Cous cous alle verdure

IMG_20170721_122756

IMG_20170721_122948

…un piatto dagli aromi e profumi della cucina africana, qualche spezia per impreziosire i sapori e verdure colorate, perfetto anche come primo in sostituzione della pasta, leggero ma gustoso, lo potete accompagnare anche con le salsine che preferite, ideale anche da portare in vasetto per la pausa pranzo al lavoro: lo potete tranquillamente preparare anche la sera prima…

IMG_20170721_122839

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 250 g cous cous precotto
  • 250 ml acqua
  • 2 cucchiai olio d’oliva
  • sale & pepe qb
  • 200 g pomodorini rossi
  • 200 g pomodorini gialli
  • 50 g fagiolini
  • timo qb
  • 1 cucchiaino di curcuma
IMG_20170721_123257
pomodorini gialli & rossi aromatizzati con timo & rosmarino

Preparazione:

Iniziate dalle verdure: lessate i fagiolini, dopo aver eliminato le 2 estremità. Lavate i pomodorini e trasferiteli interi in una teglia rivestita di carta forno, conditeli con sale & pepe, se preferite anche qualche spezia, oppure per un sapore più originale, cospargete anche con dello zucchero a velo. Infornate e cuocete per circa 30/40 minuti a 100 gradi. Non è necessario un tempo ed una temperatura elevata perchè devono rimanere interi. Intanto preparate il cous cous: io ho utilizzato quello precotto perchè di più veloce e pratica preparazione. Versate il cous cous in una ciotola capiente, condite con un cucchiaino di curcuma che ci regalerà una nota aromatica più speziata ed un bellissimo colore dorato. Aggiungete 2 cucchiai di olio ed amlgamate bene il tutto. Ora versate l’ acqua calda salata che dovrà coprire tutto il cous cous. Coprite con della pellicola trasparente e lasciate a riposare per qualche minuto. Trascorso il tempo necessario, il cous cous è pronto per essere sgranato: con una forchetta iniziate a separare delicatamente i chicchi. A questo punto non vi rimane che impiattare: utilizzate metà piatto per sistemare i pomodorini, nell’ altra metà versate il cous cous ed al centro posizionate qualche fagiolino. Decorate e condite con delle foglioline di timo fresche.

IMG_20170721_122849

IMG_20170721_122820

IMG_20170721_122957

IMG_20170721_123223

Vellutata di Zucchine & Menta

zucchineementa4

zucchineementa5

…una vellutata in estate??? non sono pazza!!! Si tratta di una vellutata fresca e leggera, che potete preparare anche con anticipo e poi riporre in frigorifero… Se la servite in vasetti di vetro monoporzione può diventare un originale e freschissimo antipasto per una cena appunto estiva… Io in questo caso ho utilizzato dello yogurt bianco naturale, provate anche dello yogurt greco, davvero delicato, che vi regalerà una texture un poco più compatta: la potrete anche utilizzare per condire un primo di pasta!!!

zucchineementa8

zucchineementa9

Ingrediente: (per 4 persone)

  • 4 zucchine verdi
  • mezza cipolla
  • qualche foglia di menta
  • 2 vasetti yogurt naturale (non zuccherato)
  • olio d’oliva
  • sale & pepe

zucchineementa1

zucchineementa2

Preparazione:

Tagliate a fettine sottili la cipolla e fatela imbiondire in poco olio. Aggiungete poi le zucchine tagliate a fette, dopo averle ben lavate. Lasciate insaporire per qualche minuto poi ricoprite il tutto con acqua o meglio ancora brodo vegetale. Lasciate sul fuoco fino a quando le zucchine non si saranno cotte. Aggiustate di sale & pepe. Trasferite il tutto nel mixer oppure nel frullatore ed aggiungete anche le foglie di menta, azionate fino a quando non avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo. A questo punto versate anche lo yogurt ed incorporatelo con la vellutata. Lasciate raffreddare. Trasferite in frigorifero per qualche ora e poi servite con una fogliolina di menta.

zucchineementa6

zucchineementa7

Pomodorini Confit

pomodoriniconfit4

pomodoriniconfit6

 

Ingredienti:

  • pomodorini ciliegini o datterini ben maturi
  • zucchero qb
  • sale qb
  • origano qb
  • timo qb
  • rosmarino qb

pomodoriniconfit5

Preparazione:

Lavate bene i pomodorini e tamponateli con della carta assorbente. Tagliateli a metà e sistemateli su una teglia rivestita di carta forno, avendo cura di posizionarli tutti con il lato tagliato rivolto verso l’alto. Cospargete tutti i pomodorini con dello zucchero e poi con un pizzico di sale. Cospargete anche con l’origano ed altre spezie fresche, quelle che preferite. Infornate a 140/150 gradi, meglio se in modalità ventilata. Cuocete per 1 h e mezza o 2, naturalmente il tempo di cottura varia un poco in base alla dimensione dei pomodorini, più piccoli saranno e più in fretta si cuoceranno. Sfornate e lasciateli raffreddare. Potete utilizzarli un pò dovunque, nei vostri piatti, sulla pasta, su focacce e pizze, per arricchire insalate, per farcire panini….. Se ne preparate in quantità, potete trasferirli in un vasetto di vetro ed aggiungere dell’olio, in questo modo poterete conservarli in frigorifero anche per qualche giorno.

pomodoriniconfit1
…pronti per essere infornati

pomodoriniconfit2

Vellutata di Barbabietola

barbabietola1
le barbabietole rosse sono ricche di antiossidanti ed hanno proprietà depurative e disintossicanti

barbabietola4

barbabietola2

Ingredienti:

  • 2 barbabietole rosse
  • 1 patata
  • brodo vegetale qb
  • 1 scalogno
  • olio qb
  • sale e pepe qb

Preparazione:

Tritate lo scalogno e fatelo appassire con un pò di olio. Intanto preparate le barbabietole e la patata: sbucciatele e tagliatele a tocchetti. Una volta appassito lo scalogno aggiungete nel tegame anche i tuberi già tagliati. Fate rosolare per qualche minuto e poi continuate a cuocere aggiungendo il brodo vegetale. Sfumate con il brodo finchè la polpa di barbabietola e patate non si sarà sufficientemente ammorbidita. Ora con il frullatore ad immersione frullate il tutto fino ad ottenere una crema vellutata. Se vi sembrerà troppo compatta potrete aggiungere ancora un pò di brodo vegetale. Aggiustate di sale e pepe e servite la vellutata calda. Per renderla ancora più appetitosa aggiungete una parte croccante in contrasto: perfetti dei crostini di pane aromatizzati con uno spicchio di aglio oppure della polenta tagliata a tocchetti saltata in padella.

barbabietola3
un colore irresistibile ed intenso…un sapore morbido e dolce…

Con questa ricetta partecipo al contest “In forma con gusto” di Una Famiglia in Cucina

http://unafamigliaincucina.it/

Risultati immagini per banner contest in forma con gusto

Pesto di fave

…un pesto alternativo ma buonissimo, preparato con le fave di stagione, mandorle e pecorino, aromatizzato con qualche foglia di menta per renderlo ancora più fresco…a tutto “green” !!!! le fave sono legumi ricchi di proteine e fibre, poveri di grassi e ricchi di sali minerali.. un pieno di salute e vitamine!!! E’ importante consumarle in questo periodo, ora che si trovano fresche di stagione, a km 0…si tratta di un pesto molto gustoso che ben si adatta anche con la pasta integrale un poco più rustica, ma è buonissimo anche spalmato sul pane!!! provatelo!!! La frutta secca poi, in questo caso le mandorle, è ricchissima di nutrienti, acidi grassi essenziali, proteine vegetali, vitamina E, sali minerali e fitosteroli…insomma una miniera di sostanze nutritive benefiche!!! Senza contare il gusto ed il sapore che ben si sposa anche accostato come in questo caso ad un primo piatto!!! Ho scelto per questa ricetta le mandorle, che sono meno grasse delle noci ad esempio e che hanno un sapore più delicato, le ho utilizzate tritate all’interno del pesto e in scaglie come decorazione finale…

pestofave3

pestofave4

Ingredienti: (per 4 persone)

  • 320 g spaghetti al farro
  • 1 kg di fave fresche
  • 40 g di pecorino già grattugiato
  • 40 g di mandorle
  • 1 spicchio di aglio
  •  foglie di menta qb
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb

Preparazione:

Prendete le fave e sgranatele dal bacello. Sbollentatele per almeno 5 minuti in abbondante acqua salata. Passatele velocemente sotto l’acqua corrente fredda e lasciatele un poco a scolare. Quando si tratta di preparare un pesto l’ideale sarebbe utilizzare il mortaio: provate e vi stupirete di quanto i sapori ed i profumi saranno più intensi!!! E’ naturale che per questioni di praticità e di tempo si utilizzi il mixer: in questo caso allora, utilizzate una velocità ridotta ed interrompete di tanto in tanto per cercare di evitare l’ossidazione degli ingredienti dovuta al surriscaldamento delle lame. Se utilizzate il mixer versatevi le fave (io ne mantengo una manciata da parte da aggiungere poi in ultimo sulla pasta assieme al pesto), le foglioline di menta già lavate (circa una decina), 1 spicchio di aglio, le mandorle ed a filo l’olio d’oliva in modo da ottenere la consistenza desiderata, azionate a velocità bassa ed intorrempetevi di tanto in tanto. Aggiungete anche il pecorino. Aggiustate di sale e pepe, anche se utilizzando il pecorino, un formaggio molto saporito, non è quasi necessaria l’aggiunta del sale. Amalgamate bene il tutto. Se utilizzate il mortaio armatevi di pazienza ed iniziate con il pestello lentamente a schiacciare tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto cremoso. Cuocete gli spaghetti al farro in abbondante acqua salata. Scolateli e conditeli subito con il pesto. Aggiungete anche le fave che avete mantenuto intere. Servite gli spaghetti con un filo di olio a crudo.

pestofave4

pestofave5

pestofave6

pestofave8

Con questa ricetta partecipo al contest “Noci, nocciole & frutta secca” del blog “lastufaeconomica”

Settimo contest:” NOCI, NOCCIOLE & frutta secca “

Pasta sfoglia con asparagi uova & pancetta

…ho cercato di racchiudere in una sola pasta sfoglia tutti gli ingredienti preferiti di mio marito (naturalmente in versione gluten free, per lui): gli asparagi freschi di stagione, le uova & la pancetta!!! Si tratta di una torta salata molto appetitosa, che può tranquillamente considerarsi piatto unico, è buona anche da fredda quindi può anche essere utilizzata come pranzo fuori casa, io ho utilizzato una pasta sfoglia gluten free rotonda ma se la utilizzate rettangolare poi vi risulterà ancora più facile, tagliarla in tanti quadrati e poi trasportarla, magari al lavoro  in una lunch box….

asparagisfoglia9

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rotonda (io ho optato per la versione gluten free)
  • 1 mazzo di asparagi freschi
  • 100 g pancetta tagliata sottile
  • 4 uova
  • 150 g formaggio spalmabile
  • 1 mazzetto di erbe di campo
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb

Preparazione:

Iniziate con gli asparagi: lavateli con cura ed eliminate la parte più bianca e dura del gambo. Lessateli in abbondante acqua salata. Srotolate la pasta sfoglia e trasferitela con la sua carta forno in una teglia. Bucherellata con una forchetta il fondo. Stendete su tutta la superficie uno strato di formaggio spalmabile. Togliete dal fuoco gli asparagi quando saranno ancora un pò croccanti considerato che poi ci sarà anche la cottura in forno. Lasciateli scolare bene. Arrotolate la pancetta in almeno la metà degli asparagi e posizionateli in maniera alternata sopra lo strato di formaggio che avete spalmato sulla sfoglia. Aggiungete qualche foglia di erba di campo fra gli asparagi (se non le trovate al supermercato potete anche optare per qualche foglia di radicchio rosso oppure qualche fetta di cipolla tagliate sottili). Condite con un filo di olio. Ora non manca che aprire le uova direttamente sopra la torta salata, cercate di posizionarle in 4 parti diverse. Condite le uova con un pizzico di sale e pepe. Infornate in forno già caldo, in modalità statica per 15/20 minuti a 180 gradi.

