fatto: ecco un gelato sano e gustoso. Attenzione a non frullare troppo a lungo per non rischiare di ottenere un frappè piuttosto che un gelato. In tal caso, per aumentare un pò la consistenza, se vi sembra un pò troppo morbido, e potrebbe succedere anche nel caso i cubetti di latte non fossero troppo ghiacciati potete riporre il gelato in freezer per un paio d’ ore. Un’ altro trucchetto può essere quello di riporre in freezer anche le fragole ed utilizzarle appunto già ghiacciate. Mi raccomando, accertatevi in ogni caso di avere un frullatore di buona qualità e resistente anche ai cibi ghiacciati. Poi sbizzarritevi a preparare gelati alla frutta con quella che più preferite: provate con i mirtilli, le ciliegie, l’ ananas, le albicocche…

IMG_20200516_111147
Fragole e zucchero…
IMG_20200516_111618
…ed infine cubetti di latte ghiacciato.

Confettura di cipolle dorate & aceto balsamico

IMG_20200502_123433

IMG_20200502_123752

…non so voi ma io adoro le cipolle e trovo che il perfetto compromesso di sapore stia proprio in una confettura, dove il gusto forte della cipolla viene un pò smorzato dalla cottura e dallo zucchero. In questo caso poi vi propongo un nuovo accostamento: l’ aceto balsamico. Oltre alla confettura di cipolle rosse & arance e quella di cipolle & alloro, di cui trovate già la ricetta nel blog, anche questa si presta alla perfezione per essere gustata sul pane, sulla focaccia o per essere servita con formaggi stagionati e salumi. Io me la sono spalmata su dei caldi panini all’ olio appena sfornati, vi lascio di seguito entrambe le ricette e buon appetito…

IMG_20200501_172255

IMG_20200502_123747

IMG_20200501_172236

Ingredienti:

  • 1 kg cipolle dorate
  • 400 g zucchero semolato
  • 5/6 cucchiai aceto balsamico

IMG_20200501_091853

Preparazione:

Sbucciate le cipolle dorate avendo cura di eliminare il primo strato più esterno, tagliatele a fettine con un coltello o tritatele grossolanamente con una mezzaluna. Trasferitele in una casseruola con lo zucchero e l’ aceto balsamico. Indicativamente 5/6 cucchiai, ma va da sè che potete aumentare o diminuire la quantità in base al vostro gusto personale. Io ho utilizzato lo zucchero semolato, ma voi potete anche scegliere di utilizzare quello di canna, il risultato sarà quello di una confettura dal sapore un poco più “grezzo” e leggermente meno dolce. Mescolate bene le cipolle con lo zucchero e mettete sul fuoco a fiamma moderata. Fate attenzione a mescolare di tanto in tanto per evitare che la confettura si attacchi sul fondo. Quando il composto arriverà al bollore abbassate un poco la fiamma e continuate a cuocere per almeno 30/45 minuti. Per ottenere una consistenza più omogenea e vellutata potete frullare la confettura con un mixer ad immersione. Se invece preferite una consistenza con la cipolla in pezzi potete tritare più finemente la cipolla prima della cottura e non utilizzare poi il frullatore ad immersione. La confettura sarà pronta quando, versandone un cucchiaino bollente su di un piattino e poi inclinandolo, non scivolerà velocemente ma tenderà a rimanere adesa sulla superficie del piattino. A questo punto riempite i vasetti di vetro che avrete accuratamente sterilizzato prima, lasciando mezzo centimetro dal bordo. Chiudeteli e capovolgeteli immediatamente affinchè si realizzi il sottovuoto. Una volta raffreddati riponeteli in un luogo asciutto e fresco e potrete conservarli fino a 3 mesi.

