Crema spalmabile di nocciole & cioccolato

…una crema spalmabile con nocciole & cioccolato fondente: vellutata, profumata, io la trovo buonissima, facile da preparare in casa, con ingredienti semplici & sani…una volta provata non comprerete più quella già pronta, piacerà sicuramente anche ai più piccoli, ed ogni volta potrete sbizzarrirvi con un cioccolato diverso: un gusto più deciso con il fondente, più dolce con quello bianco e classico con quello al latte…

cremanocc3

cremanocc2

Ingredienti:

  • 150 g nocciole già sgusciate
  • 75 ml olio di arachidi
  • 400 g cioccolato fondente
  • 30 g cacao in polvere
  • un pizzico di sale

Preparazione:

Sostanzialmente il segreto della buona riuscita di questa crema spalmabile sta nel tostare e soprattutto nel frullare bene le nocciole nel frullatore, è necessario ottenere una consistenza pastosa e senza grumi per poi avere una texture omogenea & vellutata. Prendete le nocciole, che devono essere necessariamente già pulite e senza pellicine, riponetele su una teglia rivestita di carta forno e tostatele per circa 8/10 minuti ad una temperatura medio alta ma non troppo per evitare che si brucino. Io ho provato anche con le nocciole già tostate ed il risultato è stato ottimo anche in quel caso. Dopo di chè, lasciatele  intiepidire e versatele nel frullatore. Se avete comprato le nocciole già tostate saltate tutto il passaggio precedente e mettetele direttamente nel frullatore, aggiungete a filo l’olio di arachidi. Continuate a frullare fino a quando non avrete ottenuto un composto cremoso, liscio ed omogeneo. Sciogliete il cioccolato fondente a bagno maria, aggiungetelo nel frullatore e per ultimo anche il cacao ed un pizzico di sale. In questo caso ho utilizzato del cioccolato fondente, ma potete tranquillamente sbizzarrirvi e cambiare ogni volta tipo di cioccolato: al latte, bianco o fondente e scegliere poi la versione che preferite.  Frullate nuovamente ed avrete ottenuto una golosa & sana crema spalmabile homemade. Naturalmente se utilizzerete cioccolato al latte e cacao gluten free e nocciole confezionate in stabilimenti dove, come indicato nella confezione non vengono lavorati prodotti contenenti glutine avrete una crema spalmabile che potranno consumare anche i celiaci o le persone intolleranti.

cremanocc1
nocciole tostate ed olio di arachidi
cremanocciole2
…frullate…frullate….
cremanocciole3
poi cioccolato fondente fuso & cacao
cremanocc5
provatela a colazione o merenda anche sulle fette biscottate fatte in casa

Fette Biscottate homemade

 

Vellutata di carote

…una delicata e dolce vellutata, perfetta anche per aprire una cenetta romantica, la potete tranquillamente preparare durante il pomeriggio e poi riscaldarla al momento: una nota croccante con le mandorle a scaglie tostate et voilà….

carote1

Ingredienti:

  • 500 g carote
  • 1 patata
  • 1 cipolla
  • olio d’oliva qb
  • mandorle in scaglie qb
  • sale & pepe qb

carote

Preparazione:

Pelate le carote e tagliatele a pezzi, mettele a cuocere in una casseruola con circa 1 litro di acqua. Sbucciate la cipolla e la patata, tagliatele a pezzi ed aggiungetele nella casseruola con le carote. Portate a bollore e fate cuocere per circa 20 minuti. A questo punto frullate il tutto con il mixer ad immersione. Aggiustate di sale & pepe. Servite la vellutata calda con un filo di olio a crudo e con le mandorle in scaglie che avrete fatto velocemente saltare in una padellina antiaderente per farle tostare. Se vi piace potete aggiungere qualche fogliolina di timo fresco. Provate anche un altra versione della vellutata di carote sostituendo la patata con dei fagioli cannellini, in tal caso un barattolo di fagioli sarà sufficiente, e li dovrete aggiungere a fine cottura,prima di frullare le verdure.

