Panna cotta alle albicocche & lavanda

albicoccalavanda4

…io adoro la panna cotta, nonostante sia un dolce molto semplice da preparare, lo trovo bello ed elegante, ideale per terminare una bella cena in compagnia. Mi piace accostare di volta in volta, il suo sapore delicato anche con la frutta di stagione, questa volta ho scelto le albicocche: dolci e vellutate che ho aromatizzato con qualche fiore di lavanda, un aroma fresco che ben si sposa con la dolcezza della frutta & della panna cotta…Provate anche voi…

albicoccalavanda10

albicocchelavanda1

Ingredienti: (per 4/6 porzioni)

  • 500 ml panna fresca liquida
  • 100 g zucchero semolato
  • 6 fogli colla di pesce
  • 4/6 albicocche
  • zucchero di canna qb
  • fiori di lavanda qb

albicoccalavanda6

Preparazione:

Versate la panna in un pentolino con lo zucchero e semolato e portate al bollore a fiamma media. Mettete in ammollo i fogli di colla di pesce in acqua fredda. Intanto lavate le albicocche e tagliatele a spicchi. Trasferitele in una padellina antiaderente con 1 cucchiaio di zucchero di canna e una manciata di fiori di lavanda. Portate sul fuoco a fiamma media e mescolate delicatamente in modo che si sciolga lo zucchero e si caramellino un poco le albicocche. Sfiorato il bollore togliete dal fuoco la panna ed aggiungete i fogli di colla di pesce strizzati. Mescolate con cura e versate il composto negli stampini. Lasciate raffreddare prima a temperatura ambiente poi trasferiteli nel frigorifero per 3/4 ore almeno in modo che si rassodi la panna cotta. Con le albicocche caramellate alla lavanda potrete eseguire la decorazione della panna cotta direttamente sul piatto da portata su cui sistemerete la panna cotta dopo averla tolta dallo stampino. Altrimenti potete anche aggiungere qualche fetta di albicocca incorporandola direttamente alla panna cotta all’interno degli stampini.

albicoccalavanda2
fate caramellate le albicocche con lo zucchero di canna & la lavanda
albicoccalavanda3
potete decider di utilizzare le albicocche solo come decorazione oppure incorporarle anche all’interno della panna cotta…

Crema cotta con ciliege

cremaciliege9

…un’altra idea per utilizzare le ciliege: una crema cotta, dolce & golosa, dal sapore un pò antico, un dolce al cucchiaio come la crema stufata che preparava la nonna..

cremaciliege8

cremaciliege4

Ingredienti:

  • 250 ml panna liquida
  • 250 ml latte
  • 80 g zucchero semolato
  • 300 g ciliege mature
  • aroma di vaniglia
  • 4 uova
  • zucchero di canna qb

cremaciliege5

cremaciliege7

Preparazione:

Versate in un pentolino la panna ed il latte, incorporate l’aroma di vaniglia e portate all’ebollizione. Appena sfumato il bollore togliete dal fuoco. Intanto in una ciotola montate i tuorli delle 4 uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso e gonfio. A questo punto incorporate a filo il latte e la panna, mi raccomando, dopo averli lasciati intiepidire un poco, per evitare di cuocere i tuorli d’uovo. Lavate le ciliege ed eliminate da ognuna il nocciolo, sistematele sul fondo di ogni vasetto di vetro (i vasetti devono essere resistenti alle alte temperature, vanno benissimo anche ciotoline in ceramica). Versate sopra le ciliege la crema fino quasi all’orlo del vasetto, perchè questa non è una preparazione che cresce in cottura. Sistemate tutti i vasetti in una teglia dal bordo alto in cui verserete dell’acqua fino ai 2/3 dell’altezza dei contenitori che avete utilizzato. Infornate in forno già caldo, in modalità statica a 170 gradi per circa 1 ora. Terminata la cottura lasciate raffreddare e poi servite. Verso fine cottura potete anche aggiungere in superficie 1 cucchiaino di zucchero di canna che vi regalerà una croccante crosticina dorata.