IMG_20200502_123836

IMG_20200502_123827

PANINI ALL’ OLIO

Ingredienti:

  • 500 g farina
  • 10 g lievito di birra fresco
  • 50 ml olio d’ oliva
  • 300 ml acqua
  • 5 g sale

IMG_20200502_123908

Preparazioni:

In una ciotola capiente versate la farina, il sale e l’ olio d’ oliva. Iniziate a mescolare fino ad ottenere un composto simil sabbioso. Intanto sciogliete il lievito di birra fresco nell’ acqua leggermente tiepida (attenzione a non riscaldarla troppo, altrimenti il lievito perderà la sua vitalità ed il suo effetto.) Una volta che il lievito sarà completamente sciolto versate il tutto nella ciotola dove avete lavorato la farina con l’ olio. Impastate bene con le mani, continuate a lavorare per almeno 10 minuti fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico. Formate un panetto e lasciatelo a lievitare nella ciotola, ricoprite con la pellicola trasparente e mettete in forno con la luce accesa.  Ma prima con un coltello praticate 3/4 tagli sulla superficie. Trascorso il tempo necessario della prima lievitazione trasferite il panetto su di una spianatoia ed iniziate a stenderlo con il matterello. Potete decidere di stendere una sfoglia unica oppure anche 2/3 per facilità e praticità, l’ importante è che poi ne ricaviate delle striscie rettangolari di 7/8 cm di larghezza. Ogni rettangolo poi andrà arrotolato su se stesso per dare proprio la forma ad ogni panino. Per facilitarvi  l’ operazione e soprattutto per assicurare meglio la tenuta della forma dei panini, prima di procedere ad arrotolare ogni striscia potete spennellare la sua superficie con un emulsione preparata da acqua ed olio in parti uguali. Trasferite ogni panino su di una teglia rivestita di carta forno. A questo punto lasciate riposare i panini per la seconda lievitazione, coperti nuovamente da un canovaccio. Trascorso il tempo della seconda lievitazione, spennellate la superficie di ogni panino nuovamente con l’ emulsione di acqua ed olio. Infornate a 180 gradi in forno già caldo, modalità statica per circa 35/40 minuti. Quando avranno assunto un bel colore dorato saranno cotti e la cucina sarà invasa da un profumo irresistibile.

IMG_20200502_123911

IMG_20200502_123421

IMG_20200501_172332
La confettura di arance dorate & aceto balsamico potrebbe diventare un grazioso e gustoso regalo per le amiche…

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Sale aromatico alla maggiorana

IMG_20200421_144924

…ho ricevuto in regalo un meraviglioso & profumato mazzo di maggiorana fresca ed immediatamente ho pensato a come avrei potuto conservare il più a lungo possibile questa meraviglia. Complice una giornata di pioggia oggi ho scelto di preparare una focaccia lievitata con la scusa di lenire questa fredda umidità accendendo il forno. Quindi è arrivata l’ ispirazione, perchè non preparare un sale aromatico con la maggiorana e utilizzarlo anche per condire la focaccia. Vi lascio di seguito entrambe le ricette…

IMG_20200421_145241

IMG_20200421_145118

Ingredienti per il sale aromatizzato:

  • sale grosso qb
  • rametti di maggiorana qb

IMG_20200421_102511

IMG_20200421_145118

Preparazione:

Per preparare il sale aromatico alla maggiorana prendete i rametti, lavateli accuratamente e tamponateli con della carta assorbente. Non ho volutamente scritto le quantità sia del sale grosso che della maggiorana, perchè, come di solito uso dire, vado un pò a sentimento, nel senso che non esiste una proporzione perfetta fra i due ingredienti, è ovvio che più sale utilizzate e più sarà saporito quello che poi andrete a condire e al contrario, più maggiorana utilizzerete invece più sarà profumato ed aromatico il risultato.  Frullate tutte le foglioline, (naturalmente dovrete aver cura di eliminare tutti i rametti e le parti più legnose) in un mixer o meglio ancora nel mortaio. A questo punto in una ciotola mescolate energicamente con le mani il sale grosso assieme al composto di erbe aromatiche e poi trasferite il tutto in una teglia rivestita di carta forno. Infornate e fate seccare per almeno 30 minuti a 90 gradi. Sfornate e lasciate raffreddare. Riempite i vasetti con il sale aromatizzato e chiudete con il tappo a chiusura ermetica. Per sterilizzare i vasetti potete, per guadagnare tempo ed energia, riporli nel forno assieme al sale, considerato la temperatura non elevata ed il tempo non prolungato non ci saranno problemi.

