Focaccia al rosmarino

IMG_20200404_164641

…è una strana primavera, surreale, ma quello che conta per ora è rimanere a casa ed avere pazienza, nel frattempo anche per unire l’ utile al dilettevole, per non andare a fare la spesa troppo di frequente ma per non farsi mancare una focaccia fresca io vi propongo questa ricetta non troppo impegnativa per preparare appunto una gustosa focaccia alta & soffice. Io ho scelto di aggiungere semplicemente sulla superficie un pò di rosmarino e del sale grosso, ma poi potete scegliere di cospargere la focaccia con delle olive, dei pomodorini, oppure farcirla dopo la cottura con salumi o formaggi…

IMG_20200404_165000

image_3

Ingredienti:

  • 500 g farina 00
  • 8 g lievito di birra fresco
  • 20 g olio d’ oliva
  • 300 ml acqua
  • 5 g sale
  • rosmarino qb
  • sale grosso qb

IMG_20200404_165016

IMG_20200404_165022

Preparazione:

Per preparare la focaccia morbida per prima cosa versate il lievito sbriciolato nell’acqua tiepida e mescolate fino a completo scioglimento. Versate la farina nella ciotola della planetaria ed utilizzate il gancio per mescolare.

Versate l’acqua con il lievito  e iniziate ad impastare a velocità bassa. Aggiungete il sale e per ultimo l’olio a filo.

Quando l’impasto sarà ben liscio e omogeneo, arrestate la planetaria. Saranno necessari circa 10 minuti. A questo punto oleate con un filo d’olio il piano di lavoro e quindi rovesciate l’impasto, lavoratelo con le mani giusto il tempo di conferirgli una forma sferica. Trasferitelo quindi in una ciotola e coprite con pellicola. Lasciate lievitare per 2 ore a temperatura ambiente.

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto lievitato, ungete accuratamente con l’olio una teglia rotonda (24/26 cm di diametro). Ponete al centro l’impasto e stendetelo con le mani su tutta la superficie della teglia.

Coprite con della pellicola e lasciate lievitare per 1 ora in forno spento con la luce accesa . Intanto preparate una specie di salamoia miscelando un pò di acqua con un pò di olio, all’ incirca in parti uguali.

Trascorso il tempo di lievitazione, riprendete l’impasto e pressate la superficie con la punta delle dita per creare i tipici buchi della focaccia, quindi distribuite sopra la salamoia e cospargete con qualche chicco di sale grosso e del rosmarino.

Cuocete in forno, già caldo, modalità ventilato, a 200° per 40 minuti. Una volta cotta sfornate la vostra focaccia alta e soffice, servitela ancora calda e profumatissima.

La focaccia si conserva per 1-2 giorni in un sacchetto di carta. Si può anche congelare una volta cotta, dopo averla lasciata raffreddare per poi scongelarla e riscaldarla al bisogno.

IMG_20200404_164656

image

Torta di rose alle mele

IMG_20200113_160314

…la torta di rose alle mele è una torta lievitata, morbidissima e profumata, preparata con una pasta brioche. Io ho utilizzato la scorza di limone ma se preferite potete aromatizzarla anche con la cannella, sarà sufficiente non utilizzare la scorza grattugiata nell’impasto e aggiungere invece 2 cucchiaini di cannella in polvere. Io personalmente preferisco la nota fresca ed agrumata del limone, perchè anche durante le fasi di lievitazione mi inonda la cucina di un profumo delizioso. Certamente è necessaria un pò di pazienza, perchè la ricetta prevede ben 2 fasi di lievitazione, ma il risultatato vi ricompenserà di qualche ora in più spesa per la preparazione…

IMG_20200113_160226

IMG_20200113_160408

Ingredienti:

  • 220 g di farina Manitoba
  • 240 g di farina 00
  • 80 g di zucchero semolato
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 75 g di burro
  • 180 ml di latte intero
  • 12 g di lievito di birra
  • la scorza di 1 limone
  • un cucchiaino raso di sale