Patate Americane al forno

le patate dolci, conosciute anche come patate americane, sono dei tuberi  ricchi di carotenoidi (da qui il colore arancio) e vitamine: in particolare vit. C e A, quindi con effetti antiossidanti…nonostante il nome: patate dolci, rispetto a quelle bianche, hanno un indice glicemico più basso, che dal punto di vista nutrizionale è un aspetto positivo, e se associato ad un maggiore contenuto di fibre e un apporto di calorie minore, le fa risultare sicuramente più “dietetiche”… Come cuocere le patate dolci?? Io sicuramente le preferisco al forno, semplicemente insaporite con sale, pepe, rosmarino ed olio. Oppure possono essere bollite in acqua fredda e non salata e poi condite una volta cotte. Certamente possono essere anche fritte e naturalmente possono essere anche utilizzate come ingrediente nelle zuppe, minestroni, vellutate… Cucinate al forno possono diventare un contorno molto versatile per secondi di carne o pesce…Le potete arricchire con le spezie che più preferite, perchè il loro gusto dolciastro si presta bene a moltissimi accostamenti di sapori: paprica, cannella, cumino, zenzero…

americanpot1

Ingredienti:

  • 1 kg patate americane
  • olio d’ oliva
  • sale & pepe qb
  • rosmarino qb
  • aglio qb

Preparazioni:

Pelate le patate e tagliatele a fette, a mo’ di bastoncino. Trasferitele su una teglia rivestita di carta forno, versatevi sopra l’ olio e qualche rametto di rosmarino. Salate e pepate. Infornate e cuocete a 180 gradi per circa 30/40 minuti in modalità statica. Se le preferite un pò più croccanti a fine cottura passate alla modalità grill. Sfornate e servite ancora calde. Io spesso le inforno senza aggiungere sale e poi le servo cosparse con un trito di rosmarino, aglio e sale grosso di Cervia. Altre volte me le gusto con della panna acida che ben si sposa con il loro sapore dolciastro.

americanpot2
…tagliate a spicchi
americanpot3
…un pò di olio, rosmarino, sale & pepe

americanpot5

americanpot4
…trito di rosmarino, aglio & sale rosa di Cervia
americanpot7
…panna acida

Trito di rosmarino, aglio & sale rosa di Cervia

Banana Bread vegano & glutenfree

bananabreadvegan6

…devo confessare che ultimamente sono diventata una BananaBreadAddicted un pò per il meraviglioso profumo che esce dal forno mentre lo cucino e poi sicuramente per la consistenza morbida ed un pò umida che lo mantiene buono e gustoso come appena fatto anche per giorni… molto spesso ho apportato modifiche alla mia ricetta originale, a volte aggiungendo frutta secca a volontà, altre cioccolato fondente & pezzettini di pera, frutti rossi & bacche di goji, zenzero in polvere, e a volte anche semi croccanti…oggi ho preparato questo goloso plumcake in versione vegan & senza glutine utilizzando la farina di grano saraceno, che sicuramente ha un sapore forte, ma la presenza della banana mitiga notevolmente e l’ aggiunta delle gocce di cioccolato fondente e delle noci, sapori altrettanto decisi creano un bel mix…

Ingredienti:

  • 4 banane mature
  • 220 g farina di grano saraceno
  • 100 g zucchero di canna
  • 60 ml olio di oliva
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1/2 bustina di lievito
  • un pizzico di sale
  • 100 g noci
  • 100 g gocce cioccolato fondente

bananabreadvegan1

Preparazione:

In una ciotola schiacciate le banane con una forchetta, unite lo zucchero di canna e mescolate. Versate l’ olio ed amalgamate bene il tutto. Unite le farina, il bicarbonato, il lievito ed il pizzico di sale, poi anche la cannella in polvere. Amalgamate bene il tutto ed in ultimo incorporate al composto anche le noci e le gocce di cioccolato fondente. Versate il banana bread in uno stamporettangolare da plumcake ben oliato oppure rivestito con crta forno. Cuocete in forno già caldo a 180 gradi per circa 1 ora.

