Mini Cake sofficissime ai Cachi

un’altra idea per utilizzare in cucina questo frutto, che ricco di vitamina C contribuisce a rafforzare il sistema immunitario e prevenire i malanni di stagione, ma anche ricco di antiossidanti, sali minerali e fibre…

cachi1

Ingredienti:

  • 3 cachi maturi
  • 300 g farina
  • 180 g zucchero
  • 50 ml olio semi
  • 2 uova
  • 1 bustina lievito
  • 1 pizzico sale

Preparazione:

Prendete i cachi, sbucciateli e riducete in purea con il mixer la loro polpa. In una ciotola montate le uova con lo zucchero. Unite a filo l’olio, aggiungete un pizzico di sale e la purea di cachi. In ultimo aggiungete la farina ed il lievito setacciati. Amalgamate bene il tutto e versate il composto negli stampi già imburrati. Infornate in forno già caldo a 170 gradi per 20/25 minuti. Naturalmente il tempo di cottura varierà un pò in relazione alle dimensioni degli stampi che utilizzerete. Fate la prova dello stecchino per assicurarvi della cottura prima di sfornare le mini cake. Servite fredde spolverizzate di zucchero a velo. L’utilizzo dei cachi all’interno dell’impasto renderà queste mini cake soffici ed “umide” per diversi giorni.

cachi6cachi5

Crepes dolci alle castagne & cacao

le crepes dolci con farina di castagne si prestano ad essere farcite con diversi ingredienti, per i più golosi: mascarpone o ganache al cioccolato, oppure con una delicata e fresca crema di yogurt, oppure, come ho scelto io stasera con golosa panna montata & scorzette di arancia…

Ingredienti:

  • 125 g farina castagne
  • 100 g farina 00
  • 25 g cacao amaro
  • 50 g zucchero
  • 500 ml latte
  • 3 uova
  • 1 pizzico sale
  • 1 arancia
  • panna montata qb

Preparazione:

Iniziate con l’impasto delle crepes: mettete le farine setacciate in una ciotola, aggiungete lo zucchero ed il pizzico di sale, versate a filo il latte. Mescolate in continuazione per evitare che si formino dei grumi. Sbattete le uova e poi unitele al composto, aggiungete anche la scorza grattugiata di un’arancia; amalgamate bene il tutto e riponete la pastella nel frigorifero per mezz’ora. In una padellina antiaderente fate sciogliere pochissimo burro e versate al centro un mestolo di pastella. Inclinate la padella verso ogni lato per distribuirla in maniera uniforme. Girate la crepes solo quando si sarà staccata dal fondo della padella, per fare cuocere anche l’altra parte. Trasferitela in un piatto e farcitela con la panna montata (potete anche utilizzare quella spray già pronta, oppure montate in planetaria quella liquida, che sicuramente ha una tenuta migliore), qualche fetta di arancia tagliata sottile. Se avete 5 minuti di tempo in più, caramellate le fettine di arancia in padella con un pò di zucchero di canna.

crepesc1
io aggiungo alle farine anche un pò di cacao amaro per ottenere un bel colore marrone intenso, ma potete anche preparare le crepes solo con le farine chiare
crepesc4
la scorza nell’impasto e le fettine nella farcia donano una nota agrumata e fresca
crepesc2
ho aggiunto nella farcia anche delle castagne arrostite

Cheesecake in barattolo con Cachi

…una cheesecake senza cottura, semplice & veloce da preparare, con un gusto dolce ed avvolgente ed i colori caldi dell’autunno …

cachi12

Ingredienti:

  • 2 cachi maturi
  • 100 g zucchero
  • 125 g formaggio tipo philadelphia
  • 125 g yogurt bianco
  • 100 g biscotti secchi al cacao
  • 30 g burro

Preparazione:

Iniziate preparando la base della cheesecake: schiacciate i biscotti al cacao ed amalgamateli al burro fuso. Trasferite la base sul fondo del barattolo e riponetelo in frigorifero. Preparate la cheesecake mescolando fra loro lo yogurt ed il formaggio, se preferite un gusto più dolce potete aggiungere 1 cucchiaio di zucchero. Versate il composto sopra lo strato di biscotti. Riponete nuovamente in frigorifero. Ora preparate la purea di cachi: prendete la polpa e mettetela sul fuoco con 1/2 cucchiai di zucchero per 5/10 minuti. Mescolate in continuazione e poi lasciate raffreddare. Una volta raffreddata versatela sopra la cheesecake e decorate con del cioccolato fondente.

cachi13
la freschezza dello yogurt, la dolcezza del caco ed il gusto del fondente

Muffin con Cachi

cachi2
i cachi, tipico frutto autunnale, che colora la campagna in questa stagione è ricco di vitamina C, betacarotene e sali minerali

Ingredienti:

  • 3 cachi maturi
  • 250 g farina
  • 120 g zucchero semolato
  • 170 ml latte
  • 80 ml olio
  • 2 uova
  • 1 bustina lievito
  • 1 cucchiaino di cacao amaro
  • 1 pizzico sale

Preparazione:

Lavate e sbucciate i cachi, tagliateli a pezzetti. Se non sono troppo maturi cuoceteli in un tegamino con 2 cucchiai di zucchero e poi fateli raffreddare. Altrimenti frullateli direttamente nel mixer. In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero, unite a filo l’olio, il latte e l purea di cachi. Infine aggiungete la farina, il lievito ed il cacao  setacciati. Amalgamate velocemente il tutto. Un piccolo trucco per far sì che i muffin crescano molto??? Mescolare il composto il meno possibile: mai più di un minuto ed infornate il prima possibile. Quindi versate nei pirottini ed infornate in forno già caldo a 170 gradi per 20 minuti circa.

cachi3
con il frullatore riducete a purea i cachi

cachi11

Budino di Castagne

Ingredienti:

  • 500 g castagne
  • 250 ml latte
  • 100 g zucchero semolato
  • 125 ml panna liquida
  • 2 fogli di colla di pesce

Preparazione:

Lessate le castagne in una pentola piena d’acqua. Fatele bollire per almeno un’ora, fino a quando non saranno diventate morbide.  Scolatele e lasciatele raffreddare, sbucciatele avendo cura di eliminare anche la pellicina più interna. Trasferitele in un pentolino con il latte ed un pizzico di sale. Se vi piace potete aggiungere anche un bacello di vaniglia che poi toglierete a fine cottura. Mantenete a fuoco basso per 30/40 minuti,mescolando spesso per evitare che si attacchi sul fondo. Toglietele dal fuoco e se ci sono ancora pezzi di castagna intatti schiacciateli con una forchetta. Intanto mettete in ammollo i fogli di colla di pesce in acqua fredda. Intanto passate con un colino a maglie strette le castagne cotte nel latte. Unitevi poi la panna liquida e la colla di pesce già ammollata e strizzata. Mescolate bene il tutto e riempite gli stampini. Trasferiteli nel frigorifero per almeno 3/4 ore. Per i più golosi potete anche aggiungere un pò di cioccolato fondente sciolto a bagno maria prima di riempire gli stampini.

budinocastagne
per tutti i gusti: budini di castagne in white e con cioccolato fondente in black

budinocastagne2

budinocastagne3

 

Crespelle di Castagne

una ricetta velocissima con la farina di castagne che si ricava dalla macinatura delle castagne secche, una farina priva di glutine e povera di grassi che si può utilizzare anche per preparare ottimi dolci

Ingredienti:

…..per le crespelle….

  • 200 g farina castagne
  • 225 ml acqua
  • 1 cucchiaio olio d’oliva
  • sale qb

…..per la farcia….

  • 200 g verza
  • 100 g salsiccia

Preparazione:

In una ciotola mettete la farina di castagne, un pizzico di sale e un cucchiaio di olio. Versate a filo l’acqua a temperatura ambiente mentre mescolate con un frusta continumente, per evitare la formazione di grumi. In una padella antiaderente fate scaldare poco olio e quando sarà caldo versate un mestolo di composto. Inclinate la padella verso ogni lato per distribuirlo in maniera uniforme. Girate una volta la crespella solo quando si sarà staccata dal fondo della padella, per fare dorare anche l’altra parte. Trasferitela su un piatto e farcitela con verza e salsiccia che avrete fatto rosolare in padella con un pò di olio. In alternativa potete farcire le crespelle salate con altre verdure di stagione oppure, anche con uova strapazzate.

crespelle1
è sufficiente un mestolo per una porzione
crespelle2
quando la crespella si sarà staccata dal fondo giratela per cuocere lìaltra parte

Minestra di Verza & Riso

….’o virzo cu ‘o rriso….è un piatto tipico della tradizione culinaria partenopea di origine popolare, la minestra di riso e verza è il simbolo della cucina povera, ma altrettanto gustosa, che appunto con la semplicità degli ingredienti non rinuncia però al gusto ed al piacere per il palato…

risoeverza1

Ingredienti:

  • 1 cavolo verza
  • 400 g riso
  • 100 g pancetta
  • aglio qb
  • olio qb
  • sale & pepe qb
  • scorza di parmigiano qb

Preparazione:

Tagliate a listarelle o a tocchetti la pancetta e fatela rosolare in un tegame con un pò di olio e 2 spicchi di aglio. Quando l’aglio sarà imbiondito toglietelo e aggiungete la verza che avrete già lavato e tagliato a listarelle. Fate rosolare per pochissimo ed continuate a cuocere aggiungendo dell’acqua calda per una mezz’oretta. Versate anche il riso. Portate a cottura continuando ad aggiungere acqua quando serve. Un trucco per una minestra di riso e verza più saporita??? Aggiungete anche una crosta di parmigiano, che poi toglierete prima di servire. Aggiustate di sale e servite caldo con una spolverata di pepe e un filo di olio a crudo. Nella cucina partenopea questa che appunto si chiama minestra si mangia al cucchiaio ed è praticamente brodosa, ma potete anche far assorbire di più la componente liquida e servire come un risotto.