cremaciliege2
rimuovete il nocciolo da ogni ciliegia…
cremaciliege3
crema & ciliege nel vasetto pronto per essere infornato…
cremaciliege1
un consiglio: cercate di scegliere le ciliege più nere e mature per evitare che in cottura rilascino troppo liquido

Pesto di zucchine

pestozucchine9

…finalmente sta per arrivare l’estate  e ci possiamo sbizzarrire con la fantasia, condire la pasta con verdure sempre diverse, fresche di stagione, colorate, gustose, profumate… Utilizzarle crude ci permette di gustarle al meglio senza alterare con la cottura tutte le proprietà benefiche dei micronutrienti in esse contenute…Oggi direttamente dall’orto ho raccolto delle belle zucchine verdi, un ciuffo di menta per una nota fresca, che in queste giornate calde è proprio l’ideale e poi aggiungo le mandorle: ecco pronto un pesto gustoso, sano e veloce da preparare!!!!

pestozucchine1

pestozucchine2

Ingredienti:

  • 200 g pasta secca (meglio un formato medio/corto)
  • 2 zucchine fresche
  • 50 g mandorle
  • foglie di menta qb
  • 1 spicchio di aglio
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb
pestozucchine4
io ho utilizzato una pasta trafilata in bronzo de La Fabbrica della Pasta di Gragnano
pestozucchine5
‘e Puntiglius, un formato bellissimo di una pasta secca di qualità

pestozucchine8

Preparazione:

Lavate e tagliate le zucchine eliminando la parte centrale bianca se in eccesso rispetto alla buccia (questo anche per cercare di ottenere un pesto di un bel colore verde). Io preferisco utilizzare le zucchine a crudo, per il gusto ed anche la texture finale che risulta più “croccante”. Comunque se preferite potete scottare le zucchine in un pentolino con acqua salata per una decina di minuti, evitando però di cuocerle troppo altrimenti si perderà un poco in gusto e colore. Quando si tratta di preparare un pesto l’ideale sarebbe utilizzare il mortaio: provate e vi stupirete di quanto i sapori ed i profumi saranno più intensi!!! E’ naturale che per questioni di praticità e di tempo si utilizzi il mixer: in questo caso allora, utilizzate una velocità ridotta ed interrompete di tanto in tanto per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Se utilizzate il mixer versatevi le zucchine, 1 spicchio di aglio, le mandorle, alcune foglie di menta e l’olio d’oliva: quanto basta per riuscire ad ottenere un pesto cremoso ed omogeneo. Regolate di sale & pepe. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela un poco al dente e conditela con il pesto di zucchine. Servite con un filo di olio a crudo.

pestozucchine6

pestozucchine7

pestozucchine10

pestozucchine11

Confettura di albicocca & curcuma

albicocche1

albicocche10

albicocche6

…una confettura tradizionale un pò rivisitata ed aromatizzata…albicocca & curcuma, un’accostamento non tradizionale ma di sicuro un gusto particolare che bene si sposa sul pane, le fette biscottate oppure anche con elementi salati come i formaggi stagionati. Una confettura arancione…ancora più arancione con l’aggiunta di un cucchiaino di curcuma, morbida & vellutata, buonissima ancora calda oppure conservata in vasetti di vetro, perfetta anche come idea regalo…Un profumo meraviglioso che invade la cucina durante la preparazione: ecco il bello delle confetture homemade!!!!

albicocche2
…albicocche
albicocche3
…zucchero di canna
albicocche5
…curcuma

Ingredienti:

  • 500 g albicocche mature
  • 350 g zucchero canna
  • 1 limone
  • 1 cucchiaio curcuma

albicocche4

Preparazione:

Se non volete utilizzare la pectina come addensante potete tranquillamente farne a meno, in alternativa potete aggiungere la buccia di 1 mela, rigorosamente biologica che poi eliminerete al termine della cottura. In una ciotola mettete le albicocche mature tagliate a pezzi, aggiungete il succo di un limone e lo zucchero di canna, mescolate bene e coprite con la pellicola trasparente. Io preparo le albicocche sempre alla sera, lascio macerare una notte intera in frigorifero e poi l’indomani mattina faccio la confettura. Quindi versate il composto di albicocche limone e zucchero in un pentolino, aggiungete la buccia di 1 mela e mettete sul fuoco. Utilizzando la buccia di mela come addensante naturale potete diminuire un pò i tempi di cottura ed mantenere anche un bel colore arancio. Cuocete per circa 30 minuti a fiamma media, mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. Aggiungete 1 cucchiaino di curcuma e mescolate bene cercando di eliminare tutti i grumi. Continuate ancora la cottura e controllate spesso la densità, quando avrà raggiunto la consistenza da voi preferita spegnete il fuoco. Se preferite una confettura con pezzi di frutta sarà già pronta per essere conservata, se invece preferite una texture più omogenea potete passarla al mixer oppure utilizzare un frullatore ad immersione, prima però eliminate la buccia di mela. Se volete conservare la confettura versatela ancora bollente nei vasetti di vetro che avrete già sterilizzato (mettendoli a bollire in una grande pentola piena di acqua per almeno 20/30 minuti). Utilizzate vasetti a chiusura ermetica e capovolgeteli una volta chiusi. Successivamente dopo che si saranno raffreddati, riponeteli al fresco in dispensa.

albicocche7

albicocche9

albicocche11

Vellutata di Barbabietola

barbabietola1
le barbabietole rosse sono ricche di antiossidanti ed hanno proprietà depurative e disintossicanti

barbabietola4

barbabietola2

Ingredienti:

  • 2 barbabietole rosse
  • 1 patata
  • brodo vegetale qb
  • 1 scalogno
  • olio qb
  • sale e pepe qb

Preparazione:

Tritate lo scalogno e fatelo appassire con un pò di olio. Intanto preparate le barbabietole e la patata: sbucciatele e tagliatele a tocchetti. Una volta appassito lo scalogno aggiungete nel tegame anche i tuberi già tagliati. Fate rosolare per qualche minuto e poi continuate a cuocere aggiungendo il brodo vegetale. Sfumate con il brodo finchè la polpa di barbabietola e patate non si sarà sufficientemente ammorbidita. Ora con il frullatore ad immersione frullate il tutto fino ad ottenere una crema vellutata. Se vi sembrerà troppo compatta potrete aggiungere ancora un pò di brodo vegetale. Aggiustate di sale e pepe e servite la vellutata calda. Per renderla ancora più appetitosa aggiungete una parte croccante in contrasto: perfetti dei crostini di pane aromatizzati con uno spicchio di aglio oppure della polenta tagliata a tocchetti saltata in padella.

barbabietola3
un colore irresistibile ed intenso…un sapore morbido e dolce…

Con questa ricetta partecipo al contest “In forma con gusto” di Una Famiglia in Cucina

http://unafamigliaincucina.it/

Risultati immagini per banner contest in forma con gusto

Pennette ricotta e limone

pennette7

pennette8

pennette9

Un primo dai sapori e dalle fragranze fresche, spicca fra tutti il limone profumatissimo, presente come ingrediente della pasta secca ma anche nel condimento assieme alla ricotta. Una pasta servita in pratici ed originali vasetti in vetro, su una base di fresella e pomodorini gialli gourmet La Fiammante. Un pizzico di rosmarino ed aglio per aromatizzare et voilà…

pennette1
Pennette lisce al limone de La Fabbrica della Pasta di Gragnano

pennette2

pennette4

Ingredienti:

  • 200 g di Pennette lisce al limone de La Fabbrica della Pasta di Gragnano
  • 150 g ricotta fresca
  • 1 limone
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb
  • 1 fresella
  • 200 g Pomodorini gialli Gourmet La Fiammante
  • rosmarino qb
  • 1 spicchio di aglio

pennette12

Preparazione:

Prendete la fresella e mettetele in ammollo qualche minuto in acqua fredda, intanto nel mixer versate i pomodorini gialli, 1 spicchio di aglio e qualche foglia di rosmarino,un filo d’olio d’oliva, poi aggiungete anche la fresella ormai ammorbidita, frullate. Aggiustate di sale e pepe e versate il composto sul fondo del vasetto di vetro che userete come contenitore monopersona per servire le pennette. Ora dedicatevi al condimento a base di ricotta e limone, mentre aspettate che bolla l’acqua per la pasta. In una ciotola iniziate a lavorare la ricotta fresca, aggiungete la scorza di mezzo limone, sale e un pizzico di pepe, un filo di olio. Continuate a lavorare fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo, se necessario aggiungete un pò di acqua di cottura della pasta per allungare la crema di ricotta in caso vi rimanga troppo densa. Cucinate le pennette e scolatele un poco al dente. Conditele con la crema di ricotta al limone e trasferitele nei vasetti di vetro sopra alla base di fresella e pomodorini. Decorate con qualche pomodorino e rosmarino. Un filo d’olio a crudo e un pizzico di sale e pepe.

pennette3

pennette5
nel mixer la fresella “spugnata” & i pomodorini gialli….

pennette10

pennette11

Con questa ricetta partecipo al Contest “Pomorosso d’Autore” ricette di pasta      realizzato da MySocialRecipe in collaborazione con La Fiammante e la Fabbrica della Pasta di Gragnano

http://www.mysocialrecipe.com/contest/pomorosso-dautore/ricette-di-pasta-2017/

https://www.lafiammante.it/

http://www.lafabbricadellapastadigragnano.it/

Ricette di Pasta 2017

Farfalloni con pesto di fave

farfalloni1
un formato originale: i farfalloni della Fabbrica della Pasta di Gragnano
farfalloni2
formati di pasta, vere opere d’arte, ottenute grazie all’impiego di materie prime di alta qualità ed un’accurata lavorazione artigianale…

farfalloni4

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 320 g farfalloni di La Fabbrica della Pasta di Gragnano
  • 1 kg di fave fresche
  • 40 g di pecorino già grattugiato
  • 40 g di mandorle
  • 1 spicchio di aglio
  •  foglie di menta qb
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb

farfalloni5

farfalloni6

farfalloni7

Preparazione:

Prendete le fave e sgranatele dal bacello. Sbollentatele per almeno 5 minuti in abbondante acqua salata. Passatele velocemente sotto l’acqua corrente fredda e lasciatele un poco a scolare. Quando si tratta di preparare un pesto l’ideale sarebbe utilizzare il mortaio: provate e vi stupirete di quanto i sapori ed i profumi saranno più intensi!!! E’ naturale che per questioni di praticità e di tempo si utilizzi il mixer: in questo caso allora, utilizzate una velocità ridotta ed interrompete di tanto in tanto per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Se utilizzate il mixer versatevi le fave, le foglioline di menta già lavate (circa una decina), 1 spicchio di aglio, le mandorle ed a filo l’olio d’oliva in modo da ottenere la consistenza desiderata, azionate a velocità bassa ed intorrempetevi di tanto in tanto. Aggiungete anche il pecorino. Aggiustate di sale e pepe, anche se utilizzando il pecorino, un formaggio molto saporito, non è quasi necessaria l’aggiunta del sale. Amalgamate bene il tutto. Se utilizzate il mortaio armatevi di pazienza ed iniziate con il pestello lentamente a schiacciare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto cremoso. Cuocete i farfalloni in abbondante acqua salata. Scolateli e conditeli subito con il pesto.

farfalloni8
un pesto fresco e primaverile: fave mandorle & menta…
farfalloni9
serviti in pratici & comodi vasetti in vetro monoporzione: un idea simpatica ed originale, ideale anche per la pausa pranzo fuori casa
pestofave8
se pestato con il mortaio il pesto sprigiona sapori aromi e fragranze molto più intense
pestofave9
un pesto che è un pieno di salute: le fave ricche di proteine e fibre, le mandorle ricche di nutrienti, acidi grassi essenziali, vitamine, fitosteroli e una nota fresca con la menta

Crostatine con confettura di fragole & menta

crostatinefragole4

crostatinefragole6

…delle irresistibili crostatine di pasta frolla con una fresca confettura di fragole e menta, colorate & profumate, fanno venire voglia di mangiarle solo a guardarle…

…io e le mie bambine ci divertiamo a prepararle insieme in occasione delle merende al parco con le amichette: golose e genuine, fatte in casa senza conservanti, solo ingredienti freschi…

crostatinefragole3

Ingredienti: (per 6/8 crostatine)

per la pasta frolla ….