IMG_20200421_102438

IMG_20200421_145216

Ingredienti per la preparazione della focaccia:

  • 500 g farina 00
  • 8 g lievito di birra fresco
  • 20 g olio d’ oliva
  • 300 ml acqua
  • 5 g sale
  • sale aromatico alla maggiorana qb

IMG_20200421_144734

Preparazione:

Per preparare la focaccia morbida per prima cosa versate il lievito sbriciolato nell’acqua tiepida e mescolate fino a completo scioglimento. Versate la farina nella ciotola della planetaria ed utilizzate il gancio per mescolare.

Versate l’acqua con il lievito  e iniziate ad impastare a velocità bassa. Aggiungete il sale e per ultimo l’olio a filo.

Quando l’impasto sarà ben liscio e omogeneo, arrestate la planetaria. Saranno necessari circa 10 minuti. A questo punto oleate con un filo d’olio il piano di lavoro e quindi rovesciate l’impasto, lavoratelo con le mani giusto il tempo di conferirgli una forma sferica. Trasferitelo quindi in una ciotola e coprite con pellicola. Lasciate lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto lievitato, ungete accuratamente con l’olio una teglia rotonda (24/26 cm di diametro). Ponete al centro l’impasto e stendetelo con le mani su tutta la superficie della teglia.

Coprite con della pellicola e lasciate lievitare per 1 ora in forno spento con la luce accesa . Intanto preparate una specie di salamoia miscelando un pò di acqua con un pò di olio, all’ incirca in parti uguali.

Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e pressate la superficie con la punta delle dita per creare i tipici buchi della focaccia, quindi distribuite sopra la salamoia e cospargete con del sale aromatico alla maggiorana.

Cuocete in forno, già caldo, modalità ventilato, a 200° per 40 minuti. Una volta cotta sfornate la vostra focaccia alta e soffice, servitela ancora calda e profumatissima.

IMG_20200421_145130

Brownies al cioccolato

IMG_20200414_145141

…ormai è trascorsa anche questa strana Pasqua, fra tutte le insolite emozioni di questa particolare quarantena, immagino che come di consueto però ci abbia lasciato una dispensa ricca di cioccolato, allora oggi vi propongo un goloso riciclo. Una ricettina semplice e veloce da preparare, dei brownies: dolcetti tipici della tradizione americana. Praticamente è una sorta di torta che si prepara in una teglia rettangolare e che dopo la cottura viene tagliata a quadrotti. Chi è stato negli Stati Uniti difficilmente avrà resistito ad assaggiarli e chi invece come me non ci è mai stato comunque ne avrà sicuramente sentito parlare: si tratta di quadrotti dal colore scuro, dalla leggera crosticina e dall’impasto denso di cioccolato e frutta secca. Amatissimi da grandi e piccoli, sono spesso accompagnati da panna montata o gelato alla vaniglia, ma nascono in versione “take away”, comoda e pratica da gustare a passeggio. Si racconta infatti che siano stati preparati la prima volta nel 1892 a Chicago quando, in occasione di una grande fiera per festeggiare i 400 anni dalla scoperta dell’America, un’altolocata signora di nome Bertha Palmer chiese al suo chef di ideare un dessert che fosse pratico da portarsi in giro per la città, senza il rischio di sporcarsi le mani o il vestito…

IMG_20200414_145355

IMG_20200414_150502

Ingredienti:

  • 200 g burro
  • 270 g cioccolato fondente avanzato dalle uova di Pasqua
  • 120 g farina 00
  • 120 g zucchero
  • 30 g cacao amaro in polvere
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino lievito in polvere per dolci

IMG_20200414_145137

Preparazione:

In un pentolino mettete il burro e 200 g di cioccolato fondente avanzato dalle uova Pasquali tagliato a pezzetti. Sciogliete a fuoco molto molto basso fino a che si saranno amalgamati perfettamente insieme, poi spegnete il fuoco e lasciate intiepidire. Altrimenti potete mettere burro e cioccolato in una ciotola e farli sciogliere nel forno a microonde.