risoeverza2
pancetta,olio ed aglio
risoeverza3
verza a listarelle

 

risoeverza4
in versione brodosa come vuole la tradizione
risoeverza6
in versione più asciutta come un risotto come piace alle mie bambine

Ziti arrotolati panna & salsiccia

….una piccola fusion parteno-romagnola…un formato di pasta caratteristico della tradizione napoletana con un condimento che qui in romagna adorano anche i bambini, di solito si cucina la gramigna con panna & salsiccia, ma anche gli ziti si prestano moltissimo proprio per le loro fattezze ad intrappolare il condimento e creare un matrimonio perfetto fra pasta & sugo. Una curiosità??? Gli ziti a Napoli sono gli sposi, e questo formato prende il nome da una pasta lunga che anticamente veniva spezzettata e cucinata in occasione dei matrimoni…

pannaesalsiccia1
gli ziti arrotolati sono una rivisitazione di classico formato di pasta della tradizione napoletana, ideali per avvolgere ed intrappolare il condimento

Ingredienti:

  • 200 g ziti arrotolati
  • 100 g salsiccia
  • mezza cipolla
  • 80 ml panna liquida
  • parmigiano qb
  • sale & pepe qb

Preparazione:

Tritate la cipolla e fatela appassire con un pò di olio. Prendete la salsiccia, spellatela e spezzettatela. Quando la cipolla inizierà a dorarsi aggiungete la salsiccia e fate rosolare il tutto a fuoco vivo. Se preferite sfumate con un pò di vino bianco, altrimente aggiungete la panna liquida ed abbassate la fiamma. Intanto cuocete gli ziti in abbondante acqua salata e scolateli al dente. Saltateli in padella con il condimento e serviteli fumanti con abbondante parmigiano.

Polenta

quando l’inverno inizia a bussare alle porte con giornate fredde, grigie e piovose anche in cucina c’è voglia di piatti che riscaldano il cuore….uno di questi sicuramente è la polenta: ricordo la nonna quando accendeva il camino e con il suo paiolo di rame, lucente dentro ma nero come il carbone all’esterno, si metteva a mescolare con pazienza davanti al fuoco e le gote le diventavano rosse come ciliege…

polenta3
polenta al forno con funghi porcini

Ingredienti:

  • 400 g farina di mais
  • 1,5 lt acqua
  • 1 cucchiaio di sale grosso

Preparazione:

Portate a bollore l’acqua in una pentola e poi aggiungete il sale. Versate la farina nella pentola, fate attenzione ad incorporarla lentamente, questo è il passaggio più delicato, perchè altrimenti la consistenza non sarà ottimale e si formeranno i grumi. Lasciate sul fuoco e continuate a mescolare con un mestolo di legno. Come si riconosce la polenta quando è cotta al punto giusto?? Quando, mentre continuate a mescolare, vedrete che si stacca completamente dalle pareti della pentola. Se la polenta vi sembra troppo soda potete aggiungere a poco a poco un pò di acqua bollente. Io preferisco mangiarla morbida al cucchiaio. A questo punto la potete servire calda & fumante accompagnata ad un condimento. Qui in romagna si accosta più frequentemente ad un sugo di salsiccia e pomodoro, oppure ad un sugo di funghi o anche servita con lo squacquerone. Questa sera ho scelto di condirla con funghi porcini, che ho fatto rosolare in padella con olio, aglio e prezzemolo. Se vi avanza potete conservarla in frigorifero per alcuni giorni, in quel caso poi io la taglio a fette e la riscaldo in forno a 200 gradi fino a quando non si forma una croccante e gustosissima crosticina dorata.

 

 

Centrotavola d’autunno

….è sufficiente fare una passeggiata in campagna per  ritrovarsi fra colori caldi ed avvolgenti, sfumature che vanno dal giallo al rosso, passando per tutti i toni dell’arancio….tra foglie di tutte le dimensioni, bacche, e  frutti….raccolti sempre diversi con cui scatenare la fantasia e creare centrotavola ogni volta unici in grado di regalare un’atmosfera magica alla vostra tavola…

centrotavola4
colori caldi ed è subito allegria…..

Occorrente:

  • bacche di rosa canina
  • piccole melograne
  • mandarini
  • foglie colorate
  • rami di bacche colorate
  • spugna per fiori freschi

centrotavola3

centrotavola1
bacche di rosa canina
centrotavola2
per inserire nel centrotavola anche piccoli frutti utilizzate spiedini in legno