Scatola di latta con ingredienti per preparare i pancake

cof

cof

…ecco un’ altra ricetta semplice ma molto carina che potete utilizzare come idea regalo a costo bassissimo  ma che sicuramente sarà apprezzata e gradita. Si tratta di una scatola di latta con all’ interno gli ingredienti per preparare i pancake, un dolce tipico americano, una sorta di frittelle, che viene tradizionalmente servito a colazione e accompagnato con miele, sciroppo d’ acero, frutta fresca o marmellata. Semplice nella preparazione e velocissimo nella cottura, prevede solamente un tempo di riposo per la pastella: almeno mezz’ ora durante la quale la farina si idrata e gli eventuali piccoli grumi si sciolgono. Nella confezione ho inserito tutti gli ingredienti tranne quelli freschi: latte, burro ed 1 uovo che saranno da aggiungere a cura di chi preparerà i pancake. Naturalmente sarà necessario inserire nella scatola anche la lista degli ingredienti freschi da aggiungere e la spiegazione della preparazione dei pancake…

cof

cof

Occorrente:

  • 1 scatola di latta
  • 150 g farina
  • 1 bustina lievito
  • 30 g zucchero semolato
  • mezzo cucchiaino di sale

Lista degli ingredienti freschi da aggiungere:

  • 225 ml latte
  • 1 uovo
  • 20 g burro

cof

Spiegazione da allegare all’ interno della confezione:

In una ciotola amalgamare con una frusta tutti gli ingredienti contenuti nella scatola, aggiungere 1 uovo, il latte ed il burro fuso. Continuate a lavorare con la frusta fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Lasciare riposare almeno mezz’ ora in modo che la farina si idrati e gli eventuali piccoli grumi si sciolgano. Trascorso il tempo necessario mescolare per rendere di nuovo omogenea la pastella e versare un mestolino in una padellina antiaderente già calda. Non occorre ungerla perchè il burro è gia presente nella pastella. Appena versata la pastella si allargherà formando un disco. A fuoco vivace cuocere il pancake per 1/2 minuti, è pronto da girare quando il bordo inizia a rassodarsi. Servire caldi con quello che preferite: una spolverata di zucchero a velo, miele oppure sciroppo d’ acero, oppure ancora crema di nocciole, cioccolato fuso, frutta fresca.

 

Zeppole di San Giuseppe al forno

…le Zeppole di San Giuseppe sono un dolce tipico che si prepara durante la ricorrenza della Festa del Papà, che si festeggia a San Giuseppe, il 19 marzo: sono anche chiamate zeppole napoletane o graffe se fritte…

IMG_20180316_115907

…le Zeppole di San Giuseppe al forno sono una variante più leggera delle classiche Zeppole fritte: si preparano con un impasto un poco più ricco di burro e uova che permette alle Zeppole di mantenersi morbide anche dopo la cottura in forno, che di norma invece tende ad asciugare e seccare la pasta choux. Il risultato?? Delle Zeppole buonissime e leggere , morbide e gustose pur non essendo fritte. Per ottenere un risultato ottimale, potete optare per una doppia farcitura: visto e considerato  che gli impasti choux cotti in forno, sono più buoni se farciti, quindi farcitura dentro e fuori, in questo modo le vostre Zeppole al forno risulteranno perfette in termini di golosità e consistenza…

IMG_20180316_120014

IMG_20180316_120238

IMG_20180316_113535

IMG_20180316_113541

Ingredienti:

…per la pasta choux…

  • 250 g  farina 00
  • 250 ml acqua
  • 160 g burro
  • 6 uova
  • 5 g sale
  • 1 limone

…per la crema…

  • 500 ml latte
  • 85 g zucchero semolato
  • 40 g amido di mais
  • 4 tuorli d’uovo
  • 1 bacello di vaniglia

…per la decorazione…

  • amarene sciroppate qb
  • zucchero a velo qb

IMG_20180316_120014

IMG_20180316_120205

Preparazione:

In una casseruola, versate l’ acqua, aggiungete il burro tagliato a pezzi ed il sale, mescolate a fuoco medio, fino a quando il burro non si sarà sciolto. Una volta che il burro si sarà liquefatto, aspettate che il contenuto del pentolino arrivi ad ebollizione, cioè che si ricopra di bollicine (è molto importante, perchè se aggiungete la farina prima dell’ ebollizione poi dovrete buttare tutto.) Quindi quando compariranno le prime bollicine in superficie, aggiungete la farina già setacciata tutta in un colpo ed  iniziate a mescolare subito. Togliete la casseruola dal fuoco e continuate a mescolare energicamente in modo che il composto assorba tutta la farina: nel giro di pochi istanti otterrete un impasto compatto e gommoso che si stacca dalle pareti del pentolino. Aggiungete anche la scorza grattugiata di 1 limone, che regalerà un profumo delizioso ai bignè una volta cotti. A questo punto riportate sul fuoco, a fiamma media, e proseguite la cottura per un paio di minuti, sempre continuando a mescolare, fino a quando non sentirete sfregare sotto la pentola, fino a quando il composto non si staccherà dalle pareti del pentolino. A fuoco nuovamente spento, aggiungete le uova, una alla volta, leggermente sbattute, amalgamandole al composto. E’ molto importante che l’ impasto non sia troppo caldo quando aggiungete le uova, altrimenti si cuoceranno!!! Solo quando il primo uovo sarà bene assorbito, potrete aggiungere il successivo. Procedete ad incorporare ogni uovo, uno alla volta, fino all’ ultimo. L’ impasto finale deve essere liscio e sodo come una crema pasticcera compatta. Trasferite l’ impasto in una sac a poche con una bocchetta a fiore con un beccuccio della grandezza di 8/10 mm. Direttamente su di una teglia rivestita di carta forno, create dei cerchi concentrici: 2 giri, uno sull’ altro, con un diametro base di circa 4/5 cm. Cuocete in forno ben caldo a 200 gradi, in modalità statica, per i primi 10 minuti, poi abbassate la temperatura a 180 gradi senza aprire il forno e completate la cottura per altri 20/25 minuti ( mi raccomando non aprite il forno nella prima parte di cottura altrimenti le zeppole si sgonfieranno.)  Sfornate e lasciate raffreddare le zeppole.

IMG_20180316_103232
…create dei cerchi con la sac a poche, 2 giri, uno sull’altro…

IMG_20180316_103248

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione della crema: versate il latte in una casseruola preferibilmente di acciaio con una stecca di vaniglia incisa per la sua lunghezza e mettete sul fuoco. Intanto lavorate in una ciotola lo zucchero semolato con i 4 tuorli d’uovo, quando avrete ottenuto un composto spumoso incorporate l’amido di mais ma non rimescolate troppo. Appena il latte avrà raggiunto il bollore eliminate la bacca di vaniglia. Ora dovete amalgamare il latte con il composto di zucchero uova ed amido. Per evitare che il latte bollente cuocia l’uovo io verso a filo un solo mestolo per volta di latte nella ciotola con lo zucchero e le uova ed inizio a mescolare. Poi ritrasferite nella casseruola e riportate sul fuoco a fiamma dolce. Continuate a mescolare con la frusta cercando di arrivare in ogni angolo della casseruola per evitare che si attacchi sul fondo. Fate molta attenzione a questi ultimi passaggi, perchè facilmente potrebbe impazzire la crema e si potrebbero formare dei grumi. Una volta raggiunta la densità ottimale, togliete dal fuoco e continuate a mescolare ancora per qualche istante. Lasciate raffreddare.

IMG_20180316_114501

Quando le zeppole e la crema pasticcera, saranno ben fredde potrete procedere alla farcitura. Inserite la crema nella sac a poche e farcite ogni zeppola. Decidete voi: se vi sembra di aver preparato delle zeppole di dimensioni un pò grandi potete tagliarle a metà e farcirle sia dentro che fuori, altrimenti sarà sufficiente solo la farcitura esterna in superficie (attenzione a non uscire dai bordi in merito alla farcitura interna per non rovinare l’ estetica.) Aggiungete per ogni zeppola 1 amarena sciroppata, precedentemente scolata dallo sciroppo in eccesso e spolverate con zucchero a velo.

IMG_20180316_114256
…doppia farcitura per delle zeppole ancora più golose…

IMG_20180316_114506

…un pò di curiosità riguardo le origini delle Zeppole di San Giuseppe: sapete perchè si mangiano le Zeppole il 19 marzo?? Durante il 1700, i friggitori, per omaggiare San Giuseppe, il loro Santo Patrono, il 19 marzo preparavano dei banchetti davanti alle loro botteghe dove friggevano e poi distribuivano questi dolcetti in strada. Ancora oggi a Napoli si possono ritrovare gli stessi scenari, con delle golose zeppole fritte farcite con crema ed amarene al posto dello zucchero e cannella che si usavano originariamente…

IMG_20180316_120124
…decorate con zucchero a velo ed 1 amarena…

IMG_20180316_120010

 

