Confettura di Castagne

IMG_20191124_104316

IMG_20191124_104324

…la confettura di castagne, è una crema dolce & morbida  che si realizza con le castagne bollite, che poi vengono ridotte in purea fino a creare una sorta di confettura grazie alla cottura in acqua e zucchero. Può rappresentare una valida alternativa alle classiche creme spalmabili alle nocciole e può essere utilizzata anche per farcire torte e crostate, ma è buonissima anche semplicemente spalmata sul pane. Provatela anche in abbinamento a formaggi stagionati oppure con la ricotta. Se devo essere proprio sincera, la confettura di castagne non ha mai attirato troppo la mia attenzione, in passato, ma mi succede spesso, che quando poi le cose le  preparo a casa,  hanno tutto un altro sapore ed ora la trovo davvero deliziosa…

IMG_20191124_103852

IMG_20191124_104449

Ingredienti:

  • 2 kg castagne
  • 600 g zucchero semolato
  • 650 ml acqua
  • 1 bacca vaniglia

IMG_20191124_104912

IMG_20191124_103910

Preparazione:

Lavate accuratamente le castagne, incidetele con un coltellino e mettetele in una pentola capiente. Ricoprite di acqua e portatele al bollore. Fate cuocere per almeno 35/40 minuti. Fate raffreddare le castagne nella loro acqua per circa 10 minuti poi scolatele e sbucciatele avendo cura di eliminare ogni parte della buccia. Con lo schiacciapatate o il passaverdure riducetele in una purea liscia ed omogenea. Versate in una casseruola lo zucchero, l’ acqua e i semi della bacca di vaniglia. Accendete il fuoco e fiamma bassa e fate caramellare mescolando con un mestolo di legno. Quando l’ acqua sarà evaporata, dopo circa una decina di minuti, aggiungete anche la crema di castagne bollite. Amalgamate bene il tutto e fate cuocere la confettura per almeno 30/40 minuti mescolando di tanto in tanto. Trascorso il tempo necessario versate la confettura di castagne nei vasetti di vetro a chiusura ermetica che avrete in precedenza sterilizzato. Richiudete i vasetti e capovolgeteli. Fateli raffreddare in questa posizione e poi riponeteli in un luogo fresco ed asciutto.

Per i più golosi potete sostituire l’ acqua con il latte e durante la cottura aggiungere del cioccolato fondente tritato, che regalerà un piacevole contrasto al gusto così dolce delle castagne. Oppure potrete aggiungere a fine cottura un bicchierino di rum, che renderà questa confettura una delizia vietata ai minori…

IMG_20191124_104535

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

 

Marmellata di arance

IMG_20191118_120956

…la marmellata di arance è forse quella che preferisco, con il suo retrogusto leggermente amarognolo, deliziosa spalmata sul pane o le fette biscottate a colazione, ma ottima anche per farcire torte e crostate. E’ davvero semplice da preparare e prevede l’ utilizzo di 2 soli ingredienti: arance & zucchero. Si può utilizzare solo la polpa degli agrumi oppure aggiungere anche qualche scorza, in questo caso è ancor più indispensabile scegliere solo arance provenienti da colture biologiche, non trattate…

IMG_20191118_120948

IMG_20191118_120922

Ingredienti:

  • 1 kg polpa di arance bio
  • 400 g zucchero semolato

IMG_20191118_121706

Preparazione:

Sbucciate le arance, avendo cura di eliminare tutta la parte bianca, eliminate anche i semi. Per ogni kg di agrumi utilizzate 400 g di zucchero. Una volta pesate le arance tagliatele a pezzi e trasferitele in una casseruola capiente. Aggiungete lo zucchero e mescolate bene. Mettete sul fuoco a fiamma moderata, continuate a mescolare spesso fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto e la polpa delle arance non comincerà a disfarsi. A questo punto abbassate la fiamma e continuate la cottura a fuoco basso, fate sobbollire mescolando di tanto in tanto. Saranno necessari almeno 40 minuti. Trascorso il tempo necessario fate la prova del piattino prima di togliere dal fuoco: con un cucchiaino prelevate un pò di marmellata e adagiatela su un piattino, aspettate qualche istante e inclinate il piattino: se la marmellata scivolerà verso il basso lentamente sarà pronta. A questo punto trasferite la marmellata nei vasetti di vetro che avrete già precedentemente sterilizzato. Avvitate i coperchi a chiusura ermetica e capovolgete i vasetti immediatamente, fateli raffreddare in questa posizione. Conservate la marmellata di arance in un luogo fresco ed asciutto, il mio consiglio è di aspettare qualche giorno dopo la preparazione prima di gustarla. Se volete utilizzare anche un pò di scorza (ad esempio della metà delle arance utilizzate) dovrete aver cura di eliminare tutta la parte bianca attaccata alla buccia, per evitare che la marmellata non risulti troppo amara. Tagliate la scorza a striscioline molto sottili ed aggiungetela nella casseruola assieme alla polpa ed allo zucchero.

