Pesto di cavolo nero

IMG_20191110_110636

…facile & veloce da preparare, oggi vi propongo una ricetta con ingredienti di stagione per utilizzare il cavolo nero in una maniera un pò più originale: il pesto, che potrete spalmare semplicemente sul pane o utilizzare per condire la pasta. Gustoso, dal sapore deciso, se vi piace piccante potete anche aggiungervi un pò di peperoncino…

IMG_20191110_110655
…io ho utilizzato le mandorle, ma andrà bene anche altra frutta secca dal sapore forte e deciso come ad esempio le noci…

IMG_20191110_110602

Ingredienti:

  • 160 g foglie cavolo nero
  • 50 g mandorle
  • 1 spicchio aglio
  • 50 g parmigiano
  • olio d’oliva qb
  • sale qb

IMG_20191110_110318

Preparazione:

Scegliete le foglie più tenere del cavolo, avendo cura di eliminare la parte della costa centrale più dura, lavatele e sbollentatele per qualche minuto in acqua salata. Nel mixer o con il frullatore ad immersione, frullate le foglie del cavolo già sbollentate assieme alle mandorle, allo spicchio di aglio ed al parmigiano. Aggiungete a filo l’ olio, quanto basta per ottenere un pesto cremoso e non troppo denso. Se preferite potete utilizzare anche un pò di acqua di cottura del cavolo per “diluire” il pesto nel caso vi risulti troppo denso. A questo punto assaggiatelo e se necessario aggiustate di sale, io ne aggiungo pochissimo perchè tutti gli ingredienti utilizzati sono molto saporiti, se preferite aggiungete anche un pò di pepe o peperoncino. Ecco pronto un pesto davvero gustoso, che potrete utilizzare per condire la pasta o anche semplicemente sul pane o anche per accompagnare formaggi stagionati e salumi.

IMG_20191110_110540

Piada dei Morti

IMG_20191019_122033

…la Piada dei Morti è un dolce semplice della tradizione romagnola, si tratta di una focaccia lievitata ottenuta con un impasto simile al pan brioche ed arricchita in superficie da tanta frutta secca. Un dolce tipicamente autunnale, perchè era abitudine prepararlo in occasione della commemorazione dei defunti. Qui di seguito vi propongo la ricetta della nonna, che in apparenza vi potrebbe sembrare un pò approssimativa soprattutto riguardo la quantità di alcuni ingredienti, ma vedrete poi il risultato vi soddisferà…

IMG_20191019_122054

IMG_20191019_121917

Ingredienti:

  • 250 g farina 00
  • 50 g zucchero
  • 25 g lievito di birra
  • 3 uova
  • 50 g burro
  • mezzo bicchiere di latte
  • sale qb
  • uva sultanina qb
  • mandorle qb
  • noci qb

IMG_20191019_122241

IMG_20191019_121855

Preparazione:

Sciogliete il lievito di birra nel latte che avrete giusto intiepidito. Aggiungete anche 1 cucchiaio di zucchero e mescolate il tutto cercando di sciogliere bene tutto il lievito. Su un piano di lavoro fate una fontana con la farina, al centro aggiungete il lievito sciolto nel latte, lo zucchero, un pizzico di sale, 2 uova intere, il burro fuso. Impastate fino ad ottenere un composto omogeneo. Incorporate ora anche l’ uvetta sultanina che avrete già fatto ammollare in una tazzina con un pò di latte. Sistemate l’ impasto in una terrina capiente e lasciate lievitare per almeno 2/3 ore. Trascorso il tempo necessario riprendete l’ impasto, lavoratelo brevemente e stendetelo su di una teglia rivestita di carta forno. Lasciate nuovamente lievitare per circa 1 ora. Prima di infornare cospargete la superficie con tante mandorle e noci e spennellate il tutto con un uovo intero sbattuto a cui avrete aggiunto un pò di zucchero. Cuocete in forno già caldo, in modalità statica, a 200 gradi per circa mezz’ ora.

