Focacce d’ Autunno

IMG_20170904_175047
…uva & rosmarino…
IMG_20170904_175525
…fichi & pancetta…
IMG_20170904_175814
…susine & speck…

IMG_20170904_180726

…se partiamo da una ricetta base, semplice e veloce per preparare una focaccia fatta in casa, gustosa da mangiare al posto del pane oppure per una merenda, uno spuntino fuori casa o perchè no anche in occasione di un aperitivo o una cena speciale, perchè non arricchirla con originalità ed utilizzare prodotti di stagione?? ecco alcune idee per preparare gustose e golose focacce autunnali che ho farcito utilizzando appunto ingredienti di stagione come uva, susine e fichi, li ho accostati ad altri più salati per un risultato sorprendente e piacevole…

IMG_20170904_180611

IMG_20170904_175152

IMG_20170904_175533

IMG_20170904_175821

Ingredienti:

…per le focacce….

  • 250 g farina manitoba
  • 250 g farina 00
  • 400 ml acqua
  • 25 g lievito di birra
  • 6 g zucchero semolato
  • 50 g olio d’oliva
  • 1 cucchiaio sale

…per il condimento…

  • 100 g uva nera matura
  • rosmarino fresco qb
  • 100 g susine
  • 50 g speck
  • 100 g fichi maturi
  • 50 g pancetta
  • sale grosso qb
IMG_20170904_175954
colori, sapori & profumi d’autunno: fichi, susine, uva

IMG_20170904_180636

Preparazione:

In una ciotola versate 400 ml di acqua, meglio se tiepida per facilitare lo scioglimento del lievito di birra. Aggiungete quindi il lievito: io utilizzo quello solido in panettini, lo sbriciolo leggermente e lo verso nell’acqua tiepida. Mescolate ed una volta sciolto tutto il lievito versate anche 1 cucchiaio di zucchero ed a filo l’olio d’oliva. A questo punto iniziate ad incorporare anche le farine, già setacciate, poco per volta. Continuate sempre a mescolare. Una volta finito con le farine non vi resta che aggiungere anche il cucchiaio di sale. Lavorate ancora un poco fino ad ottenere un impasto appiccicoso ed elastico. Mantenetelo nella ciotola e copritelo con la pellicola trasparente, lasciatelo a lievitare per un paio d’ore. Trascorso il tempo necessario vedrete che l’impasto sarà perlomeno raddoppiato di volume. A questo punto lo potrete stendere sulle teglie per la seconda lievitazione. Ungete con un pò di olio le teglie che volete utilizzare, ungetevi anche le dita perchè così sarà più facile anche maneggiare l’impasto. Io ho utilizzato delle teglie tonde, ma senza problemi potrete preparare le focacce con una forma rettangolare o quadrata. Dividete l’impasto in diversi panetti e stendetelo con le mani fino a ricoprire l’intera superficie di ogni teglia. Lasciate riposare per altri 30 minuti per la seconda lievitazione. Trascorsa mezz’ora, farcite la superficie di ogni focaccia con gli ingredienti che preferite: io ho utilizzato chicchi di uva nera matura e rosmarino per una focaccia, in un’altra ho utilizzato fichi maturi tagliati a spicchi e fette di pancetta e nell’ultima susine tagliate a spicchi e fette di speck. Naturalmente ho cosparso la superficie con un pò di sale grosso: io utilizzo quello rosa di Cervia, piacevolissimo al gusto per la sua delicatezza, e un filo di olio d’oliva. Infornate, e cuocete in modalità statica a 200/220 gradi per circa 20 minuti in forno preriscaldato. Controllate spesso versofine cottura e sfornate non appena vedrete diventare dorati i bordi. Servite le focacce appena sfornate oppure preparatele in anticipo e tagliatele aspicchi o quadratini perchè sono buone anche fredde.