asparagisfoglia1
lessate gli asparagi…io utilizzo la mia comodissima asparagera delle Pentole Agnelli
asparagisfoglia2
srotolate la sfoglia…
asparagisfoglia3
bucherellate il fondo e spalmate il formaggio…
asparagisfoglia4
sistemate gli asparagi sopra al formaggio: alcuni arrotolateli nella pancetta…
asparagisfoglia5
fra gli asparagi posizionate anche le foglie di erbe di campo…
asparagisfoglia11
sgusciate le uova direttamente sulla torta salata…

asparagisfoglia8

asparagisfoglia6

Melanzane ripiene

…e mulignane ‘mbuttunate…

si tratta di un contorno totalmente vegan, in cui ho accostato dei tipici sapori mediterranei: melanzane, pomodorini, basilico, fragranze & colori che mi ricordano le vacanze estive che solitamente passiamo  a Napoli ed altri sapori che invece io associo alle mie campagne romagnole come i funghi, il cavolo, l’accostamento zucca e patate e per finire un tocco esotico con l’avocado. Ho utilizzato per la farcia, oltre a tante verdure gustose e colorate un altro ingrediente che di frequente si utilizza nella cucina partenopea: il grano, proprio quello che si usa per la preparazione della pastiera, perfetto in questo caso anche per una ricetta salata!!

mulignane4

Ingredienti:

  • 4 melanzane
  • 1 confezione grano precotto per pastiera
  • 200 g funghi misti
  • 1 patata
  • 100 g zucca
  • 200 g cavolo viola
  • mezza cipolla rossa
  • 100 g pomodorini
  • mezzo avocado
  • olio d’oliva qb
  • sale e pepe qb
  • 1 spicchio d’aglio
  • erbe aromatiche (prezzemolo,basilico,rosmarino)
  • peperoncino

Preparazione:

Iniziate con le melanzane: lavatele, tagliate il gambo e tagliatele a metà nel senso della loro lunghezza. Scavate un poco al loro interno per rimuovere la polpa e creare lo spazio per inserire il ripieno. Non gettate la polpa ma riponetela in un colino per perdere la polpa in eccesso. Sistemate le melanzane in un piatto e salatele in superficie. Prendete la polpa e tagliatela a dadini, trasferitela in una padellina e fatela rosolare con un filo di olio ed 1 spicchio di  aglio. Aggiungete anche il grano precotto, mescolate e aggiustate di sale e pepe. Mantenete sul fuoco fino a quando la polpa di melanzana non sarà cotta. A questo punto trasferite le melanzane su di una teglia rivestita di carta forno, passate sulla polpa, al loro interno 1 spicchio di aglio per aromatizzarle leggermente. Versate al loro interno la farcia di polpa e grano saraceno appena preparata. Ora non vi rimane che dedicarvi alle verdure: sbucciate e tagliate a listarelle sottili la zucca e la patata, sistematele sopra al ripieno di 2 melanzane cercando comunque di incorporarle un poco alla farcia per amalgamare meglio i sapori. Pulite i funghi e tagliateli a fettine sottili, sistemateli sopra al ripieno di altre 2 melanzane. Tagliate il cavolo, solo le cimette e mezza cipolla a fettine sottili, sistemateli sopra ad altre 2 melanzane. Rimangono solo i pomodorini: lavateli e tagliateli a metà, poggiateli sulle ultime 2 melanzane rimaste. Queste ultime 2 poi si finiranno di farcire con alcune fettine di avocado e qualche foglia di basilico dopo la cottura. Condite con un filo di olio, sale e pepe. Aggiungete un pò di prezzemolo tritato sui funghi, qualche rametto di rosmarino sopra zucca e patate. Se vi piace aggiungete anche un pò di peperoncino piccante. Infornate in forno già caldo, modalità statica, a 180 gradi per circa 30 minuti. Sfornate e decorate con qualche foglia di basilico e le fettine di avocado sulle melanzane con i pomodorini. Potete scegliere di servirle ancora calde oppure anche fredde in occasione di aperitivi e brunch.

mulignane1
fate rosolare la polpa delle melanzane…
mulignane2
…aggiungete il grano precotto
mulignane3
…sopra la farcia di grano sistemate le verdure

Farfalle Primavera

farfalleprimavera11

…finalmente è arrivata la primavera, cosa c’è di meglio allora che portarla in tavola con un primo ricco di primizie fresche direttamente dall’orto, una pasta colorata, allegra & gustosa, ma anche molto leggera e sana…ho scelto le farfalle perchè come dicono le mie bambine a primavera quale pasta più indicata!!!!! Ed ho utilizzato tutte le verdure di stagione più colorate che ho trovato sul banco del frutta e verdura: gli asparagi e i carciofi, i piselli, le carote, la cipolla ed una manciata di pomodorini…naturalmente voi potete fare qualche piccola modifica in base ai vostri gusti e a quello che trovate di più fresco: potete aggiungere ad esempio le fave o i porri e servire con qualche fogliolina di erbe aromatiche, come il timo oppure il basilico…..