bananabreadvegan2
…in ultimo incorporate le noci e le gocce di cioccolato fondente
bananabreadvegan8
…infornate a 180 gradi per 1 h

bananabreadvegan7

Torta vegana grano saraceno & pere

perevegan4

perevegan5

…un sapore rustico, quasi antico per una torta vegana & senza glutine, facile & veloce da preparare, con un impasto a base di farina di grano saraceno, aromatizzata alla cannella e con le fette di pera che le conferiscono quell’ umidità necessaria a renderla sembre buona & morbida come il primo giorno…

Ingredienti:

  • 120 g farina di grano saraceno
  • 20 g amido di mais
  • 100 g zucchero di canna
  • 200 ml panna di soia
  • 30 g olio di mais
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 2 pere
  • un pizzico di sale

Preparazione:

In una ciotola montate la panna di soia con lo zucchero di canna, aggiungete un pizzico di sale. Incorporate la farina di grano saraceno, l’ amido di mais e il cremor tartaro setacciati ed amalgamate bene il tutto. Aggiungete la cannella ed in ultimo l ‘olio di mais. Versate tutto il composto in una tortiera rotonda a cerchio apribile che avrete già unto con un filo di olio di semi in precedenza. A questo punto sbucciate le pere e tagliatele a fettine abbastanza sottili e sistematele sopra la superficie della torta. Spolverizzate con dello zucchero di canna ed infornate. Cuocete in modalità statica a 180 gradi per circa 40 minuti in forno già caldo. Sfornate e lasciate raffreddare.

perevegan1
panna di soia & zucchero di canna…
perevegan2
aggiungete le farine, cannella & olio…
perevegan3
decorate con le fette di pera…

Biscotti vegan…miglio & carruba

carrubavegan2

carruba vegan

…la carruba, dai cui semi viene ricavata la farina, ha innumerevoli proprietà benefiche: antiossidanti, ipocolesterolemizzanti & sazianti, ricca di calcio,  ferro, vitamine & fibre; può essere utilizzata nelle preparazioni dolci in sostituzione del cacao ed ha un profumo caratteristico & delizioso…

la farina di miglio è un prodotto integrale ricavato dalla macinazione dei semi del miglio, un cereale glutenfree, simile al frumento ma appunto non contenente glutine, si tratta di una farina cosiddetta antica, ma che fortunatamente negli ultimi tempi fa capolino sugli scaffali dei supermercati…

Ingredienti:

  • 150 g farina di miglio
  • 50 g farina di carruba
  • 50 g amido di mais
  • 20 g farina di riso
  • 140 g zucchero canna
  • 50 g latte di soia
  • 100 g olio di semi
  • 50 g frutti rossi essicati
  • un pizzico sale

Preparazione:

In planetaria o in una ciotola aiutandovi con la frusta, amalgamate l’ olio con lo zucchero di canna. In un’ altra ciotola versate tutte le farine, l’ amido di mais dopo averle setacciate. Unite le farine al composto di olio & zucchero ed aggiungete anche un pizzico di sale e poi il latte di soia. Amalgamate bene il tutto ed in ultimo incorporate i frutti rossi essicati. Per una versione ancora più golosa potete aggiungere anche delle gocce di cioccolato fondente. Ora avrete ottenuto un impasto abbastanza compatto ma che tende a sbriciolarsi facilmente, quindi per poterne ricavare con più facilità dei biscotti, formate un panetto cilindrico, ricopritelo con della pellicola trasparente e trasferitelo in freezer per una mezz’ ora almeno. In questo modo otterrete un impasto più duro che riuscirete a tagliare senza che romperlo. Trascorso il tempo necessario, prendete il panetto e tagliatelo a fette dello spessore di circa 1 cm. Trasferite i biscotti su una teglia rivestita di carta forno e cuocete a 180 gradi in modalità statica per circa 15/20 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.