IMG_20191019_122248

Colomba

cof
…in questo caso ho farcito la colomba con una crema delicata allo yogurt e formaggio spalmabile in ugual misura resa più dolce da qualche cucchiaio di zucchero…
cof
…in superficie dopo la cottura ho aggiunto altra crema al formaggio, fragole fresche, meringhe e mandorle…

…mancano pochissimi giorni a Pasqua: ecco una ricetta facile per preparare una colomba fatta in casa, soffice e buonissima, che non nulla da invidiare a quelle di pasticceria e con un sapore molto simile a quella tradizionale…

cof

cof

Ingredienti:

…per la colomba…

  • 500 g farina manitoba
  • 100 g zucchero semolato
  • 150 ml acqua
  • 100 g burro
  • 15 g lievito di birra
  • 5 g sale
  • 3 uova
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • estratto di vaniglia qb

…per la glassa…

  • 40 g farina di mandorle
  • 10 g amido di mais
  • 100 g zucchero semolato
  • 1 uovo (solo albume)
  • zucchero a velo qb
  • mandorle qb

cof

Preparazione:

In planetaria, con il gancio a foglia, versate la farina, il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero, il burro a pezzetti (ancora freddo di frigorifero), 2 uova intere a temperatura ambiente e 1 tuorlo a temperatura ambiente, la scorza grattugiata di 1 arancia e 1 limone, 1 cucchiaino di estratto di vaniglia e circa metà dell’ acqua. Azionate la planetaria e impastate per qualche minuto. A questo punto aggiungete la restante acqua ed il sale. Riprendete ad impastare e continuare per 15 minuti, utilizzando ora però il gancio ad uncino, fino ad ottenere un impasto elastico ed incordato. Per dare maggiore forza alla pasta staccate per un paio di volte l’ impasto dal gancio e capovolgetelo.

Fate lievitare in una ciotola, ben coperta con pellicola trasparente l’ impasto, almeno per 2 ore, fino a quando non triplica di volume. Per aiutare la lievitazione potete riporre la ciotola in forno spento ma con la luce accesa, preriscaldato a 50 gradi.

Trascorso il tempo necessario alla prima lievitazione, riprendete l’ impasto con le mani, sgonfiatelo e spostatelo su un piano di lavoro. Arrotolate l’ impasto su se stesso, prima da una parte e poi arrotolatelo nuovamente su se stesso, ma verso l’ altro senso.  Dividetelo in 2 parti uguali e poi arrotolate nuovamente i 2 pezzi ottenuti, che formeranno le ali ed il corpo della colomba. Allungate un pò un pezzo e posizionatelo all’ interno dello stampo, nella parte più larga e più stretta, a mò di ferro di cavallo. Prendete l’ altro pezzo, quello che servirà per il corpo, allungatelo un pò e sistematelo sopra all’ impasto già posizionato nello stampo, nella parte dello stampo più stretta e lunga, che appunto è quella che rappresenta il corpo della colomba.

Fate lievitare fino a quando l’ impasto non raggiungerà il bordo dello stampo, possono essere necessarie anche 3 ore, dipende dalla temperatura. Anche in questo caso per favorire il processo potete riporre lo stampo all’ interno del forno spento, con la luce accesa.

Durante il tempo della seconda lievitazione, dedicatevi alla preparazione della glassa mandorlata: in una ciotola versate 1 albume, la farina di mandorle, l’ amido di mais e lo zucchero. Con una frusta mescolate bene il tutto.

Trascorso il tempo necessario alla seconda lievitazione, con un pennello cospargete delicatamente la glassa mandorlata la superficie della colomba. Aggiungete anche qualche mandorla intera e cospargete infine con abbondante zucchero in granella. Infornate e cuocete in modalità statica a 185 gradi, in forno preriscaldato per 40 minuti. Per evitare che la superficie si faccia troppo scura, sistemate la colomba nella parte più bassa del forno, se comunque vedete che diventa marrone scuro, coprite la colomba con un foglio di alluminio. Prima di sfornare fate la prova con lo stecchino. Sfornate e fate raffreddare. Servite spolverizzata anche con dello zucchero a velo.