Strudel di pere & amaretti

IMG_20180308_110840

IMG_20180308_102749

… oggi vi propongo una versione un pò particolare dello strudel, con un ripieno a base di pere & amaretti. Tradizionalmente lo strudel è un dolce a pasta arrotolata a base di mele, pinoli, uvetta e cannella. Nella mia ricetta ho previsto l’ utilizzo di un rotolo di pasta sfoglia già confezionato, perchè purtroppo spesso capita di non avere mai troppo tempo a disposizione per cucinare, certamente la pasta strudel di più lunga e laboriosa preparazione sarebbe l’ ideale, ma comunque la pasta sfoglia già pronta garantisce un risultato di tutto rispetto e un cospicuo guadagno di tempo…

IMG_20180308_111000

IMG_20180308_110811_1

IMG_20180308_102745

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 3 pere
  • 12 amaretti
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 limone
  • 50 g zucchero di canna
  • burro qb
  • zucchero a velo qb

IMG_20180308_102622

IMG_20180308_110900

Preparazione:

Sbucciate le pere e tagliatele a fette. Mettetele in ciotola con il succo di 1 limone, lo zucchero di canna e la cannella in polvere. Lasciate riposare per almeno una mezz’ oretta. Raccogliete il succo prodotto dalle pere e versatelo in un pentolino, mettetelo sul fuoco a fiamma dolce per ridurlo fino ad ottenere una sorta di confettura, che poi andrete ad incorporare nuovamente con le pere. Accendete il forno a 200 gradi. Srotolate la pasta sfoglia direttamente su di una teglia rivestita di carta forno. Al centro della pasta sfoglia sistemate un primo strato di amaretti sbriciolati (circa la metà), poi versate le pere con la loro confettura ed infine l’ altra metà degli amaretti sbriciolati. Ripiegate le 2 parti laterali di pasta sfoglia sopra al ripieno, avendo cura di praticare dei tagli con un coltello sulla superficie, in modo che in cottura l’ umidità in eccesso riesca a fuoriuscire e la pasta sfoglia si mantenga croccante. Io in questo caso, ho invece tagliato in tante striscie le 2 parti laterali e poi ho ripiegato alternandole, ogni striscia sopra al ripieno. Spennellate la superficie con poco burro fuso e cospargete con dello zucchero di canna. Infornate e cuocete in modalità statica a 200 gradi per 20/25 minuti. Quando la pasta sfoglia avrà assunto un bel colore dorato potete sfornare. Lasciate intiepidire. Servite cosparso con zucchero a velo.

IMG_20180308_102556

IMG_20180308_102603

IMG_20180308_102847

IMG_20180308_103248

IMG_20180308_103714

IMG_20180308_111008

Tortino di cioccolato con cuore fondente

IMG_20180202_121300

IMG_20180202_121432

…una dolce e golosa tentazione, forse uno dei dessert più scontati da preparare in occasione di una cena romantica come quella di San Valentino, ma effettivamete come resistere ad un mordido tortino in cui affondare il cucchiaino per scoprire un cuore cremoso, un vero piacere per il palato…

IMG_20180202_121408

IMG_20180202_121621

Ingredienti:

  • 150 g cioccolato fondente
  • 20 g farina
  • 10 g cacao amaro in polvere
  • 90 g zucchero a velo
  • 80 g burro
  • 3 uova

IMG_20180202_121611

Preparazione:

Per prima cosa fate fondere il cioccolato fondente a bagno maria oppure nel forno a microonde. Quando il cioccolato sarà completamente fuso aggiungete anche il burro. Continuate a mescolare fino a quando non si sarà sciolto anche il burro. In una ciotola versate 2 uova intere ed 1 tuorlo, aggiungete anche lo zucchero a velo e lavorate con le fruste fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Versate il cioccolato ed il burro nel composto spumoso di uova e zucchero. Amalgamate bene il tutto. A questo punto non vi resta che incorporare anche la farina ed il cacao amaro già setacciati. Continuate a mescolare fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Imburrate i pirottini di alluminio e poi spolverizzate con un leggero strato di cacao in polvere. Versate l’impasto cremoso per i 2/3 dell’ altezza dei pirottini. Infornate in forno già caldo a 180 gradi in modalità statica per 13/15 minuti. Mi raccomando non eccedete troppo nella cottura altrimenti i tortini non avranno il cuore morbido. A cottura ultimata sfornate e capovolgete subito sui piattini da portata. Spolverizzate con abbondante zucchero a velo.

IMG_20180202_121307

IMG_20180202_121321