IMG_20191118_121731

IMG_20191118_121647
…dei vasetti di marmellata di arance potrebbero essere un goloso regalo di Natale homemade: qualche stoffa colorata ed un nastrino per la decorazione…

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Confettura di cipolle rosse & alloro

cof
confettura di cipolle rosse aromatizzata con le foglie di alloro

cof

…ve ne sarete accorti: io adoro queste confetture agrodolci dal sapore un pò particolare, questa volta ve ne propongo una perfetta da accompagnare con formaggi stagionati, soprattutto di pecora ma ottima anche con gli arrosti di maiale o anche di cacciagione. A me piace moltissimo anche semplicemente spalmata sul pane, provatela in occasione di un aperitivo: per preparare degli stuzzichini originali e gustosi!  Ho utilizzato delle cipolle rosse ed ho aggiunto delle foglie di alloro per conferire una nota di profumo in più…

cof

cof

Ingredienti:

  • 1 kg di cipolle rosse
  • 400 g di zucchero semolato
  • 6 foglie di alloro

cof

cof

cof

Preparazione:

Sbucciate le cipolle rosse ed eliminate il primo strato più esterno, tagliatele a fettine con un coltello o tritatele grossolanamente con una mezzaluna. Trasferitele in una casseruola con lo zucchero e le foglie di alloro che avrete già accuratamente lavato. Io ho utilizzato lo zucchero semolato, ma voi potete anche scegliere di utilizzare quello di canna, il risultato sarà di una confettura dal sapore più “grezzo” e sicuramente un poco meno dolce. Mescolate bene le cipolle con lo zucchero e mettete sul fuoco a fiamma moderata. Fate attenzione a mescolare di tanto in tanto per evitare che la confettura si attacchi sul fondo. Quando il composto arriverà al bollore abbassate un poco la fiamma e continuate a cuocere per almeno 30/45 minuti. Per ottenere una consistenza più omogenea e vellutata potete frullare la confettura con un mixer ad immersione, avendo cura prima di eliminare le foglie di alloro. Se invece preferite una consistenza con la cipolla in pezzi potete tritare più finemente la cipolla prima della cottura e non utilizzare poi il frullatore ad immersione. La confettura sarà pronta quando, versandone un cucchiaino bollente su di un piattino, inclinandolo, non scivolerà velocemente ma tenderà a rimanere adesa sulla superficie del piattino. A questo punto riempite i vasetti di vetro che avrete accuratamente sterilizzato prima, lasciando mezzo centimetro dal bordo. Chiudeteli e capovolgeteli immediatamente affinchè si realizzi il sottovuoto. Una volta raffreddati riponeteli in un luogo asciutto e fresco e potrete conservarli fino a 3 mesi.

cof
cipolle rosse, foglie di alloro & zucchero: solo 3 ingredienti per preparare questa confettura agrodolce…
cof
bella anche da regalare….

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

 

Marmellata di arance

mde

mde

…l’ arancione è il colore della felicità, secondo gli esperti di cromoterapia: effettivamente deve essere proprio vero, perchè quando preparo la marmellata di arance, sarà per il suo colore, sarà per quel profumo meraviglioso che sprigiona, sarà per quel suo sapore leggermente amaro, ma il mio umore sicuramente migliora… Oggi vi propongo una ricetta davvero facilissima per preparare una marmellata di arance gustosa, profumata e perfetta anche come regalo di Natale homemade. Considerato che utilizzeremo anche la scorza acquistate delle arance provenienti da colture biologiche…

mde

Ingredienti:

  • 1 kg di arance non trattate
  • 1 kg di zucchero semolato
  • 1,5 lt di acqua

mde

Preparazione:

Prendete le arance e lavatele accuratamente sotto l’ acqua corrente, utilizzate uno spazzolino per pulire bene la buccia. Ora sistematele in una ciotola capiente e ricopritele di acqua lasciandole così immerse per un giorno intero. Trascorso il tempo necessario prendete le arance e tagliatele a fettine molto sottili eliminando le due estremità. A questo punto tagliate ogni fettina a metà in modo da ottenere degli spicchi. Trasferite tutti gli spicchietti sottili di arancia in una casseruola abbastanza grande e versatevi sopra lo zucchero. Mescolate bene in modo da amalgamare bene il tutto e mettete sul fuoco. Non appena lo zucchero si sarà sciolto versate anche l’ acqua. Mescolate nuovamente bene tutto il composto e mantenete sul fuoco, a fiamma moderata almeno 45 minuti. Se vi piace potete aromatizzare la marmellata aggiungendo in cottura 1 cucchiaino di cannella in polvere. Continuate a far cuocere la marmellata fino a quando non otterrete una giusta densità. Per verificarne il grado di cottura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la marmellata è pronta. Riempite direttamente i vasetti di vetro a chiusura ermetica che avrete precedentemente sterilizzato. Dopo averli riempiti chiudeteli e poi capovolgeteli fino a quando non si saranno raffreddati. Al termine riponeteli in luogo fresco ed al riparo dalla luce.

cof
tagliate le arance a fettine sottili
cof
tagliate a metà ogni fetta
cof
trasferite le fettine in una casseruola capiente
cof
aggiungete prima lo zucchero ed in seguito l’acqua

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

 

 

Confettura di mele cotogne & anice stellato

cof

… è un mondo profumato & colorato quello delle spezie, fatto di polveri, di piccoli frutti, di piccoli tesori, aromi che si sprigionano decisi, sentori ricchi di tradizioni, che in ogni ricetta si prestano ad aromatizzare ed arricchire qualche altro alimento. In questo caso dei frutti tipicamente autunnali: le mele cotogne, dalla buccia dura e un pò pelosa, dall’ aspetto poco invitante, ma che io trovo invece particolari e belle, non fosse altro che per i ricordi di bambina, quando con la nonna le andavo a raccogliere per poi cucinarle con zucchero e limone. Infatti questa varietà di mele a differenza di tutte le altre, non è buona da mangiare cruda, bensì viene valorizzata dalla cottura. In questa confettura ho aromatizzato il sapore delle mele cotogne con l’ anice stellato: inconfondibile, intenso, quasi pungente ma profumatissimo, per imprigionare in un vasetto di vetro una piccola magia…

cof

cof

cof

Ingredienti:

  • 2 kg mele cotogne
  • 600 g zucchero
  • 2 limoni
  • anice stellato qb
cof
le mele cotogne

Preparazione:

Prendete le mele, lavatele accuratamente ed eliminate la leggera peluria che si trova sulla buccia. Tagliatele a pezzetti eliminando i torsoli e le eventuali parti molto dure. Sistemate le mele tagliate a pezzetti in una ciotola capiente e spremete sopra il succo di 2 limoni in modo da evitare che anneriscano. Versatevi anche lo zucchero, amalgamate bene il tutto ed aggiungete anche l’ anice stellato. Lasciate a macerare anche una notte intera, in modo che le mele si impregnino dell’ aroma della spezia. Trascorso il tempo necessario eliminate l’ anice stellato e trasferite il tutto in una casseruola, mettete sul fuoco e lasciate cuocere mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. Se preferite una consistenza più vellutata e cremosa potete frullare la confettura direttamente con un frullatore ad immersione e poi continuare la cottura. Se preferite una consistenza a pezzi, non sarà necessario. Continuate la cottura per almeno una mezz’ ora. Versate la confettura di mele cotogne e anice stellato ancora bollente nei vasetti di vetro che avrete già precedentemente sterilizzato. Chiudeteli subito e capovolgeteli in modo da creare il sottovuoto al loro interno, manteneteli in questa posizione fino al loro completo raffreddamento. Potete poi procedere con una ulteriore sterilizzazione: in una pentola mettete i vasetti avvolti in dei canovacci in modo da tenerli ben saldi ed evitare che si rompano. Riempite la pentola con l’ acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. Da quando l’ acqua bolle contate almeno 20 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Conservate i vasetti in un luogo asciutto, fresco ed areato.