Se preferite potete arricchire la vostra colomba con dei canditi oppure per i più golosi con delle gocce di cioccolato. Altrimenti una volta raffreddata, potete farcire la colomba con mascarpone oppure, se preferite una opzione più leggera potete preparare una crema con yogurt e formaggio spalmabile in parti uguali dolcificata con qualche cucchiaio di zucchero semolato ed aggiungere come ho fatto io anche delle fragole fresche.

cof

cof

Pesto di cicoria & mandorle

cof
buonissimo anche spalmato sul pane…

…e con l’ arrivo della primavera e delle giornate di sole viene mi viene voglia di portare anche in tavola qualcosa di verde, oggi per esempio ho preparato un pesto davvero buonissimo: utilizzando cicoria e mandorle. Un pesto gustoso e saporito, facile e veloce da preparare, da utilizzare in tanti modi: per condire la pasta, spalmato sul pane. Lo potrete gustare assieme ai formaggi, sul pollo alla piastra, con i pomodori…

cof

cof

cof

Ingredienti:

  • 100 g cicoria fresca
  • 60 g mandorle
  • 80 g parmigiano
  • 1 spicchio di aglio
  • olio d’ oliva qb
  • sale e pepe qb

cof

cof

Preparazione:

Se comprate della cicoria freschissima potete anche utilizzarla, naturalmente dopo averla lavata accuratamente, così, fresca senza cottura, avendo cura di scegliere le parti più tenere. Altrimenti, come ho fatto io oggi, dopo averla lavata l’ ho fatta sbollentare per pochi minuti in acqua bollente. In ogni modo nel mixer mettete la cicoria, fresca o appena sbollentata e scolata dall’ acqua in eccesso, le mandorle, uno spicchio di aglio, il parmigiano e un pò di olio. Frullate a bassa velocità e controllate la consistenza, se necessario aggiungete altro olio. Aggiustate di sale e pepe. Se utilizzate il pesto come condimento per la pasta potete diluirlo leggermente con l’ acqua di cottura della pasta per renderlo un poco più fluido. Se decidete di servirlo come salsa di accompagnamento per i formaggi, sulle bruschette, magari in occasione di un aperitivo, allora è preferibile una consistenza più densa. Lo potrete anche conservare per diversi giorni se riposto in vasetti di vetro chiusi in frigorifero.

cof

cof
un idea? provate a farcire un panino con formaggio fresco e pesto di cicoria & mandorle…

Pesto di pomodori secchi

cof

cof

…finalmente con l’ arrivo della stagione estiva ci possiamo sbizzarrire in cucina con pesti senza cottura, facili e veloci da preparare, perfetti anche per condire paste fredde. Oggi ve ne propongo uno dal gusto deciso ed intenso, molto saporito, dai sapori e profumi mediterranei: il cui ingrediente principale sono i pomodorini secchi…

cof

cof

cof

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 400 g pomodorini secchi
  • 50 g mandorle
  • 100 g parmigiano
  • olio d’ oliva qb
  • sale & pepe qb
  • foglie di basilico qb

cof

Preparazione:

Per preparare il pesto di pomodorini secchi, potete anche utilizzare quelli sott’ olio,  naturalmente in questo caso non ne aggiungerete altro ma potrete utilizzare proprio l’ olio in cui sono stati  conservati. Nel caso di pomodorini secchi non conservati nell’ olio è bene metterli in ammollo in acqua per qualche ora prima di utilizzarli. Nel mixer versate i pomodorini, le mandorle, il parmigiano, e qualche foglia di basilico. Se utilizzate pomodorini secchi non conservati sott’ olio, strizzateli prima di metterli nel mixer e aggiungete anche dell’ olio d’ oliva, non troppo per iniziare, frullate e poi se necessario aggiungetene altro. Visto e considerato che tutti gli ingredienti utilizzati sono molto saporiti io non aggiungo mai sale, solo dopo aver preparato il pesto, lo assaggio e se necessario aggiusto con sale & pepe. Frullate fino ad ottenere un composto il più omogeneo possibile, con questo tipo di ingredienti non riuscirete ad ottenere un pesto cremoso e liscio, ma considerato il sapore intenso e deciso, una corposità piuttosto granulosa non è certo un difetto. Condite la pasta e decorate con qualche foglia di basilico e se gradite qualche pomodorino secco. Io ho utilizzato un formato di pasta trafilata in bronzo, tipico della cucina napoletana: i Paccheri rigati della Fabbrica della Pasta di Gragnano, bellissimi da presentare in tavola anche per un’ occasione speciale.