Ingredienti per la farcitura

  • 4 mele
  • 70 g di burro ammorbidito
  • 120 g di zucchero di canna
  • il succo di 1 limone

Preparazione:

  • In una ciotola sciogliete il lievito di birra con il latte intero leggermente tiepido aggiungendo un cucchiaino di zucchero o di miele.
  • In planetaria versate tutti gli ingredienti tranne il sale, ovvero la farina 00, la farina Manitoba, lo zucchero semolato, 1 uovo ed 1 tuorlo, il latte con lievito e la scorza grattugiata di un limone. Impastate con la frusta a foglia per circa un minuto a bassa velocità.
  • Quando gli ingredienti saranno ben amalgamati fra loro, sostituite la frusta a foglia con la frusta a gancio e cominciate ad impastare. Aggiungete in più riprese il burro fatto a tocchetti e lavorate l’impasto per 10 minuti circa fino a quando non risulterà ben incordato ed omogeneo. In ultimo aggiungete il sale ed impastate per un altro minuto.
  • Quando l’impasto sarà morbido ma non appiccicoso spegnete la planetaria. Fate lievitare il panetto in luogo tiepido per circa 3 ore (dovrà raddoppiare di volume.)
  • Trascorso il tempo necessario alla prima lievitazione e l’impasto avrà raddoppiato il suo volume dedicatevi alla farcitura: sbucciate le mele a fettine molto sottili ed irroratele con succo di limone per non farle annerire.
  • Sciogliere il burro in un pentolino e fate raffreddare.
  • Prendete l’impasto e stendetelo con l’aiuto di un matterello su di una spianatoia leggermente infarinata, formate un rettangolo abbastanza sottile.
  • Spennellate tutta la superficie con burro fuso aiutandovi con un pennello e successivamente cospargete tutta la superficie con zucchero di canna.
  • Tagliate l’impasto a strisce di uguali dimensioni. Su di ogni striscia seguendo l’altezza sistemate le fettine di mele una accanto all’altra e arrotolate formando una girella. Posizionate tutte le “girelle” di impasto che avete creato in una teglia da 28 cm di diametro ben imburrata. Anche se rimane un pò di spazio fra l’una e l’altra non ci sono problemi perchè poi l’impasto crescerà nuovamente.
  • Fate lievitare per un’altra ora in forno spento con la luce accesa.
  • Quando le “girelle” si saranno unite, spennellate con del burro fuso la superficie e le mele che fuoriescono.
  • Cuocete in forno, preriscaldato, modalità statica a 180° per circa 30-35 minuti. Se dovesse colorirsi troppo la superficie potete utilizzare un pò di carta argentata per ricoprirla.
  • Sfornate, fate intiepidire la torta  e servite cosparsa di abbondante zucchero a velo.
  • Conservate in luogo fresco e asciutto ed al riparo dall’umidità, vedrete che si conserverà morbidissima anche per qualche giorno.

IMG_20200113_160450

 

 

Albero di Natale lievitato

cof
morbido e profumato con tante gocce di cioccolato…

cof

…dopo l’ albero di piadina, quello di pasta sfoglia, non poteva mancare anche la versione lievitata: quella più morbida & profumata, ideale per la colazione o la merenda di questi giorni di festa. Una sorta di pan brioche non troppo dolce che appunto per non essere esageratamente dolce si presta ad essere farcito anche con la nutella, per i più golosi, con il gelato (naturalmente dopo la cottura), con il mascarpone o quello che più preferite…

cof

Ingredienti:

  • 500 g farina 00
  • 25 g lievito di birra fresco
  • 50 g zucchero semolato
  • 150 ml latte
  • 3 uova
  • 100 g burro
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero a velo qb
  • 150 g gocce cioccolato fondentecof

    Preparazione:

    In un’ampia ciotola versate la farina e lo zucchero, amalgamate velocemente e fate una fontana. Sciogliete il lievito di birra fresco nel latte intiepidito e versate il tutto al centro della fontana. Aggiungete al centro della fontana anche le uova leggermente sbattute. Iniziate ad impastare mescolando gli ingredienti al centro della fontana, aggiungete un pizzico di sale ed il burro che avrete lavorato un pò con le mani e fatto a tocchetti. Aggiungete anche le gocce di cioccolato fondente. Lavorate bene l’impasto fino ad ottenere un panetto morbido ed elastico, comunque appiccicoso. Lasciatelo nella ciotola a lievitare per almeno 1 ora fino a che l’impasto sarà raddoppiato di volume, coperto con un canovaccio. Riprendete l’ impasto, dividetelo in 11 parti uguali, lavorate brevemente con le mani ogni porzione per formare una pallina il più possibile liscia e regolare. Trasferite le palline di impasto in una teglia rivestita con un foglio di carta forno. Posizionate la prima pallina in alto al centro, poi adagiatene sotto altre 2, poi altre 3, infine le ultime 4. Ne rimane una sola che dovrete posizionare al centro sotto l’ ultima fila da 4 in modo da formare il tronco dell’ albero. Lasciate lievitare almeno per 1 altra ora. Prima di infornare il pan brioche a forma di albero di Natale, spennellate la sua superficie con 1 uovo sbattuto. Infornate in forno già caldo, in modalità statica a 180 gradi per circa 25/30 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare il pan brioche prima di estrarlo dalla teglia. Spolverizzate con dello zucchero a velo.

    cof
    come decorazione potete aggiungere altre “pepite” di cioccolato fondente

    cof

Panini lievitati a forma di zucca

cof

…non so voi ma io adoro la zucca, in tutte le versioni, in questa stagione poi, non manca mai nella mia tavola: cotta al forno, fumante e cremosa ridotta in una vellutata, oppure come condimento sulla pasta, particolare con il suo sapore dolce e bellissima nel suo colore arancione. Oggi ve la propongo come ingrediente di morbidi panini lievitati che senza troppa fatica potete preparare anche con la forma proprio della zucca, realizzarli è davvero semplice: bastano poche legature con dello spago da cucina per ottenere la forma caratteristica di una piccola zucca. Un pane alla zucca a forma di zucca: morbido per giorni, bellissimo al centro di una tavola imbandita, provate anche voi…

cof

cof

Ingredienti: (per ottenere 6/8 panini)

  • 600 g farina 00
  • 300 g zucca
  • 12 g lievito di birra
  • 150 ml latte
  • 1 cucchiaio olio d’ oliva
  • 2 cucchiaini sale

cof

Preparazione:

Prendete la zucca, tagliatela a pezzi e cuocetela per 15/20 minuti fino a quando non sarà diventata morbida, potete scegliere di bollirla oppure cuocerla in forno. Una volta cotta riducetela in purea con il mixer o il frullatore ad immersione, se scegliete di cuocerla in acqua scolatela accuratamente in modo da eliminare più acqua possibile e lasciatela raffreddare. In una ciotola capiente oppure in planetaria, versate la farina ed al centro ponete la purea di zucca ormai intiepidita. Iniziate ad impastare, con le mani oppure con il gancio, se utilizzate la planetaria. Versate a filo il latte tiepido in cui avrete fatto sciogliere il lievito di birra. Continuate ad impastare. Incorporate anche il sale e l’olio. Lavorate fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo. Lasciate lievitare sotto un canovaccio fino al raddoppio del volume, anche per un paio d’ ore. Trascorso il tempo necessario, riprendete l’ impasto e dividetelo in 6/8 panini. Lavorate velocemente ogni panino per ottenere una forma rotonda, ora legate ogni pagnottella facendo 8 giri  di spago in modo da ottenere 8 “spicchi” a mo’ di forma di un caciocavallo. Per facilitarvi le operazioni potete ungere con l’ olio il filo di spago. Utilizzate un unico filo per ogni panino, per farlo è sufficiente capovolgere la pagnottella fra una legatura e l’ altra. Riponete direttamente su di una teglia rivestita di carta forno le pagnottelle già pronte e lasciate lievitare per un’ altra mezz’ ora almeno, in modo che aumentino nuovamente di volume, in questo modo assumeranno proprio la forma di piccole zucche. Trascorso il tempo necessario per la seconda lievitazione, cuocete in forno, in modalità statica per circa 20 minuti a 180 gradi. Quando i panini a forma di zucca avranno assunto un bel colore dorato sfornate e lasciateli raffreddare. Rimuovete lo spago solo dopo che si saranno raffreddati per evitare che durante l’ operazione si rompano. Questi panini morbidi e profumati avranno comunque un sapore abbastanza neutro e li potrete gustare sia con farciture dolci che salate.