In una ciotola mettete le uova intere e lo zucchero e sbattete con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto spumoso.

Versate nella ciotola con le uova e lo zucchero, la farina setacciata, il cacao in polvere e il lievito in polvere per dolci e mescolate bene tutti gli ingredienti per evitare che si formino grumi. Continuate per qualche minuto con le fruste elettriche.

Incorporate il composto di burro e cioccolato, una volta raffreddati, mescolate fino ad ottenere un composto fluido ed omogeneo. Completate unendo i 70 g di cioccolato avanzato, nella ricetta originale, a questo punto si utilizzavano le gocce di cioccolato fondente, noi in questo caso incorporeremo il cioccolato delle uova di Pasqua ridotto in scagliette, perchè la nostra è una ricetta di riciclo.

Versate il composto per i brownies in una teglia rettangolare che avrete precedentemente imburrato, oppure rivestita di carta forno. Con una spatola livellate bene la superficie.

Infornate e cuocete i brownies in forno, modalità ventilato a 180° per 30 minuti circa.

Sfornate la teglia e lasciatela raffreddare poi tagliate i brownies a quadrotti con un coltello.

IMG_20200414_150550

IMG_20200414_150553

IMG_20200414_150555

Se vi è avanzato cioccolato al latte o bianco, non ci sono problemi per l’ utilizzo,in quel caso però dovrete diminuire lo zucchero di almeno 30 grammi.

Potete spolverizzare i brownies al cioccolato con zucchero a velo.

Focaccia al rosmarino

IMG_20200404_164641

…è una strana primavera, surreale, ma quello che conta per ora è rimanere a casa ed avere pazienza, nel frattempo anche per unire l’ utile al dilettevole, per non andare a fare la spesa troppo di frequente ma per non farsi mancare una focaccia fresca io vi propongo questa ricetta non troppo impegnativa per preparare appunto una gustosa focaccia alta & soffice. Io ho scelto di aggiungere semplicemente sulla superficie un pò di rosmarino e del sale grosso, ma poi potete scegliere di cospargere la focaccia con delle olive, dei pomodorini, oppure farcirla dopo la cottura con salumi o formaggi…

IMG_20200404_165000

image_3

Ingredienti:

  • 500 g farina 00
  • 8 g lievito di birra fresco
  • 20 g olio d’ oliva
  • 300 ml acqua
  • 5 g sale
  • rosmarino qb
  • sale grosso qb

IMG_20200404_165016

IMG_20200404_165022

Preparazione:

Per preparare la focaccia morbida per prima cosa versate il lievito sbriciolato nell’acqua tiepida e mescolate fino a completo scioglimento. Versate la farina nella ciotola della planetaria ed utilizzate il gancio per mescolare.

Versate l’acqua con il lievito  e iniziate ad impastare a velocità bassa. Aggiungete il sale e per ultimo l’olio a filo.

Quando l’impasto sarà ben liscio e omogeneo, arrestate la planetaria. Saranno necessari circa 10 minuti. A questo punto oleate con un filo d’olio il piano di lavoro e quindi rovesciate l’impasto, lavoratelo con le mani giusto il tempo di conferirgli una forma sferica. Trasferitelo quindi in una ciotola e coprite con pellicola. Lasciate lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto lievitato, ungete accuratamente con l’olio una teglia rotonda (24/26 cm di diametro). Ponete al centro l’impasto e stendetelo con le mani su tutta la superficie della teglia.

Coprite con della pellicola e lasciate lievitare per 1 ora in forno spento con la luce accesa . Intanto preparate una specie di salamoia miscelando un pò di acqua con un pò di olio, all’ incirca in parti uguali.

Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e pressate la superficie con la punta delle dita per creare i tipici buchi della focaccia, quindi distribuite sopra la salamoia e cospargete con qualche chicco di sale grosso e del rosmarino.

Cuocete in forno, già caldo, modalità ventilato, a 200° per 40 minuti. Una volta cotta sfornate la vostra focaccia alta e soffice, servitela ancora calda e profumatissima.

La focaccia si conserva per 1-2 giorni in un sacchetto di carta. Si può anche congelare una volta cotta, dopo averla lasciata raffreddare per poi scongelarla e riscaldarla al bisogno.