  • 250 g farina
  • 125 g burro
  • 100 g zuccchero a velo
  • 2 uova (solo il tuorlo)
  • scorza di limone

… per la farcitura …

  • 250 g confettura di fragole & menta

fragole4

fragole6

 

crostatinefragole2

Preparazione:

Iniziate preparando la pasta frolla: in planetaria oppure in una ciotola impastate la farina con il burro ancora freddo ed un pizzico di sale, per ottenere un composto simil sabbioso. A questo punto aggiungete i 2 tuorli d’uovo, lo zucchero a velo e la scorza grattugiata di mezzo limone. Impastate per amalgamare tutti gli ingredienti ma non dilungatevi più del necessario, per non riscaldare troppo con le mani la pasta. Formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e poi lasciatelo raffreddare qualche ora in frigorifero (se preparate la pasta frolla il giorno prima, il risultato sarà ancora più soddisfacente). Trascorso il tempo necessario prendete la frolla e stendetela con uno spessore di circa mezzo cm, ricavatene dei piccoli cerchi per foderare gli stampini già imburrati.  Mantenete almeno un terzo della pasta frolla per la decorazione classica a griglia delle crostatine.  Stendete la confettura di fragole & menta sulle crostatine. Per la decorazione utilizzate la  griglia apposita oppure stendete la frolla rimasta e ricavatene tante listarelle sottili che poi incrocerete sopra le crostatine. Ora sono pronte per essere infornate. Cuocete in forno già caldo a 180 gradi per 15/20 minuti. Lasciate raffreddare su una griglia.

crostatinefragole1

crostatinefragole8
…come dice la mia Elena: “sembra il cestino di Cappuccetto Rosso!”
crostatinefragole9
una bella idea anche per una merenda al parco con i bambini oppure un pic nic….

Confettura di fragole & menta

Ventagli di pasta sfoglia con ricotta & confettura di amarene

ventagli13

ventagli14

… dei ventagli di pasta sfoglia farciti con ricotta & confettura di amarene…

dal gusto delicato, raffinati ed eleganti nella forma riscuoteranno certamente approvazione: una croccante pasta sfoglia esterna racchiude una farcia di vellutata ricotta a cui ho accostato una nota più decisa con la confettura di amarena. Con un pò di pazienza per la lavorazione della pasta sfoglia ma poca spesa in termini economici sicuramente un resa e quindi un risultato davvero soddisfacente. Si possono realizzare con un pò di anticipo, perchè buoni anche se consumati già freddi, pratici e comodi già pronti in monoporzione.

ventagli10

ventagli11

ventagli8

ventagli12

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 40 g burro
  • 100 g ricotta
  • 100 g confettura amarene
  • zucchero a velo qb

Preparazione:

Prendete il rotolo di pasta sfoglia e ricavatene 3 strisce tagliando la sfoglia nel senso della lunghezza. Fate sciogliere il burro,a bagnomaria oppure nel microonde e spennellatelo su ogni striscia. Sovrapponete le 3 strisce una sopra l’altra e poi arrotolate la sfoglia ottenuta con i 3 strati sovrapposti. Riponetela nel freezer per circa 1 ora a solidificare, in questo modo riuscirete poi a lavorarla più facilmente. Trascorso il tempo necessario, prendete il rotolo dal freezer e tagliatelo a fette dello spesore di circa 1 cm. Prendete poi ogni fetta: una ad una lavoratele con le dita, prima schiacciate tutta la superficie e poi cercate di dare la profondità.  Quasi come fosse una conchiglia. Riempite ogni ventaglio con un cucchiaino di ricotta e uno di confettura di amarene. Richiudete ogni ventaglio e cercate di fare pressione con le dita per evitare che si aprano in cottura. Trasferite i ventagli su una teglia rivestita di carta forno ed infornate in forno già caldo, in modalità statica a 200 gradi per 10/15 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare, per evitare di romperli, trasferite i ventagli sul piatto da portata solo dopo che si saranno raffreddati. Cospargeteli con abbondante zucchero a velo.

