Crema di broccoli & pomodorini secchi

IMG_20180102_135317

IMG_20180102_111444
broccoli freschi & pomodorini secchi

…broccoli di stagione, pomodorini secchi, qualche noce, olio d’ oliva, ecco tutti gli ingredienti per una gustosissima crema, ottima se utilizzata come condimento per un piatto di pasta, oppure abbinata a carni rosse, formaggi stagionati oppure ancora su una bruschetta di pane, sui crostini o sulla piadina. Semplicissima e veloce da preparare, si può conservare anche 2/3 in frigorifero dopo la preparazione…

IMG_20180102_111439

IMG_20180102_135416

Ingredienti:

  • 300 g broccoli freschi
  • 5/6 pomodorini secchi
  • 3/4 noci
  • 2/3 cucchiai di olio d’ oliva
  • 1 spicchio di aglio (opzionale)
  • sale & pepe qb

IMG_20180102_111506

IMG_20180102_135332

Preparazione:

Prendete i broccoli, puliteli ed eliminate i gambi, portateli a bollore in abbondante acqua il tempo necessario affinchè si ammorbidiscano. Io non aggiungono sale perchè poi tutti gli altri ingredienti utilizzati per preparare la crema sono piuttosto saporiti e quindi se necessario poi lo aggiungo alla fine. Scolate i broccoletti e poi versateli nel mixer assieme ai pomodorini secchi, alle noci e se vi piace aggiungete anche 1 spicchio di aglio. Se vi piacciono i sapori decisi potete anche aggiungere qualche acciuga. Iniziate a frullare aggiungendo a filo l’ olio. Continuate a frullare fino ad ottenere una crema densa ed omogenea. Aggiustate di sale se necessario, aggiungete anche un pizzico di pepe, oppure peperoncino se preferite. Conservate la crema in un vasetto di vetro in frigorifero anche per 2/3 giorni. Provatela come condimento per un primo di pasta, oppure per accompagnare della carne rossa. Oppure ancora assieme a formaggi stagionati dal sapore forte, oppure ancora spalmata su piadine, bruschette di pane, crostini, sul pane fresco o tostato.

IMG_20180102_135313

Confettura di fichi & noci

IMG_20170813_093107

IMG_20170813_093423

IMG_20170813_093359

…con un pò di anticipo rispetto agli ultimi anni, sarà per l’estate particolarmente calda e soleggiata, ho già raccolto un bel quantitativo di fichi maturi e dolcissimi, sarà per l’idea, l’intuito ed i consigli di Annabella….non ho saputo resistere!!! Il bello della cucina è anche questo: condividere con le amiche ricette e consigli!!! Così mi sono messa subito all’opera per preparare una versione un poco diversa della solita confettura di fichi, se possibile ancora più golosa che prevede l’aggiunta anche delle noci. E devo ammettere davvero buonissima: immaginatevi di spalmarla sulle fette biscottate in una fredda mattina d’inverno…oppure di utilizzarla accostata ad un formaggio morbido su una fetta di pane scuro…

IMG_20170812_175755

IMG_20170812_175714

IMG_20170812_175720

Ingredienti:

  • 1 kg fichi maturi
  • 100 g noci
  • 1 limone
  • 200 g zucchero

IMG_20170813_093437

IMG_20170813_093445

Preparazione:

Prendete i fichi, sbucciateli e tagliateli a pezzi, versateli in una casseruola capiente ed aggiungete lo zucchero ed il succo di un limone. Essendo i fichi di per sè dei frutti molto dolci, soprattutto se maturati sull’albero,  preferisco non utilizzare molto zucchero, perchè poi la confettura risulta troppo dolce per i miei gusti, quindi sono arrivata al compromesso che 200 g siano sufficienti per ogni kg di fichi. Mettete sul fuoco e fate cuocere, mantenendo la fiamma bassa, mescolate di tanto in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. Portate a bollitura e continuate la cottura per almeno 30/45 minuti, fino a quando il composto risulterà della giusta consistenza. Se preferite una confettura con i pezzi di frutta, mescolate con delicatezza per evitare di ridurla ulteriormente, se invece preferite una consistenza più omogenea lavoratela spesso durante la cottura utilizzando anche una forchetta e schiacciandola con i rebbi. Per verificare il grado di cottura della confettura, versatene un cucchiaino su di un piattino ed inclinatelo, se scivola lentamente aderendo alla superficie del piatto allora significa che la confettura è pronta. Intanto che la confettura cuoce sul fuoco, preparatevi le noci: tritatele grossolanamente e sterilizzate i vasetti di vetro che utilizzerete per la conservazione. Una volta tolto dal fuoco la confettura aggiungete le noci tritate, incorporatele bene e versate il composto ancora bollente nei vasetti di vetro già sterilizzati. Chiudete ermeticamente ogni vasetto e capovolgeteli fino a quando non si saranno raffreddati. Procedete poi con la seconda sterilizzazione. Riponeteli in luogo fresco ed al riparo dalla luce.