cof
…la pagnottella appena legata, pronta per la seconda lievitazione…
cof
…eccola dopo la seconda lievitazione, dopo essere aumentata di volume, ha assunto proprio la forma di una zucca…
cof
…pronte per essere infornate…

Pagnottelle lievitate all’ uva

cof

cof

…regina fra tutte, in questo periodo, l’ uva, dolce & succosa, buonissima da gustare in ogni momento della giornata, oggi la voglio utilizzare anche per arricchire delle morbide e profumate pagnottelle lievitate. Meglio rossa, per questioni puramente estetiche, e meglio anche senza semi, perchè solitamente i bambini la preferiscono così…

cof

cof

cof

Ingredienti:

  • 250 g farina 00
  • 250 g farina manitoba
  • 220 ml latte
  • 50 g burro
  • 75 g zucchero
  • 25 g lievito di birra fresco
  • 1 uovo
  • 1 limone
  • 200 g uva rossa
  • un pizzico di sale
  • zucchero a velo qb

cof

cof

Preparazione:

Fate sciogliere il lievito nel latte che avrete leggermente intiepidito. Intanto in una ciotola capiente oppure in planetaria versate le farine, lo zucchero, l’ uovo, il burro ammorbidito e la scorza di 1 limone grattugiata, ed infine un pizzico di sale. Aggiungete anche il latte in cui avete sciolto il lievito. Impastate e lavorate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido, liscio ed omogeneo. Formate una palla , copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare in un luogo tiepido per almeno 3 ore. Intanto lavate i chicchi d’ uva ed asciugateli tamponandoli delicatamente con un canovaccio. Trascorso il tempo necessario per la prima lievitazione, riprendete l’ impasto e trasferitelo sul piano di lavoro che avrete leggermente infarinato. Stendetelo con il matterello in modo da ottenere un rettangolo. Cospargete la superficie con i chicchi d’ uva.  A questo punto arrotolate il rettangolo e tagliatene 10/12 fette. Prendete ogni fetta e richiedete i lati tagliati verso il basso in modo da ottenere una pagnottina tonda ben sigillata. Trasferite direttamente ogni pagnottina su di una teglia rivestita di carta forno.  A questo punto è necessaria una seconda lievitazione, fino al raddoppio del volume, quindi mantenete una certa distanza fra le pagnottelle. Trasferite la teglia nel forno spento, con la luce accesa, per almeno 1 altra ora, oppure copritela con un canovaccio e mantenetela in un luogo tiepido. Trascorso il tempo necessario per la seconda lievitazione, spennellate ogni pagnottella con poco latte, se preferite potete anche cospargere la superficie con della granella di zucchero. Accendete il forno in modalità statica, a 180 gradi e cuocete per circa  20/25 minuti, a seconda della grandezza delle pagnottelle, fino a completa doratura. Una volta cotte, sfornatele subito e lasciatele raffreddare. Decorate con una spolverizzata di zucchero a velo.