farfalleprimavera10

Ingredienti:

  • 400 g farfalle
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 100 g pomodorini
  • 100 g spinaci
  • 2 carciofi
  • 50 g cavolo giallo
  • olio d’oliva qb
  • sale & pepe qb
  • parmigiano qb
  • panna liquida qb (opzionale)

farfalleprimavera1

Preparazione:

Pulite e lavate tutta la verdura fresca, io per praticità faccio sbollentare prima le verdure che hanno una cottura più lunga come gli asparagi, i carciofi, le carote ed il cavolo. Quindi lavo gli asparagi e le carote e li faccio sbollentare in abbondante acqua salata, aggiungo anche il cavolo tagliato a pezzi ed i carciofi a cui ho rimosso le foglie più esterne e le estremità più dure. Intanto in una padella faccio appassire la cipolla tagliata fine con un pò di olio, quando sarà rosolata aggiungo i pisellini e i pomodorini (se sono abbastanza piccoli io li lascio interi). Dopo aver sbollentato per 5/10 minuti le altre verdure le faccio scolare e poi le aggiungo in padella. Naturalmente dovrete tagliare gli asparagi e le carote. Ora non rimane che cuocere la pasta. Scolatela al dente e fatela saltare in padella con tutte le verdure. Aggiustate di sale e pepe. Se volete potete aggiungere un pò di panna liquida per legare al meglio il condimento. Servite le farfalle con un filo di olio a crudo e un pò di parmigiano. Se gradite aromatizzate con qualche fogliolina di timo oppure di basilico.

farfalleprimavera2
fate sbollentare asparagi, carciofi, carote e cavolo…
farfalleprimavera3
fate saltare le verdure in padella…
farfalleprimavera4
anche quelle che avete fatto sbollentare…
farfalleprimavera6
se volete saltate con un pò di panna liquida…
farfalleprimavera9
servite con parmigiano

Carciofini sott’olio

…primavera: tempo di carciofi!!! Se ne trovano in grande quantità sui banchi dei frutta & verdura, freschi, a km 0, provenienti in questo periodo dell’anno dalle campagne circostanti; approfittiamone quindi per comprarli & cucinarli ora che sono di stagione…si tratta di ortaggi ricchi di vitamine e sali minerali, dalle molteplici virtù: prima fra tutte quella depurativa…è il momento di giusto, anche perchè ora costano relativamente poco, per farne una scorta e conservarli sott’olio in dispensa!!! Aromatizzati con aglio & prezzemolo!!!

carciofisottolio4

carciofisottolio9

Ingredienti:

  • 2 kg di carciofini
  • 1 lt acqua
  • 1 lt aceto di vino bianco
  • 1 limone
  • sale grosso qb
  • aglio qb
  • prezzemolo qb
  • peperoncino qb (opzionale)
  • olio extravergine d’oliva qb

carciofi1

carciofi2

Preparazione:

Naturalmente iniziate con il pulire i carciofi: eliminate le foglie esterne più scure e dure, tagliate le altre foglie a metà altezza sempre per eliminare la parte più dura, ed eliminate anche la parte esterna più dura alla base del gambo. Purtroppo il carciofo è una di quelle verdure la cui parte da scartare è quasi maggiore rispetto alla parte  da utilizzare. In questo modo avrete ottenuto dei cuori di carciofo, la porzione più tenera. Metteteli a bagno in un recipiente con abbondante acqua fredda, il succo di un limone ed un pò di sale, per almeno un paio d’ore. Trascorso il tempo necessario potete scolare i cuori di carciofo. Intanto mettete sul fuoco una pentola in cui avrete già versato 1 lt d’acqua ed 1 lt di aceto di vino. Quando arriverà al bollore trasferite i carciofini nella pentola e fateli cuocere per almeno 10 minuti. A questo punto scolateli nuovamente e metteteli a scolare e raffreddare sopra ad un canovaccio. Sistemateli con il gambo rivolto verso l’alto in modo che non rimanga del liquido di cottura al centro dei carciofini. Lasciateli a scolare anche 1 giorno o 1 notte intera. Nel frattempo potete sterilizzare i vasetti in cui andrete a riporre i carciofini. Trascorso il tempo necessario prendete i carciofini e sistemateli all’interno dei vostri vasetti, fra uno strato e l’altro di carciofini inserite qualche fettina di aglio, un pò di prezzemolo tritato, se vi piace il piccante anche qualche pezzetto di peperoncino oppure potete aromatizzare con dei semi di finocchio….. A questo punto dovete solo versare l’olio fino a coprire interamente tutto il contenuto del vasetto. Anche riguardo l’olio da utilizzare potete decidere voi in base alle vostre preferenze: se utilizzate quello di oliva otterrete un gusto più deciso, se utilizzate un olio di semi avrete un gusto più delicato, potete anche decidere di utilizzare entrambi gli oli in parti uguali per ottenere un effetto intermedio. Una volta riempiti con l’olio, chiudete i vasetti e conservateli in dispensa (luogo buio e asciutto) lasciate passare almeno 1 settimana prima di consumarli per godere di un buon risultato. Se decidete di conservare i carciofini e consumarli a distanza di molto tempo potete sterilizzare i vasetti già completi: sistemateli in una pentola e riempitela di acqua. Per evitare che i vasetti si rompano, urtandosi durante la bollitura avvolgete ogni vasetto in un canovaccio. Da quando l’acqua arriverà al bollore contate 20 minuti, poi spegnete il fuoco. Estraete dalla pentola i vasetti solo dopo che l’acqua si sarà raffreddata. Conservate in dispensa (luogo buio e asciutto).

carciofisottolio8
dopo averli puliti e mantenuti in acqua & limone, scolate i carciofi
carciofisottolio1
dopo averli cotti in acqua & aceto metteteli a scolare capovolti
carciofisottolio2
preparatevi aglio & prezzemolo
carciofisottolio3
infine riempite il vasetto di olio

carciofisottolio10

carciofisottolio6
utilizzate coperchi a chiusura ermetica & vasetti già sterilizzati
carciofisottolio7
aspettate almeno una decina di giorni prima di consumare i carciofini

Zuppa di riso lenticchie & bietole

…cosa c’è di meglio di una zuppa fumante in una grigia giornata nebbiosa??? C’è solo l’imbarazzo nella scelta fra cereali & legumi, certe volte invece mi capita che oltre alla fantasia ed alla voglia di sperimentare sempre nuovi accostamenti, vinca invece la pigrizia di non uscire di casa, quindi apro la dispensa ed il frigorifero e scelgo di utilizzare proprio quello che ho già in casa, ma devo ammettere che in molti casi il risultato è vincente…questo è uno di quei casi: in dispensa una confezione a metà di riso ntegrale e delle lenticchie verdi e rosse decorticate, nel frigorifero delle bellissime bietole colorate, che è quasi un peccato utilizzare, ma ancora più peccato invece non utilizzare!!! Qualche pomodorino ….E questo è il mio consiglio: provate sempre a sperimentare ed utilizzare quello che avete in casa, perchè è bello e dà soddisfazione e soprattutto in questo modo  eviterete gli sprechi e potrete riciclare gli avanzi…

bietole8

Ingredienti:

  • 200 g fra riso e lenticchie
  • 1/2 mazzetti di bietola
  • qualche pomodorino
  • aglio qb
  • sale & pepe qb
  • olio extravergine d’oliva qb
  • brodo vegetale qb

bietole3bietole4

Preparazione:

Iniziate con le verdure, lavate bene la bietola e tagliatela grossolanamente, lavate anche i pomodorini e tagliateli a metà. In una casseruola fate rosolare qualche spicchio di aglio con un filo di olio. Versate il riso e le lenticchie e fate tostare per qualche minuto. Mescolate. Aggiungete tanto brodo vegetale quanto basta per ricoprire il tutto. Versate anche i pomodorini e le bietole. Mescolate bene il tutto e cuocete a fiamma bassa. Aggiustate di sale e pepe. Se in cottura la zuppa si restringerà troppo aggiungete altro brodo vegetale. Servite calda fumante con un filo di olio a crudo, anche piccante se preferite. Potete anche aggiungere del parmigiano. Oppure servite con qualche fetta di pane tostato aromatizzato con uno spicchio di aglio.

bietole5
riso & lenticchie a tostare per qualche minuto
bietole6
pomodorini & bietole