IMG_20170813_093408

IMG_20170813_093352

IMG_20170813_093221

IMG_20170813_093228

ecco i link a cui fare riferimento riguardo le linee guida del Ministero della Salute in merito alla corretta preparazione delle conserve alimentari in ambito domestico

http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_2176_allegato.pdf

http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_3_1_1.jsp?menu=dossier&p=dadossier&id=40

Pesto di salvia & noci

pestosalvia2

pestosalvia3

il bello dell’estate sta anche nella possibilità di preparare condimenti veloci e semplici, senza cottura, con ingredienti freschi, provenienti direttamente dall’orto che sprigionano aromi e profumi intensi…con una spesa, in termini economici, di fatica e di tempo davvero irrisoria potete preparare tantissimi pesti, ogni giorno diversi per condire un primo di pasta: oggi ho scelto salvia & noci, per un gusto deciso e particolare…

pestosalvia5

pestosalvia6

pestosalvia7

Ingredienti:

  • 20 foglie salvia
  • 40 g noci
  • 1 spicchio aglio
  • 30/40 ml olio d’oliva
  • sale & pepe qb
pestosalvia1
ho scelto i garganelli in versione paglia & fieno da condire con questo pesto estivo…

Preparazione:

Lavate le foglie di salvia e tamponatele con della carta assorbente per eliminare l’acqua in eccesso. Trasferite le foglie assieme ai gherigli di noce, allo spicchio di aglio, in un mixer. Versate a filo l’olio ed azionate il mixer per pochi minuti fino a sminuzzare gli ingredienti, poi versate a filo altro olio per arrivare ad ottenere una consistenza cremosa. Quando si tratta di preparare un pesto, l’ideale sarebbe utilizzare il mortaio: provate e vi stupirete di quanto i sapori e gli aromi saranno più intensi!!! E’ naturale che per questioni di praticità e di tempo si utilizzi invece il mixer: in questo caso allora vi consiglio di utilizzare una velocità ridotta e di interrompere di tanto in tanto il funzionamento per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Aggiustate di sale e pepe. Ecco pronto un pesto dal gusto deciso con cui condire una pasta magari integrale, dal sapore più rustico. Potete utilizzare questo pesto anche per insaporire secondi di carne o arricchire torte salate. Oggi ho deciso di condire un primo di pasta: i garganelli paglia & fieno, li ho serviti in vasetti di vetro monoporzione con un filo di olio a crudo e qualche gheriglio di noce.

Pesto di rucola

pestorucola7
…qualche fiocco di squacquerone, prima di servire…

pestorucola4

pestorucola5

…oggi ho preparato un gustoso pesto di rucola, una salsa molto versatile in cucina, estiva e con un gusto deciso, la possiamo utilizzare su una pasta, oppure accostare a verdure grigliate o ancora su crostini e piadine per un antipasto od un brunch…insomma via libera alla fantasia ed abbinamenti per piatti di pranzi e cene dal sapore estivo, colorati, gustosi e profumati…facile e veloce, un’alternativa al classico pesto di basilico ma con un gusto più deciso, io lo preparo con le noci, per contrastare un pò l’ amaro della rucola, poi servo la pasta con qualche fiocco di squacquerone: un formaggio fresco & morbido tipico romagnolo, che ben si accosta alla rucola…

pestorucola8

pestorucola9

Ingredienti:

  • 300 g rucola
  • 80 g noci
  • 80 g parmigiano
  • olio d’oliva qb
  • sale e pepe qb
  • 1 spicchio di aglio
  • 50 g squacquerone
pestorucola1
…tanta rucola fresca…

pestorucola3

Preparazione:

Lavate bene la rucola, poi cercate di asciugarla tamponando con la carta assorbente, trasferitela nel mixer assieme alle noci al parmigiano, allo spicchio di aglio, aggiungete un pò di olio ed iniziate a frullare fino ad ottenere un composto simil sabbioso, continuate aggiungendo a filo l’olio quanto basta per ottenere un pesto cremoso. Aggiustate di sale e pepe. Se avete un pò più di tempo da perdere provate ad utilizzare il mortaio, perchè vi stupirete di quanto i sapori ed i profumi saranno più intensi. In caso di utilizzo del mixer cercate allora di utilizzare una velocità ridotta ed interrompete di tanto in tanto il funzionamento per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Cuocete la pasta e scolatela un poco al dente. Conditela con abbondante pesto e servitela con un filo di olio a crudo. Provate a sostituire le noci con i semi di zucca!!!! Un altro pesto davvero buonissimo ed originale!!!

pestorucola6

 

Pesto di melanzane

pestomelanzane10
melanzane, noci e basilico…
pestomelanzane7
La Gnocca della Fabbrica della Pasta di Gragnano

pestomelanzane11

…con l’arrivo dell’estate ci possiamo sbizzarrire a preparare tanti pesti diversi per condire la pasta, oggi proviamo con le melanzane: sicuramente non otterremo un classico pesto verde, ma sono così buone le melanzane che vale la pena provare!!! Si tratta sostanzialmente di una salsa preparata appunto con le melanzane e con l’aggiunta di noci, parmigiano ed olio. Per aggiungere una nota fresca la possiamo aromatizzare con qualche fogliolina di menta oppure un pò di scorza di limone oppure ancora, io oggi ho aggiunto qualche foglia di basilico. Considerato che le melanzane ci regaleranno una consistenza molto cremosa e vellutata, possiamo lasciare le noci, in contrasto, tritate un pò grossolanamente…

pestomelanzane2
ho utilizzato questo bellissimo formato di pasta trafilata in bronzo della serie “gli speciali” della “Fabbrica della Pasta di Gragnano”
pestomelanzane3
“La Fabbrica della Pasta di Gragnano”
pestomelanzane4
“La Gnocca”

Ingredienti:

  • 600 g melanzane
  • 50 g noci
  • 50 g parmigiano
  • olio d’oliva qb
  • qualche foglia di basilico
  • sale & pepe qb

pestomelanzane9

Preparazione:

Lavate ed asciugate le melanzane, disponetele su una teglia rivestita di carta forno e fate cuocere a 200 gradi per una quarantina di minuti, meglio se modalità ventilata. Comunque regolatevi anche in base alla grandezza delle melanzane, in ogni caso devono risultare grinzose esternamente e la polpa interna deve essere cotta ed morbida. Trascorso il tempo necessario lasciatele intiepidire e poi tagliatele a metà, a questo punto dovrebbe essere molto facile prelevare con un cucchiaio tutta la polpa. Trasferite la polpa di melanzana in un colino e schiacciatela con una forchetta, in modo da eliminare tutta la loro acqua di vegetazione e quindi ottenere poi un pesto un poco più denso. Versate ora la polpa nel mixer assieme alle noci, al parmigiano e alle foglie di basilico, versate a filo l’olio ed iniziate a frullare. Se necessario aggiungete altro olio. Aggiustate di sale e pepe. Non dilungatevi troppo nel frullare così le noci rimarranno un poco più grossolane, in modo da contrastare con la cremosità delle melanzane. Intanto mettete a cuocere la pasta, scolatela leggermente al dente e conditela con abbondante pesto. Decorate con qualche fogliolina di basilico e qualche noce intera su ogni piatto. Provate a sostituire le foglie di basilico con quelle di menta ed otterrete un pesto ancora più fresco ed aromatico.

pestomelanzane1
cuocete le melanzane in forno per una quarantina di minuti…
pestomelanzane5
lascaitele intiepidire ed estraete la polpa…
pestomelanzane6
schiacciatele in un colino con una forchetta per eliminate tutta l’acqua…

Spaghetti code di gambero, pan grattato & noci

Questa ricetta mi riporta ogni volta alla mia infanzia, sapori e profumi legati ad un mondo contadino, apparentemente semplici e poveri ma in realtà ricchi di gusto e carattere!!!! La nonna nelle occasioni speciali tirava fuori il suo unico libro di cucina, “l’Artusi” ed io ridevo quando impugnava gli occhiali per leggere meglio le pesate con le mani infarinate e le si sporcavano di farina le lenti degli occhiali; e proprio questa ricetta è tratta dall’Artusi….