cof

cof

cof
bellissima anche in versione regalo…

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Con questa ricetta partecipo al Contest “Mele Spezie Fantasia” organizzato da Un pizzico di Pepe Rosa Molino Rossetto

Confettura di pesche & rosmarino

cof

…ci sono tanti motivi per conservare in dispensa tanti vasetti di confetture e tante occasioni per poterle gustare: la colazione, una merenda speciale, per farcire una crostata oppure come piace a me, per arricchire una porzione di gelato. A maggior ragione quando si tratta di conservare per l’ inverno un pò di profumi e sapori tipici dell’ estate, come in questo caso le pesche. Oggi vi propongo una confettura di pesche un pò particolare perchè arricchita con l’ aroma del rosmarino, questa è una delle tante confetture che mi sono divertita a preparare durante il periodo estivo, provatela e vedrete che vi piacerà, io adoro spalmarla sul pane tostato ma anche sulle fette biscottate…

cof

cof

Ingredienti:

  • 2 kg di pesche mature
  • 1 kg di zucchero semolato
  • 4/5 rametti di rosmarino
  • 1 limone

cof

Preparazione:

Iniziate naturalmente con le pesche: sbucciatele, tagliatele a pezzi eliminando il nocciolo e sistematele in una ciotola capiente. Lavate anche il rosmarino ed aggiungetelo alle pesche eliminando i rametti. Aggiungete anche lo zucchero ed il succo del limone. Mescolate bene il tutto, coprite con della pellicola trasparente e lasciate riposare per qualche ora in frigorifero in modo che la frutta si maceri. Trascorso il tempo necessario (anche 4/6 ore), trasferite in una pentola e mettete sul fuoco a fiamma dolce. Portate ad ebollizione  eliminando  la schiuma di cottura che si formerà in superficie e mescolando spesso la confettura per evitare che si attacchi sul fondo. Proseguite con la cottura fino a quando la confettura non avrà raggiunto la giusta corposità e consistenza. Versate la confettura di pesche & rosmarino ancora bollente nei vasetti di vetro, perfettamente asciutti e precedentemente sterilizzati. Chiudeteli subito e capovolgeteli in modo da creare il sottovuoto al loro interno, manteneteli in questa posizione fino al loro completo raffreddamento. Potete poi procedere con una ulteriore sterilizzazione: in una pentola mettete i vasetti avvolti in dei canovacci in modo da tenerli ben saldi ed evitare che si rompano. Riempite la pentola con l’ acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. Da quando l’ acqua bolle contate almeno 20 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Conservate i vasetti in un luogo asciutto, fresco ed areato.

cof

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

 

Confettura di peperoni rossi

IMG_20180106_122323

IMG_20180106_122147

…una confettura sicuramente particolare ed insolita, ma provare per credere… davvero buona e golosa, perfetta con i formaggi stagionati, in accostamento con un secondo di carne o anche semplicemente spalmata su una fetta di pane, sui crostini o sulle bruschette calde…

IMG_20180106_122140

IMG_20180106_122311

Ingredienti:

  • 1 kg peperoni rossi
  • 700 g zucchero semolato
  • 1 limone
  • 1 stecca vaniglia

IMG_20180106_122132

IMG_20180106_114423

Preparazione:

Iniziate con i peperoni: lavateli accuratamente, tagliateli a pezzettini avendo cura di eliminare gran parte dei semi, i filamenti bianchi ed il gambo. Riponeteli in una ciotola con la metà dello zucchero necessario (350 g), mescolate bene in modo da amalgamare gli ingredienti, coprite con della pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per una notte. Trascorso il tempo necessario di macerazione, versate il contenuto della ciotola, sia i peperoni che il liquido in eccesso che si sarà depositato in fondo alla ciotola in una casseruola. Mettetela sul fuoco mescolando di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. Lasciate cuocere per circa 30/35 minuti. Quando la confettura si sarà leggermente ristretta, aggiungete anche il quantitativo di zucchero rimanente, la scorza di un limone ed anche il succo. Infine unite anche i semi della bacca di vaniglia. Lasciate cuocere per altri 30/35 minuti fino a raggiungere la densità ottimale. In questo modo otterrrete una confettura con i pezzi, se preferite una versione più omogenea e liscia frullate il tutto con un frullatore ad immersione ed ultimate la cottura. Per verificare il grado di cottura della confettura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta.