carrubavegan5

carrubavegan4

 

Zuppa di ceci

…le zuppe calde & fumanti sono uno dei lati positivi di quelle giornate fredde & grigie dell’ inverno…profumano la cucina, colorano la tavola e riscaldano, come direbbe la nonna, non solo la pancia ma anche la testa!!! Effettivamente cosa ci può essere di meglio di una saporita & gustosa zuppa di cereali, legumi o verdure: bella calda, aromatizzata con qualche spezia, magari servita con crostini di pane tostato…quella di oggi ha come protagonisti i ceci, che rappresentano un’ ottima & sana fonte di proteine…

ceci1

Ingredienti:

  • 250 g ceci secchi
  • brodo vegetale qb
  • 150 g sedano, carote & cipolle tritati
  • 60 g passata di pomodoro
  • olio extravergine d’ oliva qb
  • rosmarino qb
  • sale & pepe qb

Preparazione:

Il vantaggio di utilizzare ceci secchi invece che quelli già pronti in scatola sta tutto nel gusto, va da sè che nel caso di quelli secchi è necessario considerare il tempo di ammollo e quindi non si può improvvisare una zuppa in poco tempo. Io metto sempre in ammollo i ceci in acqua fredda la sera precedente, e poi il mattino seguente li utilizzo. Non aggiungo il bicarbonato nell’ acqua di ammollo perchè tende ad impoverire i legumi alterando le qualità nutrizionali. Quindi mettete i ceci in ammollo e trascorso il tempo necessario scolateli e sciacquateli. Preparate un soffritto con un gambo di sedano, una carota e mezza cipolla (se preferite potete sostituire la cipolla con un porro, per un sapore più delicato) tritati e aggiungete, in una casseruola abbastanza capiente, 2/3 cucchiai di olio. Fate soffriggere per qualche minuto, quando inizierà a dorarsi aggiungete i ceci scolati e lavati, lasciate rosolare per qualche altro minuto e poi aggiungete il brodo vegetale fino a coprire tutti i legumi. Lasciate cuocere per almeno un paio d’ ore, aggiungendo di tanto in tanto altro brodo vegetale ogni volta che la zuppa tenderà a restringere. Aggiungete un mazzetto di erbe aromatiche: come rosmarino, alloro, salvia… che poi toglierete a fine cottura. Mescolate di tano in tanto per evitare che si attacchi sul fondo. A metà cottura incorporate alla zuppa anche la passata di pomodoro. Aggiustate di sale & pepe. Servite la zuppa di ceci bella calda con un filo di olio a crudo.

ceci2
…una notte in ammollo…
ceci3
…rosolate i ceci con il soffritto…poi aggiungete il brodo vegetale…
ceci4
…un mazzetto di erbe aromatiche…
ceci5
…a metà cottura aggiungete la passata…
ceci6
…un filo di olio a crudo ed è pronta…

Vellutata di cavolo viola

…è proprio vero: una vellutata tira l’ altra!!!! Quando inizio a prepararle poi non smetto più ed ogni giorno utilizzo una verdura diversa, naturalmente di stagione, a Km zero, delle campagne circostanti, colorata, ricca di antiossidanti come quelli contenuti nel cavolo viola: antociani & carotenoidi, come tutte le altre verdure e frutti di colore violetto….

cavoloviolavell4

Ingredienti:

  • 1 cavolo viola
  • brodo vegetale qb
  • 1 scalogno
  • olio qb
  • sale e pepe qb
  • parmigiano qb

Preparazione:

Tritate lo scalogno e fatelo appassire con un pò di olio. Intanto tagliate il cavolo viola a fette abbastanza sottili (in questo modo la cottura sarà più veloce e si perderanno meno nutrienti e vitamine.) Una volta appassito lo scalogno aggiungete nel tegame anche il cavolo già tagliato. Fate rosolare per qualche minuto e poi continuate a cuocere aggiungendo il brodo vegetale. Sfumate con il brodo finchè il cavolo non sì sarà sufficientemente ammorbidito. Ora con il frullatore ad immersione frullate il tutto fino ad ottenere una crema vellutata. Se vi sembrerà troppo compatta potrete aggiungere ancora un pò di brodo vegetale. Aggiustate di sale e pepe e servite la vellutata calda. Conditela con un filo di olio a crudo e del parmigiano. Per renderla ancora più appetitosa potete aggiungere una parte croccante in contrasto: perfetti dei crostini di pane aromatizzati con uno spicchio di aglio, oggi avevo i minuti contati e non riuscendo a preparare i crostini ho optato per delle pagnottine già pronte di pane ai cereali con semi croccanti.

cavoloviolavell3

 

Vellutata di finocchio

…una vellutata leggerissima, sana, semplice & veloce da realizzare… ideale per “depurarsi” dopo i bagordi delle feste… cremosa & vellutata…

finocchi
finocchi, mandorle & sale rosa di Cervia

Ingredienti:

  • 2 finocchi
  • 1 spicchio di aglio
  • olio d’oliva
  • sale qb
  • 50 g mandorle

Preparazione:

Lavate i finocchi per eliminare ogni residuo di terra, togliete le foglie esterne e le estremità verdi. Tagliateli a fette abbastanza sottili: in modo da velocizzare la cottura e quindi ridurre la perdita di quei nutrienti & vitamine che andrebbero persi con una cottura prolungata. In una casseruola fate soffriggere uno spicchio di aglio con un pò di olio, poi aggiungete i finocchi tagliati a fette e lasciate rosolare per qualche minuto. Aggiungete l’acqua e continuate a cuocere finchè i finocchi non si saranno ammorbiditi. Ora frullate il tutto con un frullatore ad immersione. Aggiustate di sale & pepe. Fate tostare delle mandorle a scaglie in una padellina antiaderente. Servite calda con un filo di olio a crudo e con le mandorle tostate.

finocchi2
mandorle a scaglie tostate….oppure crostini di pane, parmigiano o panna acida…..

Caserecce con cavolfiore viola & zucca

….quando fuori piove, o il cielo è grigio e nuvoloso non ci rimane che colorare un pò la tavola: e quale occasione migliore per portare a pranzo verdure sane e ricche di antiossidanti, in particolare il potere salutistico del cavolo viola è da attribuire alla presenza di carotenoidi ed antociani. Purtroppo una lunga cottura tende  a sbiadire la bellissima colorazione, ma soprattutto porta ad inibire l’attività enzimatica dei nutrienti, quindi ho optato per una veloce rosolatura in padella con un filo di olio….

cavoloviola5
bellissimo da vedere & sano da mangiare

 

Ingredienti:

  • 200 g cavolfiore viola
  • 100 g zucca
  • olio evo qb
  • sale & pepe qb
  • 1 spicchio aglio
  • rosmarino qb
  • 200 g caserecce
  • parmigiano (facoltativo)

Preparazione:

Prendete il cavolo, tagliatelo a piccoli pezzi, così il tempo di cottura necessario sarà minore. Rimuovete buccia, semi e filamenti dalla zucca e tagliatela a piccoli pezzetti. Fate saltare in padella sia il cavolo che la zucca con un pò di olio ed uno spicchio di aglio. Intanto cuocete le caserecce in abbondante acqua salata. Se non vi piace il cavolfiore troppo croccante potete aggiungere in padella un mestolo di acqua per la  cottura della pasta e stufare il cavolfiore per farlo intenerire di più. Scolate la pasta al dente e fatela saltare in padella con cavolfiore & zucca. Aggiustate di sale & pepe. Servite con parmigiano oppure semplicemente con un filo di olio a crudo e qualche rametto di rosmarino.

cavoloviola7

cavoloviola9
in uscita: parmigiano, un filo d’olio & rosmarino