IMG_20170904_180556

IMG_20170904_175105

IMG_20170904_175517

IMG_20170904_180651

Pane ai cereali & uva

….il sole non è più così alto, l’aria del mattino frizzante….nuovi colori & sapori fanno capolino in campagna….l’uva, prima fra tutti, potete portarla in tavola anche nel pane….

paneuva3
ancora si può pranzare all’aperto …..una fetta di pane ai cereali & uva: una ricarica di energia!!!!

Ingredienti:

  • 300 g farina manitoba
  • 150 g farina di farro
  • 150 g farina integrale
  • 400 ml acqua
  • 10 g miele
  • 3,5 g lievito secco di birra
  • 15 g sale
  • 300 g uva nera

per problemi di tempo & praticità potete anche utilizzare le miscele di farine ai cereali già pronte che trovate al supermercato, in tal caso:

  • 500 g mix farina ai cereali
  • 1 bustina di lievito secco (generalmente presente all’interno della confezione di farina)
  • acqua, olio e sale nella quantità necessaria riportata sulla confezione
  • 250 g uva nera

Preparazione:

Per prima cosa fate sciogliere il lievito secco in  un pò di acqua tiepida, se non utilizzate il mix già pronto, aggiungete anche il miele. In planetaria mettete le farine setacciate e l’olio, iniziate ad impastare utilizzando il gancio. Aggiungete a filo l’acqua in cui avete sciolto il lievito e poi la restante quantità. Continuate ad impastare per circa 10 minuti. Se preferite impastare a mano seguite lo stesso ordine di inserimento degli ingredienti, facendo la fontana con le farine ed al centro i liquidi. Impastate sempre per almeno 10 minuti. Formate un panetto e copritelo con un canovaccio. Fatelo lievitare fino al raddoppio del volume almeno.

paneuva2
prima lievitazione

Una volta raddoppiato di volume, incorporate delicatamente i chicchi d’uva precedentemente lavati ed asciugati. Versate l’impasto in una teglia oppure in uno stampo da plumcake a seconda della forma che preferite dare al pane. Fate nuovamente riposare l’impasto e vedrete che crescerà ulteriormente di volume.

paneuva1
seconda lievitazione

Infornate a 200  gradi per circa 25/30 minuti, a seconda dello stampo che avete utilizzato. Se utilizzate il mix di farine già pronto seguite le indicazioni riportate sulla confezione riguardo temperatura del forno e minuti di cottura. In ogni caso accertatevi della cottura facendo la prova dello stecchino.

paneuva5
pronti per essere finalmente infornati

minicake con uva nera

cakeuva4
in versione mini cake, se utlizzate stampini piccoli….ma se raddoppiate le dosi potete utilizzare una tortiera normale

Ingredienti:

  • 100 g farina
  • 50 ml olio di semi
  • 2 uova
  • 1/4 di bustina di lievito
  • 50 g zucchero semolato
  • 100 g uva nera

 

  • Preparazione:

In una ciotola montate le uova: 1 intera più un tuorlo con lo zucchero. Aggiungete un pizzico di sale ed incorporate l’olio a filo e la farina con il lievito setacciati. Amalgamate fino ad ottenere un composto cremoso, liscio ed omogeneo. In ultimo unite anche i chicchi di uva, già lavati ed asciugati. Mescolate delicatamente per evitare di schiacciarli. Versate il composto negli stampini precedentemente imburrati. Infornate a 170 gradi per circa 25/30 minuti, a seconda della grandezza degli stampini utilizzati. Servite freddi, spolverizzati di zucchero a velo.

cakeuva1

cakeuva2
le mini cake all’uva, perfette da servire con tè & tisane

Torta soffice con uva

Questa, la versione un pò rivisitata della torta che preparava sempre la nonna con gli ultimi grappoli di sangiovese che rimanevano sulle viti dopo la vendemmia

sofficeuva3
un trucchetto della nonna: infarinate gli acini d’uva per evitare che si depositino tutti sul fondo della torta

Ingredienti:

  • 180 g farina
  • 50 g fecola di patate
  • 2 uova
  • 120 g zucchero semolato
  • 80 ml latte
  • 75 g burro
  • 16 g lievito
  • 1 limone
  • 300 g uva nera

Preparazione:

In una ciotola montate le uova con lo zucchero. Unite il burro fuso ed il latte, la farina e la fecola setacciate ed il lievito. Amalgamate bene il tutto e aggiungete la scorza di un limone e un pizzico di sale. Infine unite al composto anche i chicchi d’uva, già lavati ed asciugati. Versatelo in una tortiera precedentemente imburrata. Infornate a 170 gradi per 35/40 minuti. Lasciate raffreddare e servite spolverizzata con lo zucchero a velo.