spaghetti5

ecco il testo originale…

Ingredienti per 5 persone:
400 g spaghetti
60 g noci sgusciate
60 g pangrattato
30 g zucchero a velo bianco
Spezie fini 1 cucchiaino colmo
Pestate le noci framezzo a pangrattato, uniteci dello zucchero a velo e l’ odore delle spezie e, levati asciutti gli spaghetti dall’ acqua, conditeli prima con olio e pepe, poi con questo pesto a buona misura.
La nonna Dalma che amava personalizzare a modo suo ogni ricetta, aveva impreziosito questa con l’aggiunta dei gamberi di fiume che il nonno andava a pescare nei corsi d’acqua dolce dell’Appennino tosco romagnolo, quando ancora erano puliti e popolati da una ricca fauna; anche per i bambini risultava facile e divertente la cattura dei gamberi in grandi barattoli di vetro. Purtroppo ai nostri giorni non sono di così facile reperibilità i gamberi di fiume e così mi sono trovata a sostituirli con le code di gambero che acquisto al banco del pesce, ottenendo comunque un buon risultato. Di seguito riporto la mia ricetta, leggermente rivisitata…

spaghetti2

spaghetti3
code di gambero & pan grattato

Ingredienti:
. 500 g spaghetti
. 80 g noci sgusciate
. 80 g pangrattato
. 30 g zucchero a velo
. 300 g code di gambero
. aglio, olio, sale, pepe, rosmarino qb
. scorza di un arancia
Preparazione:
Tritate finemente le noci e unitele al pangrattato ed allo zucchero a velo, unite un po di spezie a piacere.
Pulite e cuocete le code di gambero in olio d’oliva con uno spicchio di aglio e rosmarino.
Cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata. Scolateli e conditeli con olio, con il pesto di pangrattato e noci e con le code di gambero. Se volete aggiungete anche una spolverata di scorza di arancia grattugiata.

spaghetti6

Tagliatelle al cacao con noci & zucca

…le tagliatelle al cacao si preparano come delle tradizionali tagliatelle, aggiungendo alla farina una piccola quantità di cacao amaro che conferirà un intenso ed originale colore marrone scuro…

tagliatellecacao2

Ingredienti:

…per le tagliatelle…

  • 180 g farina
  • 20 g cacao amaro
  • 2 uova
  • un pizzico di sale

…per il condimento…

  • 125 ml panna liquida
  • 200 g zucca
  • 100 g noci
  • olio evo
  • sale & pepe

Preparazione:

Fate una fontana sul tagliere con la farina, il cacao amaro ed al centro ponete le uova ed un pizzico di sale. Iniziate a mescolare dal centro in modo da incorporare pian piano la farina. Continuate a lavorare. Se l’impasto risultasse troppo duro e compatto aggiungete a filo pochissima acqua, quanto basta per ammorbidirlo un poco. Continuate ad impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Fatene una palla ed avvolgetela nella pellicola trasparente. Lasciatela riposare per una mezz’oretta almeno. Intanto dedicatevi al condimento: fate cuocere la zucca in acqua salata, quando si sarà ammorbidita riducetela in purea con un frullatore ad immersione. Stendete la sfoglia con il mattarello con uno spessore di 1/2 mm. Infarinatela per evitare che si attacchi ed iniziate ad arrotolarla su se stessa. Con un coltello affilato tagliate delle striscioline. Srotolatele subito per evitare che si appiccichino fra loro e stendetele sul tagliere fino al momento di calarle in acqua. Cuocetele in abbondante acqua salata e non appena saliranno in superficie scolatele. Fatele saltare in padella con un pò di panna liquida, aggiungete le noci. Servite sulla purea di zucca e condite con un pò di parmigiano e un filo di olio.

tagliatellecacao3
un filo di olio a crudo ed una spolverata di parmigiano

Insalata bietoline & bacche di goji

Ingredienti:

  • bietoline fresche
  • misticanza
  • bacche di goji
  • 1 mela verde
  • 1 limone
  • mix semi croccanti
  • olio evo
  • sale & pepe

Preparazione:

Lavate accuratamente sia la misticanza che le foglie di bietoline. Sbucciate la mela e tagliatela a fettine sottili. Aggiungete le bacche di goji e i semi croccanti. Condite con olio sale & pepe. Servite in barattoli di vetro monoporzione con una fettina di limone.

bietole2
nelle bietole un carico di vitamine magnesio e flavonoidi, si mangiano preferibilmente cotte, ma le foglie più piccole & tenere sono buonissime anche crude in insalata