IMG_20200404_164656

image

Barrette di muesli fatte in casa

IMG_20200328_100446

Sempre della serie #iorestoacasa oggi vi propongo una preparazione homemade facile & veloce per realizzare delle barrette di muesli. Ho scelto una ricetta semplice e poco laboriosa ma che comunque vi darà risultati  davvero soddisfacenti. E’ molto facile e divertente,  si tratta di amalgamare fra loro tutti gli ingredienti e passarli in forno, poi voi con la vostra fantasia e con anche quello che troverete in dispensa potete preparare le barrette sempre in maniera diversa e come più soddisfano il vostro gusto. Le barrette di muesli sono uno snack sano e gustoso, generalmente  preparate con cereali ( fiocchi d’avena) frutta secca ( noci, nocciole, mandorle) essicata (uvetta, mirtilli rossi, cocco, albicocche) e semi vari (sesamo, girasole). Sono perfette sia per la merenda dei bambini come alternativa alle merendine industriali e troppo ricche di grassi, sia dei più grandi che vogliono fare il pieno di energia.

IMG_20200328_101300

IMG_20200328_100732

Ingredienti:

  • 300 g di fiocchi d’avena
  • 180 g di miele
  • 70 g di zucchero di canna
  • 4 cucchiai di olio di semi
  • 100 g di  frutta secca (mandorle, nocciole, noci, pinoli)
  • 100 g di frutta essicata (mirtilli, albicocche, cocco, zenzero,uvetta)
  • 50 g gocce di cioccolato fondente

IMG_20200328_082927

IMG_20200328_100434

Preparazione:

Accendete il forno a 180 gradi.

In una ciotola versate tutti gli ingredienti ed amalgamateli bene fra loro. Se avete frutta secca o essicata intera, tagliatela a pezzetti.

Ungete della carta forno con un filo di olio di semi e versateci sopra il composto pressandolo bene, in modo che sia compatto e che non abbia buchi in mezzo.

IMG_20200328_084013

Cuocete almeno 25 minuti e poi, in base al grado di doratura decidete  se lasciarlo nel forno ancora qualche minuto.

Sfornate e lasciate raffreddare completamente, solo dopo che si sarà raffreddato, altrimente correte il rischio che si sbricioli tutto, tagliatelo a fette in modo da ricavarne tante barrette.

IMG_20200328_100846

IMG_20200328_100643

IMG_20200328_100351

 

 

Crackers integrali con semi vari e fiocchi d’avena

IMG_20200310_111127

…Della serie #iorestoacasa e oggi farò a meno anche del pane fresco, quindi ho deciso di preparare dei crackers integrali con tanti semini e fiocchi d’avena perché non esiste pranzo e cena senza qualcosa da sgranocchiare. Questi crackers in verità nascono anche perché in dispensa era appunto finito tutto lo sgranocchiabile ma circolavano da una mensola all’altra dei sacchettini già aperti di semini vari e di fiocchi d’avena. L’impasto è semplicissimo e pure la preparazione, si tratta di unire tutti gli ingredienti in una ciotola impastare e poi stendere il composto che sarà già pronto per la cottura in forno…

IMG_20200310_111812
…io poi me li mangio anche a merenda con la marmellata di arancia…

IMG_20200310_111050

IMG_20200310_111240

Ingredienti:

  • 200 g  semi oleosi vari: zucca, girasole, chia, sesamo, papavero, lino
  • 50 g fiocchi d’avena
  • 150 g farina integrale
  • 130 ml acqua
  • 50 ml olio extravergine d’oliva
  • sale qb

IMG_20200310_111145

IMG_20200310_111244

Preparazione:

Unite in una ciotola capiente tutti i semi ed i fiocchi d’avena con la farina. Aggiungete l’olio extravergine di oliva e l’acqua. In ultimo un pizzico di sale. Lavorate il tutto con un cucchiaio di legno o direttamente con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo.