cof

cof

Girandole lievitate

IMG_20180227_171537

IMG_20180227_171841

…in un giorno gelido come questo, con la neve che cade ininterrotta cosa c’ è di meglio che accendere il forno e cucinare qualcosa di dolce & goloso, lo so ultimamente ricado spesso in qualche lievitato, ma non so resistere a quel profumo meraviglioso che poi mi invade la cucina. Oggi ho scelto di preparare delle morbide, soffici & leggere girandole: delle brioche profumatissime, dal sapore delicato con la nota fresca di agrumi: regalata dalla scorza di limone utilizzata nell’ impasto e dalla marmellata di arancia utilizzata come leggera farcia. Ideali per la colazione o  per una pausa dolce, se preferite per la merenda dei bambini potete optare per l’utilizzo di una confettura chiara come ad esempio quella di albicocche in sostituzione della marmellata di arancia…

IMG_20180227_171718

IMG_20180227_171725

Ingredienti:

  • 300 g farina manitoba
  • 300 g farina tipo 0
  • 120 g zucchero semolato
  • 230 g uova + 1 tuorlo
  • 80 g latte
  • 14 g lievito di birra fresco
  • 80 g burro
  • 2 cucchiaini di sciroppo di malto
  • 1 limone
  • marmellata di arancia qb
  • zucchero di canna qb

IMG_20180227_171625

IMG_20180227_171831

Preparazione:

Versate il latte in un pentolino e riscaldatelo leggermente fino a farlo intiepidire. Versate nel latte tiepido il lievito, il malto e lo zucchero semolato, mescolate bene il tutto in modo da fare sciogliere completamente tutti gli ingredienti. In una ciotola capiente setacciate entrambe le farine: fate una fontana al centro e versatevi il latte in cui avrete disciolto lievito zucchero e malto. Iniziate ad impastare e poi incorporate poco per volta tutte le uova. Continuate a lavorare l’ impasto, aggiungete anche la scorza di limone grattugiata e per ultimo incorporate anche il burro morbido a pomata, non del tutto sciolto. Una volta ottenuto un composto liscio elastico, trasferitelo su un piano di lavoro infarinato e continuate a lavorarlo con le mani per qualche minuto. A questo punto trasferite nuovamente l’ impasto nella ciotola, copritelo con la pellicola trasparente e lasciatelo lievitare fino al triplicare del suo volume (saranno necessarie almeno 2/3 ore, io per abitudine lo metto all’ interno del forno spento, solo con la luce accesa). Trascorso il tempo necessario per questa prima lievitazione, prendete l’ impasto trasferitelo sul piano di lavoro infarinato e stendetelo con il mattarello per ottenere un grande rettangolo dello spessore di mezzo cm circa. Stendete solo su una metà del rettangolo un velo di marmellata di arancia oppure di una confettura chiara a vostra preferenza. Ricoprite la metà in cui avete steso la marmellata con l’altra metà di pasta e praticate una leggera pressione con le mani per far aderire e compattare benne le 2 parti. Ora con un coltello affilato ricavatene tante strisce lunghe, con una larghezza di circa 1 cm. Attorcigliate su se stessa ogni striscia a mo’ di elica e poi dopo averla attorcigliata arrotolatela su se stessa a forma di chiocciola. Trasferite ogni girandola direttamente su una teglia rivestita di carta forno, avendo cura di disporle ben distanziate le une dalle altre, perchè con la seconda lievitazione dovranno arrivare al raddoppio circa del volume. Riponete le teglie quindi, nuovamente nel forno spento con la luce accesa e lasciatele lievitare fino al raddoppio, quasi del loro volume, in questo caso sarà n ecessaria circa 1 ora. Trascorsa questa seconda lievitazione, togliete la teglia dal forno ed intanto accendetelo a 180 gradi. Spennellate con pochissimo latte le girandole e cospargetele co dello zucchero di canna. Quando il forno sarà caldo, infornate e cuocete a 170 gradi per circa 15/20 minuti in modalità statica. I tempi di cottura sono abbastanza indicativi, perchè possono variare sicuramente in base ai forni ma anche in relazione alla grandezza delle girandole, comunque quando le brioche saranno dorate potete sfornarle e godere del meraviglioso profumo.

