Medaglioni di polenta farciti

IMG_20180116_124643

…con la polenta avanzata potete preparare dei gustosissimi medaglioni farciti: provate con pancetta affumicata, formaggio e funghetti, oppure con asiago e foglie di salvia, oppure ancora con scamorza e pomodorini: ricavate delle piccole porzioni di polenta con un coppapasta rotondo e ricopriteli con un formaggio che in cottura si fonderà, distribuite sopra qualche altro ingrediente e se volete proprio “esagerare” avvolgeteli con 1 fetta di salume. Se li preparate di piccole dimensioni saranno perfetti come antipasto o finger food, se invece più grandi potrete servirli come secondo piatto, caldi e fumanti da gustare appena sfornati. Le quantità degli ingredienti sono abbastanza indicative: utilizzate voi quello che vi sembra più opportuno in base ai vostri gusti personali…

IMG_20180116_124605

Ingredienti:

  • 500 g di polenta
  • 200 g formaggio tipo asiago
  • 100 g pancetta affumicata
  • 100 g funghi trifolati

IMG_20180116_124711

IMG_20180116_124746

Preparazione:

Ricavate dalla polenta, con un coppapasta rotondo, tanti medaglioni. Avvolgete ogni medaglione di polenta con 1 o 2 fettine di pancetta (dipende dalla grandezza della fetta, l’ importante è che tutta la superficie laterale sia coperta). Trasferite i medaglioni direttamente su di una teglia rivestita di carta forno. Ricavate anche dei medaglioni di formaggio (anche se non saranno perfettamente rotondi non vi preoccupate, anzi per non sprecare i ritagli di formaggio rimanenti potete utilizzarli senza problemi perchè poi in cottura si fonderanno sopra la superficie della polenta). Distribuite il formaggio sopra ogni medaglione. Distribuite ora sopra al formaggio un pò di funghetti. Sale e pepe, ma non troppo perchè comunque tutti gli ingredienti sono molto saporiti già di per sè. Infornate a 180 gradi per 10 minuti, a termine cottura in modalità grill. Servite subito.

IMG_20180116_122158
con un coppapasta ricavate dei cerchi di polenta…
IMG_20180116_123033
avvolgete ogni medaglione con 1 fetta di pancetta affumicata…
IMG_20180116_123040
adagiatevi sopra il formaggio…
IMG_20180116_123048
infine distribuitevi sopra alcuni funghetti

Provate anche a preparare i medaglioni con solo asiago e foglie di salvia: in questo caso sopra ad ogni medaglione di polenta distribuite il formaggio e poi poggiate sopra 1 altro medaglione di polenta (come se fosse un panino), sulla superficie un pò di burro a fiocchetti ed infornate: 180 gradi per 10 minuti. Sfornate e decorate con qualche foglia di salvia fatta appassire in padella con poco burro.

Polenta bramata fatta in casa

Pesto di salvia & noci

pestosalvia2

pestosalvia3

il bello dell’estate sta anche nella possibilità di preparare condimenti veloci e semplici, senza cottura, con ingredienti freschi, provenienti direttamente dall’orto che sprigionano aromi e profumi intensi…con una spesa, in termini economici, di fatica e di tempo davvero irrisoria potete preparare tantissimi pesti, ogni giorno diversi per condire un primo di pasta: oggi ho scelto salvia & noci, per un gusto deciso e particolare…

pestosalvia5

pestosalvia6

pestosalvia7

Ingredienti:

  • 20 foglie salvia
  • 40 g noci
  • 1 spicchio aglio
  • 30/40 ml olio d’oliva
  • sale & pepe qb
pestosalvia1
ho scelto i garganelli in versione paglia & fieno da condire con questo pesto estivo…

Preparazione:

Lavate le foglie di salvia e tamponatele con della carta assorbente per eliminare l’acqua in eccesso. Trasferite le foglie assieme ai gherigli di noce, allo spicchio di aglio, in un mixer. Versate a filo l’olio ed azionate il mixer per pochi minuti fino a sminuzzare gli ingredienti, poi versate a filo altro olio per arrivare ad ottenere una consistenza cremosa. Quando si tratta di preparare un pesto, l’ideale sarebbe utilizzare il mortaio: provate e vi stupirete di quanto i sapori e gli aromi saranno più intensi!!! E’ naturale che per questioni di praticità e di tempo si utilizzi invece il mixer: in questo caso allora vi consiglio di utilizzare una velocità ridotta e di interrompere di tanto in tanto il funzionamento per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Aggiustate di sale e pepe. Ecco pronto un pesto dal gusto deciso con cui condire una pasta magari integrale, dal sapore più rustico. Potete utilizzare questo pesto anche per insaporire secondi di carne o arricchire torte salate. Oggi ho deciso di condire un primo di pasta: i garganelli paglia & fieno, li ho serviti in vasetti di vetro monoporzione con un filo di olio a crudo e qualche gheriglio di noce.

olio aromatizzato

Gli oli aromatizzati sono molto semplici da preparare in casa, e con un poco di fantasia si possono miscelare spezie ed erbe aromatiche in tantissimi mix diversi. Per prepararli è indispensabile utilizzare un olio extravergine di oliva di buona qualità. Dopo la preparazione è necessario conservare le bottigliette al buio per un tempo variabile da 1 a 3 settimane a seconda delle spezie utilizzate e a seconda dell’intensità del gusto desiderato. Io trovo che siano anche perfette come idea regalo originale.

oli1

Ingredienti:

  • olio extravergine di oliva
  • erbe aromatiche: salvia, rosmarino, timo….
  • spezie: peperoncino, pepe…
  • aglio
  • radice di zenzero
  • scorza di limone

Preparazione:

Per prima cosa preparate i vasetti o le bottigliette di vetro, lavateli e sterilizzateli. Fate in modo che siano ben asciutti al momento dell’utilizzo. Versate sul fondo le spezie, le erbe aromatiche e/o gli altri ingredienti e poi versate sopra l’olio. Chiudete bene i barattoli o le bottigliette e conservateli al buio da 1 a 3 settimane. Utilizzate gli oli aromatizzati entro 6 mesi dalla preparazione. Riguardo le erbe aromatiche potete miscelare un pò come preferite: io adoro l’olio aromatizzato con il timo, delicato e molto profumato, che io utilizzo per piatti di pesce. Con un gusto più strong, la versione con rosmarino ed aglio, perfetto per le grigliate. Un classico, quello con peperoncini secchi piccanti, che vanno schiacciati prima di essere inseriti nel vasetto. Più originale l’olio aromatizzato con la radice di zenzero, che io utilizzo sulle insalate estive. Altrettanto fresca è la versione con scorza di limone, in questo caso utilizzate limoni biologici e fate attenzione quando tagliate la scorza per cercare di non prelevare la parte bianca che renderebbe molto amaro al gusto. Non ho mai esplicitamente elencato le quantità di spezie ed erbe aromatiche perchè è tutto dipendente dal gusto personale sia riguardo l’intensità dell’aroma che gli ingredienti utilizzati.  Potete anche sbizzarirvi con altre erbe aromatiche come salvia, basilico, con altre spezie come la curcuma, e con altri agrumi come il mandarino e trovare alchimie sempre diverse, a seconda della stagione e delle ispirazioni!!!

oli6
salvia & aglio
oli4
radice di zenzero & scorza di limone
oli5
peperoncino piccante, rosmarino & aglio
oli2
origano & aglio
oli3
timo & radice di zenzero