 

Piadina al Sangiovese con squacquerone & insalata di uva

piadaeuva3

Ingredienti:

  • 500 g farina
  • 80 g strutto
  • 4 g bicarbonato
  • 10 g sale
  • 200 ml acqua circa
  •  sangiovese qb

Preparazione:

piadaeuva1
servite la piadina già tagliata a spicchi, avvolta in centrini di carta x torte ripiegati a triangolo!!

Su di un tagliere fate una fontana con la farina, sale e bicarbonato, al centro mettete lo strutto ed iniziate ad impastare aggiungendo a filo l’acqua ed il sangiovese. La ricetta tradizionale della piadina prevede di utilizzare circa 200 ml di acqua, in questa variante al sangiovese, una parte di acqua si sostituisce con il vino. Ora se vi devo dare un consiglio iniziate sostituendo 50 ml di acqua con 50 ml di sangiovese. Poi con il tempo potete decidere di aumentare la quantità di vino, naturalmente in quel caso dovrete diminuire quella di acqua, in base al vostro gusto personale. Amalgamate tutti gli ingredienti fino ad ottenere un impasto abbastanza sodo, formatene un panetto e lasciatelo riposare per almeno un’ora, coperto con uno strofinaccio. Successivamente suddividete il panetto in tante pagnottelle. Stendetele con il materello in modo da ottenere delle piadine rotonde con il diametro circa di 25 cm. Riguardo lo spessore, di solito io non supero mai i 5 mm perchè poi in cottura un pò la piadina cresce. Comunque sia nel caso dello spessore che della grandezza, tutto  dipende  dal gusto personale, quindi le misure in larghezza e spessore non sono mandatorie. Cuocete le piadine su una teglia, ideale sarebbe in ghisa oppure terracotta, ma in mancanza può andare bene anche una padella di grandi dimensioni antiaderente. Indicativamente la fiamma deve essere vivace perchè la piadina si deve cuocere velocemente. Servitele ancora calde farcite con lo squacquerone e l’insalata di uva.

Insalata di uva

Insalata di uva

insalatauva2
un alternativa gustosa & originale……
insalatauva3
….per un insalata tipicamente autunnale!!!!

Ingredienti:

  • 250 g uva matura
  • 2 fichi maturi
  • 1 radicchio rosso
  • 1 mazzetto di rucola
  • olio d’oliva
  • sale & pepe

Preparazione:

Lavate gli acini di uva e tagliate a spicchi i fichi. Tagliate a listarelle il radicchio e a rondelle sottili la cipolla rossa. Aggiungete anche la rucola. Mescolate e condite con olio sale & pepe. Se vi piace condite anche con una glassa di aceto balsamico.

Uva sciroppata

uvasciroppata2

Ingredienti:

  • 3 kg uva
  • 750 g zucchero semolato
  • 1,5 lt acqua

Preparazione:

Lavate i grappoli d’uva, tagliate dal raspo gli acini, uno ad uno avendo cura di lasciare qualche millimetro di picciolo per ogni acino. Preparate lo sciroppo facendo bollire l’acqua in cui avete sciolto lo zucchero. Immergete l’uva, poca per volta, in modo poi da poterla gestire più facilmente. Lasciatela bollire un paio di minuti. Poi scolatela e sistematela in vasetti di vetro con chiusura ermetica, già sterilizzati. Riempite ogni vasetto con lo sciroppo fino all’orlo. Dopo aver chiuso i vasetti, capovolgeteli fino a quando non si saranno raffreddateli completamente. Poi conservateli in dispensa.

uvas1