cof

Pesto di zucchine

pestozucchine9

…finalmente sta per arrivare l’estate  e ci possiamo sbizzarrire con la fantasia, condire la pasta con verdure sempre diverse, fresche di stagione, colorate, gustose, profumate… Utilizzarle crude ci permette di gustarle al meglio senza alterare con la cottura tutte le proprietà benefiche dei micronutrienti in esse contenute…Oggi direttamente dall’orto ho raccolto delle belle zucchine verdi, un ciuffo di menta per una nota fresca, che in queste giornate calde è proprio l’ideale e poi aggiungo le mandorle: ecco pronto un pesto gustoso, sano e veloce da preparare!!!!

pestozucchine1

pestozucchine2

Ingredienti:

  • 200 g pasta secca (meglio un formato medio/corto)
  • 2 zucchine fresche
  • 50 g mandorle
  • foglie di menta qb
  • 1 spicchio di aglio
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb
pestozucchine4
io ho utilizzato una pasta trafilata in bronzo de La Fabbrica della Pasta di Gragnano
pestozucchine5
‘e Puntiglius, un formato bellissimo di una pasta secca di qualità

pestozucchine8

Preparazione:

Lavate e tagliate le zucchine eliminando la parte centrale bianca se in eccesso rispetto alla buccia (questo anche per cercare di ottenere un pesto di un bel colore verde). Io preferisco utilizzare le zucchine a crudo, per il gusto ed anche la texture finale che risulta più “croccante”. Comunque se preferite potete scottare le zucchine in un pentolino con acqua salata per una decina di minuti, evitando però di cuocerle troppo altrimenti si perderà un poco in gusto e colore. Quando si tratta di preparare un pesto l’ideale sarebbe utilizzare il mortaio: provate e vi stupirete di quanto i sapori ed i profumi saranno più intensi!!! E’ naturale che per questioni di praticità e di tempo si utilizzi il mixer: in questo caso allora, utilizzate una velocità ridotta ed interrompete di tanto in tanto per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Se utilizzate il mixer versatevi le zucchine, 1 spicchio di aglio, le mandorle, alcune foglie di menta e l’olio d’oliva: quanto basta per riuscire ad ottenere un pesto cremoso ed omogeneo. Regolate di sale & pepe. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela un poco al dente e conditela con il pesto di zucchine. Servite con un filo di olio a crudo.

pestozucchine6

pestozucchine7

pestozucchine10

pestozucchine11

Pesto di fave

…un pesto alternativo ma buonissimo, preparato con le fave di stagione, mandorle e pecorino, aromatizzato con qualche foglia di menta per renderlo ancora più fresco…a tutto “green” !!!! le fave sono legumi ricchi di proteine e fibre, poveri di grassi e ricchi di sali minerali.. un pieno di salute e vitamine!!! E’ importante consumarle in questo periodo, ora che si trovano fresche di stagione, a km 0…si tratta di un pesto molto gustoso che ben si adatta anche con la pasta integrale un poco più rustica, ma è buonissimo anche spalmato sul pane!!! provatelo!!! La frutta secca poi, in questo caso le mandorle, è ricchissima di nutrienti, acidi grassi essenziali, proteine vegetali, vitamina E, sali minerali e fitosteroli…insomma una miniera di sostanze nutritive benefiche!!! Senza contare il gusto ed il sapore che ben si sposa anche accostato come in questo caso ad un primo piatto!!! Ho scelto per questa ricetta le mandorle, che sono meno grasse delle noci ad esempio e che hanno un sapore più delicato, le ho utilizzate tritate all’interno del pesto e in scaglie come decorazione finale…

pestofave3

pestofave4

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 320 g spaghetti al farro
  • 1 kg di fave fresche
  • 40 g di pecorino già grattugiato
  • 40 g di mandorle
  • 1 spicchio di aglio
  •  foglie di menta qb
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb

Preparazione:

Prendete le fave e sgranatele dal bacello. Sbollentatele per almeno 5 minuti in abbondante acqua salata. Passatele velocemente sotto l’acqua corrente fredda e lasciatele un poco a scolare. Quando si tratta di preparare un pesto l’ideale sarebbe utilizzare il mortaio: provate e vi stupirete di quanto i sapori ed i profumi saranno più intensi!!! E’ naturale che per questioni di praticità e di tempo si utilizzi il mixer: in questo caso allora, utilizzate una velocità ridotta ed interrompete di tanto in tanto per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Se utilizzate il mixer versatevi le fave (io ne mantengo una manciata da parte da aggiungere poi in ultimo sulla pasta assieme al pesto), le foglioline di menta già lavate (circa una decina), 1 spicchio di aglio, le mandorle ed a filo l’olio d’oliva in modo da ottenere la consistenza desiderata, azionate a velocità bassa ed intorrempetevi di tanto in tanto. Aggiungete anche il pecorino. Aggiustate di sale e pepe, anche se utilizzando il pecorino, un formaggio molto saporito, non è quasi necessaria l’aggiunta del sale. Amalgamate bene il tutto. Se utilizzate il mortaio armatevi di pazienza ed iniziate con il pestello lentamente a schiacciare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto cremoso. Cuocete gli spaghetti al farro in abbondante acqua salata. Scolateli e conditeli subito con il pesto. Aggiungete anche le fave che avete mantenuto intere. Servite gli spaghetti con un filo di olio a crudo.