Versate la confettura di peperoni rossi ancora bollente nei vasetti di vetro, perfettamente asciutti e precedentemente sterilizzati. Chiudeteli subito e capovolgeteli in modo da creare il sottovuoto al loro interno, manteneteli in questa posizione fino al loro completo raffreddamento. Potete poi procedere con una ulteriore sterilizzazione: in una pentola mettete i vasetti avvolti in dei canovacci in modo da tenerli ben saldi ed evitare che si rompano. Riempite la pentola con l’ acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. Da quando l’ acqua bolle contate almeno 20 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Conservate i vasetti in un luogo asciutto, fresco ed areato.

IMG_20180106_114402

IMG_20180106_114929
peperoni e metà dello zucchero a macerare…

IMG_20180106_122119

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Confettura di cachi & vaniglia

IMG_20171204_151052

…una confettura vellutata, profumata e dolce: preparata con un frutto tipicamente autunnale, i cachi ed aromatizzata con una nota dolce di vaniglia, un sapore delicato che vi stupirà…

IMG_20171204_150657
deliziosa sulle fette biscottate…

Ingredienti:

  • 1 kg cachi maturi, ma non troppo
  • 300 g zucchero di canna
  • 1 mela
  • 1 limone
  • 1 bacello di vaniglia

IMG_20171204_150538

Preparazione:

Prendete i cachi, eliminate il picciolo, la buccia e la parte centrale più bianca, tagliateli a pezzi. Sbucciate anche la mela e tagliatela a dadini. Versate in una casseruola la polpa dei cachi ed anche i dadini di mela. Mescolate, unite anche la scorza grattugiata ed il succo di mezzo limone. Mettete sul fuoco  e versate anche lo zucchero di canna ed i semini della bacca di vaniglia che avrete inciso con un coltellino. Portate a bollore e cuocete per circa 30/35 minuti. Abbassate un poco la fiamma e continuate a mescolare di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. Proseguite con la cottura almeno per altri 20/25 minuti.

Per verificare il grado di cottura della confettura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta.

Versate la confettura di cachi & vaniglia ancora bollente nei vasetti di vetro, perfettamente asciutti e precedentemente sterilizzati. Chiudeteli subito e capovolgeteli in modo da creare il sottovuoto al loro interno, manteneteli in questa posizione fino al loro completo raffreddamento. Potete poi procedere con una ulteriore sterilizzazione: in una pentola mettete i vasetti avvolti in dei canovacci in modo da tenerli ben saldi ed evitare che si rompano. Riempite la pentola con l’ acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. Da quando l’ acqua bolle contate almeno 20 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Conservate i vasetti in un luogo asciutto, fresco ed areato.

IMG_20171204_145854
…anche questa confettura può essere un’ originale idea regalo per Natale..

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Marmellata di arancia & cannella

IMG_20180104_115954

…succo e scorzette di arancia, un pizzico di cannella in polvere ed ecco una profumatissima e deliziosa marmellata dai tipici sapori invernali, buonissima semplicemente sul pane o sulle fette biscottate, ideale anche per farcire delle crostate o altri dolcetti, come ad esempio dei muffin al cacao, insomma davvero versatile, a me piace moltissimo, provate anche voi a prepararla, proprio ora che le arance sono di stagione. Perfetta anche come idea regalo: un piccolo pensiero homemade da personalizzare con un etichetta graziosa e decorazioni tutte naturali come una fetta di arancia essicata, una stecca di cannella e qualche rametto verde, con poca spesa, un regalo bellissimo e soprattutto buonissimo…

IMG_20180104_115855

IMG_20180104_115919

Ingredienti:

  • 10 arance provenienti da coltura biologica
  • zucchero semolato (80 g ogni 100 ml di succo di arancia)
  • acqua (50 ml ogni 100 ml di succo di arancia)
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere

IMG_20180104_115912

Preparazione:

Prendete le arance, visto e considerato che utilizzeremo anche la scorza, è indispensabile che siano provenienti da colture biologiche, lavatele accuratamente sotto l’acqua corrente. Con il pelapatate sbucciatele facendo attenzione a prelevare solo la buccia e non la parte bianca responsabile del sapore amaro. Portate ad ebollizione in una casseruola dell’ acqua e versatevi le scorzette, fate cuocere pre 15/20 minuti. Trascorso il tempo necessario scolate le scorzette e lasciatele raffreddare, una volta intiepidite tagliatele a listarelle. Intanto spremete le arance già sbucciate e versate il succo in un contenitore graduato. Per ogni 100 ml di succo di arancia, dovrete poi utilizzare 80 g di zucchero e 50 ml di acqua. Quindi trasferite nella casseruola il succo d’ arancia, l’ acqua e lo zucchero, mescolate bene e mettete sul fuoco. Portate a bollore e cuocete per circa 30/35 minuti. Aggiungete anche le scorzette già tagliate a listarelle. Continuate la cottura mescolando di frequente in modo da evitare che si attacchi sul fondo. Aggiungete anche il cucchiaino di cannella in polvere. Amalgamate bene il tutto. Proseguite con la cottura almeno per altri 30/35 minuti.

Per verificare il grado di cottura della confettura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta.

Versate la marmellata di arancia e cannella ancora bollente nei vasetti di vetro, perfettamente asciutti e precedentemente sterilizzati. Chiudeteli subito e capovolgeteli in modo da creare il sottovuoto al loro interno, manteneteli in questa posizione fino al loro completo raffreddamento. Potete poi procedere con una ulteriore sterilizzazione: in una pentola mettete i vasetti avvolti in dei canovacci in modo da tenerli ben saldi ed evitare che si rompano. Riempite la pentola con l’ acqua, mettetela sul fuoco e portate ad ebollizione. Da quando l’ acqua bolle contate almeno 20 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Conservate i vasetti in un luogo asciutto, fresco ed areato.

IMG_20180104_111324
utilizzate arance provenienti da agricoltura biologica
IMG_20180104_111437
fate attenzione a non prelevare anche la parte bianca sotto la buccia

IMG_20180104_120021

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico: si tratta di un elenco di regole, di igiene della cucina, della persona, degli strumenti utilizzati e riguardo il trattamento degli ingredienti, in particolar modo in merito alla pastorizzazione e conservazione per evitare di incorrere in rischi per la salute.

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

 

Confettura di mele & carote

IMG_20171125_100408

…mele & carote amalgamate insieme in una confettura dal gusto fresco e particolare, versatile: buona da gustare sul pane tostato a colazione ad esempio, ma perfetta anche se accostata con formaggi…

IMG_20171125_100341

IMG_20171125_100316

IMG_20171125_093332

Ingredienti:

  • 700 g carote
  • 300 g mele
  • 500 g zucchero di canna
  • 1 limone

IMG_20171125_100423

IMG_20171125_100348

Preparazione:

Prendete le mele, sbucciatele, tagliatele a pezzi, ed eliminate il torsolo. Lavate le carote, sbucciatele con il pelapatate, eliminate le estremità e riducetele a pezzettini. Trasferite sia le mele che le carote in una casseruola con  la buccia di un limone, aggiungete anche lo zucchero di canna. Mettete sul fuoco e fate cuocere a fiamma bassa avendo cura di mescolare di frequente in modo da far sciogliere tutto lo zucchero ed evitare che si attacchi sul fondo. Continuate a cuocere per almeno 30/40 minuti. A questo punto con il frullatore ad immersione riducete il tutto in purea. Continuate a cuocere per altri 30 minuti almeno. Potete verificare la consistenza della confettura versandone una goccia su un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta. Eliminate la scorza di limone. Riempite immediatamente, fino quasi all’ orlo i vasetti che avrete precedentemente sterilizzato. Dopo averli riempiti chiudeteli e capovolgeteli e manteneteli in questa posizione finchè non si saranno raffreddati e si sarà creato il sottovuoto.  Procedete con la seconda sterilizzazione. Al termine riponete i vasetti in luogo fresco ed al riparo dalla luce.

 

IMG_20171125_100307