IMG_20180227_120616
…arrotolate ogni striscia su se stessa a mo’ di elica…
IMG_20180227_120628
…poi arrotolatela su se stessa per formare una chiocciola…

IMG_20180227_171530

IMG_20180227_171542

Brioche alla panna

IMG_20180221_174733

IMG_20180221_174842

…dei piccoli lievitati a forma di cornetto, come le classiche brioche, un impasto morbido e maneggevole grazie all’ utilizzo della panna, li potete confezionare anche con una forma sferica oppure farcire con crema al cioccolato o confettura di frutta: soffici e golose, con un delicato profumo di vaniglia, ideali a colazione o per la merenda dei più piccoli…

IMG_20180221_180440

IMG_20180221_180457

IMG_20180221_180504

Ingredienti:

  • 300 g farina tipo 0
  • 250 g farina manitoba
  • 250 ml panna fresca liquida
  • 100 g zucchero semolato
  • 2 uova
  • 10 g lievito di birra fresco
  • 1 bacca vaniglia
  • sale qb

IMG_20180221_180405

IMG_20180221_180300

Preparazione:

Versate la panna in un pentolino e riscaldatela sul fuoco per pochissimi minuti: si dovrà solo intiepidire, aggiungete i semi della bacca di vaniglia ed il lievito di birra. Mescolate fino a quando il lievito non si sarà sciolto completamente. In una ciotola capiente versate entrambe le farine, lo zucchero, le 2 uova ed un pizzico di sale. Iniziate ad impastare. Incorporate anche la panna in cui si è sciolto il lievito. Continuate ad impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, morbido e non appiccicoso. Formatene una palla e lasciatela riposare coperta da un canovaccio per circa 10 minuti. Trascorso il tempo necessario, prendete il vostro panetto di impasto e stendetelo con il matterello in modo da ottenere un rettangolo. Prendete i 2 lati più lunghi del rettangolo e ripiegateli verso l’ interno. A questo punto lasciatelo riposare e lievitare in un luogo caldo fino al raddoppio del volume, saranno necessarie almeno 2 ore (io per praticità lo trasferisco in forno con la luce accesa).   Trascorso il tempo della prima lievitazione riprendete il panetto e posizionatelo sul piano di lavoro. Stendetelo con il matterello per riottenere un rettangolo. Ricavatene tanti triangoli con la base di circa 5 cm. Fate una piccola incisione con il coltello alla base di ogni triangolo, per allargare leggermente l’impasto e poi iniziate ad arrotolare ogni triangolo partendo proprio dalla base. Se volete preparare delle brioche farcite, versate 1 cucchaino scarso di confettura o crema di nocciole prima di iniziare ad arrotolare l’ impasto. Incurvate leggermente gli angoli di ogni brioche ottenuta in modo da formare la classica mezzaluna. A questo punto trasferite tutte le brioche direttamente su di una teglia rivestita di carta forno e lasciate lievitare nuovamente in forno per circa 40 minuti. Trascorso il tempo necessario per la seconda lievitazione, togliete la teglia ed accendete il forno a 200 gradi. Quando sarà caldo abbassate la temperatura a 180 gradi ed infornate le brioche: in modalità statica per 15/20 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare. Spolverizzate con abbondante zucchero a velo.

IMG_20180221_141836
…formate un panetto e lasciatelo riposare per 10 minuti…
IMG_20180221_142000
…formate un rettangolo e ripiegate i 2 lati più lunghi verso l’interno, lasciate lievitare per 2 ore…
IMG_20180221_162312
…ricavate tanti rettangoli…
IMG_20180221_162531
…praticate un taglio alla base di ogni rettangolo e poi arrotolatelo su se stesso, dando poi l’incurvatura a mezza luna…
IMG_20180221_171823
…lasciate riposare per la seconda lievitazione e oi cuocete…

 

Treccia lievitata con uvetta

IMG_20180216_154623

IMG_20180216_154643

…oggi vi propongo una treccia lievitata, un pan brioche dolce profumatissimo, con l’ uvetta sultanina, bellissima da vedere e buonissima da mangiare. Non è difficile da preparare, è necessaria solo un pò di pazienza perchè occorrono ben 2 lievitazioni, ed in questo tipo di preparazioni: meglio far lievitare un poco di più che di meno…