pestofave4

pestofave5

pestofave6

pestofave8

Con questa ricetta partecipo al contest “Noci, nocciole & frutta secca” del blog “lastufaeconomica”

Settimo contest:” NOCI, NOCCIOLE & frutta secca “

Cestini di frolla al cioccolato con mascarpone e pesche

crostatinegialle3

Ingredienti:

….per la frolla….

  • 250 g farina
  • 100 g burro
  • 25 g cacao amaro
  • 100 g zucchero a velo
  • 2 uova (solo il tuorlo)

….per la farcia….

  • 250 g mascarpone
  • 70 g zucchero
  • 2 uova

….per la decorazione…

  • 2 pesche sciroppate
  • mandorle a scaglie qb

Preparazione:

Iniziate preparando la frolla al cacao: mescolate farina, cacao e burro ancora freddo fino ad ottenere un composto simil sabbioso. Aggiungete poi i 2 tuorli d’uovo e lo zucchero a velo. Impastate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Formatene un panetto ed avvolgetelo nella pellicola trasparente. Riponetelo in frigorifero. Intanto preparate il mascarpone: in una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero semolato, aggiungete poi il mascarpone continuando a mescolare fino a che si saranno sciolti tutti i grumi. Montate gli albumi a neve, incorporateli poi, delicatamente al mascarpone facendo attenzione a non smontare il composto. Riponete in frigorifero. Stendete la frolla e rivestite gli stampini precedentemente imburrati. Infornate e cuocete per circa 15/20 minuti a 180 gradi in forno già caldo. Per evitare che la frolla cresca al centro potete poggiare sopra dei fagioli secchi avvolti in pezzetto di carta forno. Lasciate raffreddare la frolla e poi toglietela dagli stampini. Versatevi il mascarpone e decorate con le pesche sciroppate che avrete tagliato a fettine e con le mandorle.

crostatinegialle1
con la frolla al cioccolato rivestite gli stampini imburrati
crostatinegialle2
una volta raffreddati, riempite i cestini di frolla con il mascarpone

Muffin mandorle & lavanda

lavanda
i fiori freschi o secchi di lavanda hanno un aroma molto intenso e quindi vanno utilizzati con attenzione per non eccedere
xcrostalav
un semplice trucco per smorzare l’aroma dei fiori di lavanda consiste nel metterli a bagno nel latte tiepido e poi utilizzarlo filtrato come ingrediente della ricetta

Ingredienti:

  • 250 g farina
  • 75 g zucchero
  • 1 uovo
  • 250 ml latte
  • 50 g burro
  • 2 cucchiaini miele
  • 1/2 bustina lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 100 g mandorle
  • 2 cucchiaini di fiori di lavanda secchi

 

 

Preparazione:

Versate in una ciotola tutti gli ingredienti solidi: farina, zucchero, un pizzico di sale e lievito. mescolate. In un altra ciotola versate il latte appena scaldato e mettetevi a bagno 2 cucchiaini secchi di fiori di lavanda e lasciate una decina di minuti in infusione. Filtrate poi il latte e versatelo in una ciotola con il miele, l’uovo ed il burro fuso. Amalgamate il tutto. Ora mescolate insieme gli ingredienti solidi con quelli liquidi fino ad ottenere un composto omogeneo. A questo punto aggiungete le mandorle. Versate il composto nei pirottini. Infornate per circa 20 minuti a 180 gradi in forno già caldo.

Se vi piace osare provate ad aggiungere all’impasto anche mezzo cucchiaino di rosmarino tritato finemente: una nota pungente che comunque si sposa  bene con la lavanda & le mandorle.