ventagli1
tagliate il rotolo in 3 strisce
ventagli2
imburrate ogn striscia e sovrapponetele una sopra l’altra
ventagli3
arrotolate la sfoglia
ventagli4
trasferite il rotolo in freezer per 1 ora
ventagli5
tagliate il rotolo a fette e lavorate ogni fetta con le dita
ventagli6
farcite con 1 cucchiaino di ricotta e 1 di confettura
ventagli7
richiudete bene ogni ventaglio ed infornate

Con questa ricetta partecipo al contest “Prelibatezze da buffet” del blog “Il Pomodorino Confit”

 

Pesto di fave

…un pesto alternativo ma buonissimo, preparato con le fave di stagione, mandorle e pecorino, aromatizzato con qualche foglia di menta per renderlo ancora più fresco…a tutto “green” !!!! le fave sono legumi ricchi di proteine e fibre, poveri di grassi e ricchi di sali minerali.. un pieno di salute e vitamine!!! E’ importante consumarle in questo periodo, ora che si trovano fresche di stagione, a km 0…si tratta di un pesto molto gustoso che ben si adatta anche con la pasta integrale un poco più rustica, ma è buonissimo anche spalmato sul pane!!! provatelo!!! La frutta secca poi, in questo caso le mandorle, è ricchissima di nutrienti, acidi grassi essenziali, proteine vegetali, vitamina E, sali minerali e fitosteroli…insomma una miniera di sostanze nutritive benefiche!!! Senza contare il gusto ed il sapore che ben si sposa anche accostato come in questo caso ad un primo piatto!!! Ho scelto per questa ricetta le mandorle, che sono meno grasse delle noci ad esempio e che hanno un sapore più delicato, le ho utilizzate tritate all’interno del pesto e in scaglie come decorazione finale…

pestofave3

pestofave4

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 320 g spaghetti al farro
  • 1 kg di fave fresche
  • 40 g di pecorino già grattugiato
  • 40 g di mandorle
  • 1 spicchio di aglio
  •  foglie di menta qb
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb

Preparazione:

Prendete le fave e sgranatele dal bacello. Sbollentatele per almeno 5 minuti in abbondante acqua salata. Passatele velocemente sotto l’acqua corrente fredda e lasciatele un poco a scolare. Quando si tratta di preparare un pesto l’ideale sarebbe utilizzare il mortaio: provate e vi stupirete di quanto i sapori ed i profumi saranno più intensi!!! E’ naturale che per questioni di praticità e di tempo si utilizzi il mixer: in questo caso allora, utilizzate una velocità ridotta ed interrompete di tanto in tanto per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Se utilizzate il mixer versatevi le fave (io ne mantengo una manciata da parte da aggiungere poi in ultimo sulla pasta assieme al pesto), le foglioline di menta già lavate (circa una decina), 1 spicchio di aglio, le mandorle ed a filo l’olio d’oliva in modo da ottenere la consistenza desiderata, azionate a velocità bassa ed intorrempetevi di tanto in tanto. Aggiungete anche il pecorino. Aggiustate di sale e pepe, anche se utilizzando il pecorino, un formaggio molto saporito, non è quasi necessaria l’aggiunta del sale. Amalgamate bene il tutto. Se utilizzate il mortaio armatevi di pazienza ed iniziate con il pestello lentamente a schiacciare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto cremoso. Cuocete gli spaghetti al farro in abbondante acqua salata. Scolateli e conditeli subito con il pesto. Aggiungete anche le fave che avete mantenuto intere. Servite gli spaghetti con un filo di olio a crudo.

pestofave4

pestofave5

pestofave6

pestofave8

Con questa ricetta partecipo al contest “Noci, nocciole & frutta secca” del blog “lastufaeconomica”

Settimo contest:” NOCI, NOCCIOLE & frutta secca “