IMG_20180216_154845

IMG_20180216_154529

Ingredienti:

  • 250 g farina 00
  • 250 g farina manitoba
  • 220 ml latte
  • 50 g burro
  • 75 g zucchero
  • 25 g lievito di birra fresco
  • 1 uovo
  • 1 limone
  • 100 g uvetta sultanina
  • 100 g confettura chiara (pesca o albicocca)
  • sale qb
  • zucchero in granella qb
  • zucchero a velo qb

IMG_20180216_154523

Preparazione:

Fate sciogliere il lievito nel latte che avrete leggermente intiepidito. Intanto in una ciotola capiente versate le farine, lo zucchero, l’ uovo, il latte in cui si è sciolto il lievito, il burro ammorbidito e la scorza di 1 limone grattugiata, ed infine un pizzico di sale. Impastate e lavorate bene tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto morbido, liscio ed omogeneo. Formate una palla , copritela con un canovaccio e lasciatela lievitare in un luogo tiepido per almeno 3 ore. Intanto mettete in ammollo l’ uvetta in una ciotola con dell’ acqua tiepida. Trascorso il tempo necessario per la prima lievitazione, riprendete l’ impasto e trasferitelo sul piano di lavoro che avrete leggermente infarinato. Stendetelo con il matterello in modo da ottenere un rettangolo. Spalmate su tutta la superficie un sottile strato di confettura chiara. Sgocciolate e strizzate l’ uvetta. Cospargete quindi anche con l’ uvetta. A questo punto arrotolate il rettangolo partendo da uno dei lati più corti fino ad ottenere una sorta di salsicciotto. Trasferite direttamente il salsicciotto su di una teglia rivestita di carta forno. Praticate un taglio per il senso della lunghezza con un coltello a lama ben affilata, avendo cura di lasciare un piccolo lembo non tagliato. Con molta delicatezza, facendo attenzione a non rompere l’ impasto, ruotate i 2 lembi che si sono venuti a formare dopo il taglio, in modo da attorcigliarli fra loro come per formare una spirale. Avvicinate i 2 lembi di inizio e fine come per formare una ghirlanda. A questo punto è necessaria una seconda lievitazione. Per mantenere una bella forma della ghirlanda anche durante la seconda lievitazione e quindi per mantenere netto il buco centrale, usate un piccolo trucco: posizionate proprio al centro della treccia un coppapasta in acciaio. Trasferite la teglia in forno, con la luce accesa, per almeno 1 altra ora. Trascorso il tempo necessario per la seconda lievitazione, tirate fuori dal forno la treccia. Decorate cospargendo con della granella di zucchero. Accendete il forno in modalità statica, a 180 gradi. Quando si sarà riscaldato rimettete dentro la treccia e cuocete per circa 25/30 minuti. Fate attenzione, il tempo è abbastanza indicativo e può variare di qualche minuto in base alle dimensioni della treccia che avete ottenuto. In ogni modo dopo 25 minuti fate la prova dello stecchino per controllare la cottura interna. Se in cottura vi accorgete che la superficie della treccia tende a scurirsi troppo, potete coprirla con un foglio di carta forno per il rimanente tempo fino a completare la cottura. Una volta cotta, sfornate subito e lasciate raffreddare. Decorate con una spolverizzata di zucchero a velo.

IMG_20180216_123257
…spalmate sulla superficie del rettangolo la confettura chiara e poi cospargete con l’uvetta…
IMG_20180216_123635
…tagliate il rotolo al centro per la sua lunghezza…
IMG_20180216_123724
…attorcigliate i 2 lembi fra loro e formate una specie di ghirlanda…
IMG_20180216_123943
…pronta per la seconda lievitazione, al centro un coppapasta per mantenere la forma…
IMG_20180216_143621
…pronta per essere infornata dopo la seconda lievitazione…
IMG_20180216_154656
…cospargete con zucchero a velo…