Stendete l’impasto con il mattarello tra due fogli di carta da forno (in questo modo non si appiciccherà ne alle mani ne al mattarello) poi rimuovete il foglio superiore e rifinite i bordi dell’impasto con un coltello in modo da ricavare la forma di un rettangolo. A questo punto tagliate tanti rettangoli più piccoli che saranno i crackers finali. Disponete direttamente la carta forno con i crackers già tagliati sopra su una teglia.

Prima di infornare spennellate la superficie dei crackers con poco olio di oliva se preferite aggiungete qualche chicco di sale grosso e qualche fogliolina di rosmarino. Cuocete in forno già caldo per circa 20 minuti a 190° in modalità statica o fino a doratura desiderata. Sfornate e lasciate raffreddare i crackers su una gratella. Se conservate i crackers in una scatola di latta o in un sacchetto di plastica con chiusura ermetica rimarranno croccanti e fragranti per giorni.

IMG_20200310_111834

IMG_20200310_111825

IMG_20200310_111102

Come vi ho già scritto io mi sono gustata i crackers anche con la marmellata di arance e vi dirò che è stata proprio una merenda top, se vi va vi allego qui sotto anche il link per preparare la marmellata di arance, ora che siamo alla fine della stagione sono ancora più buone e mi pare un’ottima idea farne una scorta sottoforma di confettura per i prossimi mesi…E vi ricordo, che visto e considerato che è meglio rimanere in casa in epoca covid19, tanto vale ritagliarsi un pò di tempo da trascorrere in cucina…

http://www.passatelliescialatielli.it/2018/12/02/marmellata-di-arance/

Lemon Curd

IMG_20200310_124131

IMG_20200310_124120

…si tratta di una preparazione base della pasticceria, una delicata e profumata crema al limone a base di uova zucchero e burro, facile e veloce da preparare. In pasticceria viene utilizzata per farcire torte o crostate. E’ una crema molto aromatica, originaria dell’ Inghilterra, tradizionalmente viene servita con delle fette di pane tostato o degli scones, durante l’ immancabile tè pomeridiano. Grazie all’ utilizzo sia della scorza che del succo ha un intenso sapore e profumo di limone, molto gradevole. Naturalmente con il passare degli anni sono nate numerose varianti che si differiscono dalla ricetta originale per  le quantità degli ingredienti e l ‘aggiunta di altri, io qui di seguito vi propongo una ricetta molto semplice  per preparare un goloso lemon curd in poco tempo e con un risultato che non ha nulla da invidiare alla crema al limone tradizionale inglese…

IMG_20200310_124127

IMG_20200310_124144

Ingredienti:

  • 2 limoni
  • 200 g zucchero a velo
  • 90 g burro
  • 3 uova

IMG_20200310_124321

IMG_20200310_124202
…i meravigliosi limoni bio dell’ albero di zia Momo…

IMG_20200310_124555

Preparazione:

Spremete 2 limoni e filtratene il succo in modo da trattenere eventuali semi e filamenti. Grattugiatene anche la scorza. In una ciotola versate il succo filtrato, aggiungete la scorza, il burro ancora freddo di frigorifero tagliato a cubetti, le uova e lo zucchero a velo. Con una frusta iniziate a sbattere e trasferite sul fuoco, ma non a contatto diretto, bensì a bagnomaria, continuando a mescolare con la frusta. Fate cuocere la crema a bagnomaria per circa 10 minuti, a fuoco moderato, perchè il composto non deve mai prendere il bollore, per evitare che l’ uovo si raggrumi. Durante questi 10 minuti la crema si addenserà, per capire quando sarà pronta, immergetevi un cucchiaio di legno, quando vedrete che la crema non scivolerà più via, allora sarà il momento di togliere dal fuoco. Versate il lemon curd all’ interno di un vasetto di vetro pulito e sterilizzato, ancora caldo, lasciate raffreddare a temperatura ambiente e poi conservatelo ben chiuso in frigorifero. In questo modo si manterrà anche per 4/5 giorni. Altrimenti, attendete che il lemon curd si raffreddi ed utilizzatelo per farcite torte o crostate.

IMG_20200310_114601
…tutti gli ingredienti in una ciotola…
image
…mescolate a bagnomaria per 10 minuti…
image_1
…delizioso anche sul pane…